Arriva OnePlus 10T, prezzo ok, ma perde un dettaglio distintivo | Podcast

Luca Viscardi4 Agosto 2022
OnePlus 10T
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: È stato lanciato su scala globale il nuovo OnePlus 10T, che introduce una scheda tecnica interessante ad un prezzo competitivo.

Tutto bene, ma c’è un dettaglio che fa storcere il naso hai super appassionati OnePlus.

Finalmente si aggiorna Microsoft Teams per Mac, ora supporterà in modalità nativa i processori Apple, migliorando le prestazioni in modo quasi drammatico.

Trascrizione automatica del podcast

Oggi inevitabilmente ci dedichiamo a OnePlus, marchio che insomma gli appassionati di tecnologia conoscono molto bene. Produttore di smartphone cinese del gruppo BBK che ieri ha lanciato il suo nuovo smartphone OnePlus 10T. Buon processore e buona dotazione dal punto di vista tecnologico, caratteristica per la versione internazionale della ricarica da 150 watt, quindi estremamente potente e un prezzo tutto sommato competitivo, perché parliamo di uno smartphone con una cifra intorno agli 800€. C’è un dettaglio, però questo smartphone, per la prima volta in un prodotto importante di buon plus, perde il cosiddetto slider, ovvero un piccolo interruttore fisico laterale che serviva per inserire e togliere le suonerie o mettere la modalità vibrazione. È la prima volta che capita dopo tanti anni. Diciamo che non è un dettaglio fondamentale, però è una perdita di identità, di uan plus importante. Tant’è vero che l’azienda è corsa immediatamente ai ripari, dicendo che l’allerta slider potrebbe tornare in uno dei prossimi prodotti.

Si parla molto di Samsung in questi giorni, inevitabilmente, perché si avvicina il lancio dei nuovi prodotti, ma anche perché negli Stati Uniti viene lanciato un prodotto molto particolare in collaborazione con iFixit per permettere di riparare a casa il proprio smartphone è disponibile per alcuni dei modelli Galaxy. Sarà curioso vedere se questo tipo di soluzione potrà prendere strada. Non ci vuole un po di manualità o un po’ di praticità per intervenire su uno smartphone. Io preferirei sinceramente evitare.

A proposito di prodotti del futuro, invece, dovremmo vedere molto presto nuovi dispositivi di Fitbit, che è un po sparita dall’orizzonte. Dopo l’acquisizione di Google dovrebbero arrivare il nuovo Sense due, Inspire tre e Versa quattro. Lo dicevamo nei giorni scorsi. Molto probabilmente vedremo questi prodotti a Berlino, a IFA, dove anche Amazfit lancerà i suoi nuovi prodotti.

Ancora però non sappiamo quali saranno. Per qualche secondo rubiamo il lavoro a Luca Talotta, che è il sapiente conduttore di Mister Gadget, eWheels, il podcast dedicato alla mobilità tecnologica e alla mobilità avanzata. Per dirvi che Free To X, i sistemi di ricarica che si trovano in autostrada aggiungono ora la possibilità di pagare anche con carte bancomat, quindi sarà possibile arrivare con la propria auto elettrica o un ibrido plug in e collegarsi alla ricarica senza bisogno dell’applicazione, usando semplicemente un metodo di pagamento elettronico. Vedremo che tipo di sviluppo avrà questo tipo di servizi.

Novità importante per coloro che usano un computer Mac con un processore Apple Silicon. Finalmente arriva una versione di Microsoft Teams ottimizzata, che dovrebbe quindi anche accelerare le operazioni perché Microsoft Teams era una delle applicazioni peggiori da usare sul proprio Mac. Buona notizia, dunque, per gli utenti.

Altra notizia arriva per il Samsung Gaming Hub, ovvero il sistema per il gaming online da usare sui televisori di Samsung. Perché adesso è stato aggiunto anche a maggior luna bisognerà trovare qualcuno che usa quella piattaforma, ma insomma tempo al tempo.

C’è una notizia che gira da un po di giorni, quella cioè che la Terra ha accelerato la sua rotazione. Questo imporrebbe di fare una piccola variazione nei prossimi mesi per togliere un secondo all’orologio atomico che misura il tempo. Qual è il problema che togliere un secondo e quindi diciamo andare in negativo per alcuni servizi, come le piattaforme, ad esempio di social networking, potrebbe risultare in un disastro tecnologico. Quindi i tecnici sono al lavoro per capire come fare questa correzione molto importante senza creare dei disastri nel mondo hi tech. Per ora abbiamo terminato, se volete noi ci risentiamo domani. Mister Gadget Daily torna ogni giorno, anche d’estate, a domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.