Recensione Video Vivo X60 Pro, a distanza di tempo ancora un osso duro

Luca Viscardi14 Marzo 2022

Se volete un cellulare che possa fare ciò che di solito richiede una action cam,  abbiamo la soluzione per voi: Vivo X60 Pro! Oggi torniamo a parlarvi di Vivo X60 Pro, uno smartphone davvero super, che a distanza di molto tempo dalla sua uscita continua ad essere un prodotto originale e completo.

Partiamo dal Design: Vivo ha scelto un approccio  molto soft e i suoi smart hanno un minimo comun denominatore, sono semplicemente belli. 

Nel caso di Vivo X60 Pro, ci sono due parti caratterizzate dal vetro curvo, che sono poi congiunte da una struttura sottilissima. E’ incredibilmente leggero rispetto alla maggior parte dei prodotti “top” sul mercato, con una finitura posteriore che non cattura le impronte. La struttura appare anche resistente, perché dopo svariati maltrattamenti è ancora “immacolata”. 

Il sistema operativo è chiamato FunTouchOS, è un adattamento di Android 12, con alcune aggiunte molto comode, come la possibilità di fare lo split dello schermo con un movimento a 3 dita, oppure con i tasti del volume si apre la fotocamera.

Non vogliamo annoiarvi con le specifiche tecniche, ma segnaliamo  il processore Snapdragon 870, compatibile con il 5G, con 12 gb di RAM e s256 gb di memoria interna. Per garantire prestazioni al top, non è previsto l’uso di una espansione di memoria esterna. 

Il display invece è un pannello da 6,56 pollici, costruito da Samsung. E’ un amoled, con frequenza di aggiornamento a 120 hz, quindi con una super fluidità delle immagini e lo standard HDR10+, colori profondi, ma soprattutto con una definizione al top anche quando ci sono contesti molto scuri.

La batteria da 4200 mAh potrebbe sembrare piccola, ma grazie all’ottimizzazione del processore e all’efficienza del software resiste alla grande anche ad un uso super intenso.

Ma tutto quello che potremmo raccontarvi su Vivo X60 Pro passa in secondo piano rispetto alla sua fotocamera, che è stata realizzata in collaborazione con il gigante dell’ottica Zeiss.

Vivo e Zeiss hanno realizzato un laboratorio congiunto per mettere a punto nuove soluzioni nel campo dell’imaging: è stato costituito un team di ricerca e sviluppo e lanciato un concorso fotografico, ma soprattutto è stata fusa la competenza delle due realtà. Il primo risultato è stato proprio Vivo X60 Pro.

Il sensore principale è realizzato da Sony ed è da 48 mpx, con un vero e proprio gimball, che combinato con la stabilizzazione ottica, fornisce una stabilizzazione su 5 assi davvero unica sul mercato. Questo permette di compensare tremori o movimenti della mano, anche quando si fanno foto super ravvicinate.

Ma ciò in cui il gimball e la stabilizzazione ottica danno i risultati migliori sono gli scatti notturni. Il risultato complessivo è più che buono.

In abbinamento c’è anche una lente grandangolare da 13 mpx, di buona qualità, con la correzione delle distorsioni del grandangolo. Ma ciò che rappresenta una soluzione originale è anche il sensore da 13 mpx dedicato ai ritratti, capace anche di uno zoom ottico 2X.  Tra le soluzioni messe a punto con Zeiss, c’è il software Pixel Shift, che seleziona i pixel migliori di diverse fotografie, per ottenere lo scatto ideale.

Scatta immagini molto belle, in cui è possibile riposizionare il fuoco successivamente allo scatto. I video arrivano a 4k con 30 o 60 frame al secondo, con un’ottima stabilizzazione, uno degli aspetti peculiari di Vivo X60 Pro, che permette anche di girare in modalità cinema, con un taglio a 21:9.

La fotocamera anteriore è da 32 mpx e di buon livello, con scatti “soft” e un buon effetto bokeh. 

Nel complesso, Vivo X60 Pro, anche a distanza di un anno dalla sua uscita, continua a piacerci, in più in questo periodo si trova facilmente anche con offerte molto competitive. Per noi, è ancora oggi un ottimo acquisto, nell’attesa delle prossime novità firmate Vivo.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.