Come usare al meglio la fotocamere istantanea Polaroid Go

Luca Viscardi10 Gennaio 2022

Il nostro video di oggi dedicato a Polaroid Go vi può essere utile per usare al meglio la vostra macchina fotografica analogica istantanea.

Avete mai maneggiato una Polaroid? Per coloro che hanno festeggiato qualche compleanno di troppo, come noi, questo è un vero mito: una macchina fotografica istantanea analogica, in grado di stampare immediatamente l’immagine catturata, che ora rinasce a nuova vita grazie ai nuovi prodotti, tra cui la fantastica Polaroid GO!

Facciamo immediatamente una premessa: questo non è il tipo di macchina fotografica che acquisterete per la qualità dei suoi scatti, ma per la magia che rappresentano e per tutte le elaborazioni che all’occorrenza potrete fare.

Ve lo abbiamo già detto, ma ve lo ripetiamo, questa è la macchina fotografica istantanea analogica più piccola del mondo, con un formato delle immagini che è ridotto del 40% rispetto agli altri modelli in circolazione.

Prima di raccontarvi cosa potete con Polaroid Go, dovremmo mostrarvi una cosa, un video di Outkast che dice “Shake it like a Polaroid Picture”, ma in realtà…

NO!!! LE FOTO NON SI DEVONO SCUOTERE QUANDO SI SVILUPPANO! 

Questo è il primo dettaglio che vogliamo condividere con voi, perché le immagini Sono protette da un materiale plastico che rende in influente l’esposizione all’aria, anzi scuotere le foto può rovinare il processo di sublimazione che è in corso, perché rischia di spostare il materiale chimico contenuto nella singola fotografia. 

Altro suggerimento. Quando si scatta una fotografia, l’immagine viene immediatamente espulsa, con la protezione della cosiddetta lingua di rana, che copre l’immagine stessa. 

Lasciate la foto per qualche secondo sotto questo strato di protezione, per avviare correttamente il procedimento chimico. Quando togliete la foto dalla protezione, mettetela in un luogo al buio, o giratela verso  il basso per completare il processo di sviluppo. 

Sul pacchetto delle pellicole è indicato il tempo necessario per lo sviluppo.

Con Polaroid go, in realta’ potete fare cose davvero molto carine, tra cui lo scatto con doppia esposizione, che e’ un po’ come scattare due foto in una. 

Il metodo è molto semplice, premete due volte il flash. Quando appare l’1 sull’indicatore potete fare il primo scatto, quindi puntate per una seconda volta e premete di nuovo. Il gioco è fatto!

Con Polaroid Go potete anche scattare un selfie, grazie alla piccola superficie a specchio che si trova sul mirino. 

Ma c’è di più perché grazie a piccole e semplici pratiche potete manipolare le foto in modo da renderle completamente trasparenti Potete anche fare altri esperimenti molto divertenti, come quello di trasferire la parte positiva degli scatti su altre superfici.

Se però per voi questo tipo di interventi sono troppo complicati, potete sempre ripiegare sull’abbellimento degli scatti che potete applicare con gli stickers inseriti in confezione.

Quando vi sentirete pronti per avviare questo tipo di esperimenti, vi consiglio di dare un occhio al sito MyInstantLife.it che contiene un sacco di spunti.

Polaroid Go è un oggetto davvero singolare e può regalare emozioni speciali, perché uniche. Il mondo di Polaroid non è quello degli scatti perfetti, ma dei momenti importanti, che diventano  irripetibili. E il valore di queste foto sta proprio nella loro unicità.

Con una singola carica della batteria, potete scattare le foto contenuti in 15 pacchetti di pellicole, ovvero 120 immagini.  A proposito: lo sapevate che nelle vecchie Polaroid la batteria era inserita nel pacchetto delle pellicole? 

Buon divertimento con la vostra prossima Polaroid Go. E quando scatterete la prima Polaroid, ricordate di non scuotere!


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.