Il 5G non è pericoloso per gli aerei | Podcast

Luca Viscardi24 Ottobre 2022
Rete Mobile 5G

Podcast Mister Gadget Daily: A distanza di qualche mese, sembra allentarsi la tensione tra operatori telefonici e aviazione in USA, perché il 5G con la banda C non costituirebbe un pericolo.

Per capire perché se ne parla, bisogna fare una piccola digressione che raccontiamo proprio nella puntata di oggi del podcast.

Si torna a discutere del registro delle opposizioni, in questo caso del suo utilizzo con i cellulari, perché le associazioni dei consumatori ne contestano l’efficacia.

Il capitale di Elon Musk si riduce, ma rimane l’uomo più ricco del mondo.

Trascrizione automatica del podcast

Questo è il notiziario quotidiano dedicato al mondo della tecnologia e dell’innovazione. Oggi partiamo dal 5G per una ragione ben precisa, perché negli ultimi mesi si era aperta una sorta di frattura traAT&T e Verizon da una parte operatori americani e l’industria dell’aviazione, in particolare alcune compagnie aeree che operano sul suolo americano. Al centro del contendere c’era il fatto che gli operatori abbiano aperto la nuova banda C nella banda di trasmissione del 5G, che opera tra i 3,7 e i 3,98 gigahertz. Questa banda viene considerata dagli operatori dell’aviazione troppo vicina ai 4,2/ 4,4 gigahertz, che sono le frequenze utilizzate dagli altimetri e da alcuni altri strumenti di bordo. Le autorità delle trasmissioni americane hanno sempre sostenuto che questa è la distanza tra le due bande di frequenza, fosse più che sufficiente perché tutti fossero in sicurezza. Le compagnie aeree erano talmente contrarie che hanno deciso in alcuni casi di interrompere i voli intorno agli aeroporti dove veniva adottata questa nuova banda C. Insomma, è passata qualche settimana. I voli sono ripresi, non è successo assolutamente niente. Non ci sono state segnalazioni in cui sono stati riportati problemi alle strumentazioni di bordo e quindi di fatto il tema si sta un po dissolvendo. Quindi, insomma, una contrarietà al 5G, che anche in questo caso non trova poi sul campo riscontro rispetto alle diciamo teorie catastrofiste. Vedremo, insomma, quando questa banda poi si svilupperà ulteriormente. L’accortezza che hanno usato adesso, comunque gli operatori telefonici è di ridurre la presenza della banda C in zona aeroportuale.

Molte altre notizie. Il pixel 7A di Google potrebbe arrivare molto presto sul mercato. È già stato avvistato proprio nel listing di Amazon e quindi potrebbe arrivare prima dell’estate che era cosa che era successa invece per il pixel sei A arriverà prestissimo.

Come abbiamo già detto su molti smartphone di Samsung, il nuovo Android 13, ma siamo già proiettati anche al prossimo dispositivo, il Galaxy S 23, che dovrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno. Ci sarà un nuovo sistema operativo, una nuova interfaccia che si chiamerà One UI 6.0. Una delle novità più interessanti sarà il fatto che ci saranno aggiornamenti continui, quindi non ci saranno corposi aggiornamenti una volta ogni tanto, ma il costruttore Samsung sarà in grado di aggiornare in modo continuativo i suoi telefoni senza bisogno di interromperne l’utilizzo.

Apple festeggia un passaggio importante. Ieri sono passati 21 anni dal lancio dell’iPod che ha rivoluzionato il mondo della musica, ha rivoluzionato il nostro modo di consumare musica, ha rivoluzionato un’industria musicale. Ormai l’iPod non esiste più, ma la sua eredità è ancora presente nella vita di tutti i giorni e il risultato finale di questo percorso è stato l’arrivo dei servizi di streaming.

Per quanto riguarda il mondo tech, preparatevi, perché nel periodo di Halloween Nintendo potrebbe fare molte offerte sui suoi prodotti, sui suoi software e quindi tenete d’occhio il Nintendo Store perché potreste trovare delle offerte molto interessanti.

Una curiosità per una serie di coincidenze, tra cui anche la perdita di valore delle azioni di Tesla. Elon Musk ha perso 110 miliardi di capitalizzazione nel corso dell’anno, ma rimane l’uomo più ricco del mondo.

Secondo Assoutenti il registro delle opposizioni è un colabrodo e non funziona. E la dello scorso luglio l’avvio delle operazioni per bloccare anche le telefonate commerciali verso i cellulari. La situazione è per alcuni migliorata, ma purtroppo non quanto ci si sarebbe aspettati. Bisogna soprattutto intervenire sul tema delle chiamate che arrivano dall’estero e probabilmente proteggere anche da altri temi che sono ad esempio quelli degli investimenti del trading, che oggi sono una presenza costante e, diciamo, un fastidio costante per coloro che usano un cellulare. L’ultima notizia per la giornata di oggi è una curiosità. Se siete utenti di Fastweb potrete usare i Pixel sette con la rete dell’operatore svizzero di proprietà di Swisscom che è presente nel nostro Paese. Per oggi abbiamo terminato. Se volete uno ci sentiamo puntuali anche domani.


Potrebbe interessarti anche:



Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |

Altri articoli che ti consigliamo:


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.