Microsoft Surface Go sfida ipad a 399 dollari (459 euro)
Computer Prodotti Windows

Microsoft Surface Go sfida ipad a 399 dollari (459 euro)

Microsoft Surface Go

Microsoft Surface Go sfida iPad a 399 dollari, ma rimane da vedere se il prezzo americano resterà invariato quando il nuovo tablet invaderà l’Europa. Per riuscire a ridurre così drasticamente il prezzo, Microsoft ha contenuto la dimensione del display, che ora ha una diagonale di 10 pollici.

Microsoft Surface Go

Microsoft Surface Go: cosa è compreso e cosa no

https://youtu.be/krRRskzHWFE

La tastiera che vedete nella foto NON è  inclusa nel prezzo e costerà 99 dollari extra, di cui tenere conto quando si calcola il costo effettivo del prodotto. Va tenuto conto del fatto che il vero vantaggio di questo dispositivo sia probabilmente windows e si può immaginare che questo 2 in 1 abbia un senso solo se completato proprio con la tastiera addizionale, mentre per molti professionisti sarà fondamentale l’uso della penna, il cui costo sarà identico a quello della tastiera, ovvero 99 dollari. Non è difficile quindi calcolare che per un kit completo di tastiera e di penna  il prezzo reale sale a 597 dollari, sempre appetibile, ma già più impegnativo e meno competitivo rispetto ai Chromebook di Google.

Tenete conto di un altro dettaglio: il sistema operativo è Windows 10 Sla versione pensata per scopi educational, per poter usare la versione completa di Windows 10 ci vorrà un acquisto della licenza e quindi un ulteriore spesa per chi lo acquista.

Tra gli accessori ci sono anche il Mouse Wireless, che costa 34 dollari ed è coordinato con i colori di tastiera e penna e una versione speciale della tastiera in Alcantara, che costa invece 129 dollari.

Microsoft Surface Go

Microsoft Surface Go: le specifiche tecniche

Il nuovo tablet 2 in 1 di Microsoft ha due tagli di memoria da 128 e 256 gb, con 4 oppure 8 gb di RAM, ha una porta USB type-C che serve anche per ricaricarlo, ma anche la porta proprietaria di Microsoft che è montata su tutti i modelli di Surface. Secondo Microsoft questo sarà gradito dagli utenti che hanno già avuto un Surface e possiedono i caricatori dedicati.

Il display da 10 pollici ha una ratio 3:2, oggi quasi dimenticata, per dare spazio alla proporzione 16:9; il processore è un Intel Pentium Gold 4415Y, dual core di settima generazione, che è stato scelto per l’equilibrio tra prestazioni, consumi e riscaldamento contenuto. Il processore mi lascia un po’ perplesso, perché è un’opzione di fascia media, come quello che è stato inserito in molti Chromebook che però in pratica non hanno un sistema operativo, visto che Chrome OS è leggerissimo.

La versione in arrivo è solo Wifi, ma nel corso dell’anno verrà proposta anche una versione LTE. Resta da capire se e quando questo dispositivo arriverà anche da noi  in Italia. Vi piace?!?

[foogallery id=”48672″]

 

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.