Recensione Huawei Watch GT 3, uno smartwatch stupendo

Luca Viscardi22 Novembre 2021
Recensione Huawei Watch GT 3 - MisterGadget Tech

Siamo quasi tristi dopo aver completato la recensione di Huawei Watch GT 3, perché presto ci separeremo da uno smartwatch che abbiamo amato tantissimo.

Lo sappiamo, abbiamo fatto spoiler rispetto al risultato finale della nostra prova, ma quello che abbiamo avuto per le mani nelle ultime settimane è uno dei migliori smartwatch che si possano comprare oggi sul mercato della tecnologia da indossare.

Differenze tra Huawei Watch 3 e Watch GT 3

Non bisogna confondere Watch GT 3 con Watch 3, da cui si distingue per diversi dettagli tecnici, come la dotazione di memoria e di RAM, ma anche la disponibilità nel modello più prestigioso (il Watch 3) del collegamento alla rete cellulare attraverso una eSIM, che invece non esiste sul modello GT.

Recensione Huawei Watch GT 3

Come è fatto e come funziona Watch GT 3

Huawei con i suoi nuovi orologi intelligenti rimane fedele alla sua tradizione della forma circolare, con un aspetto molto gradevole che forse ricorda un po’ da vicino quello degli ultimi orologi di Samsung, ma d’altro canto con la cassa rotonda le similitudini sono inevitabili.

Ci sono due versioni disponibili dello smartwatch Huawei Watch GT 3, che si differenziano per il diametro del quadrante che può essere da 42 o 46 mm: la differenza fondamentale tra i due modelli sta soprattutto nell’autonomia, circa sette giorni per la versione da 42″ addirittura 14 giorni nella versione più grande da 46″ con una condizione d’uso che considereremo normale.

La differenza fondamentale nel tipo di utilizzo sta soprattutto nell’uso del GPS e del monitoraggio continuo dei propri parametri biomedici. Se viene fatto un uso intenso di queste due funzioni, l’autonomia scende a circa otto giorni per la versione da 46 mm, circa quattro giorni per la versione da 42 mm, comunque interessante rispetto a molti altri prodotti oggi in circolazione.

Oltre all’autonomia è interessante il fatto che Huawei Watch GT 3 si carichi con un sistema wireless basato su standard QI, vuol dire che si può ricaricare anche con la carica inversa dello smartphone.

Il modello da 42 mm offre un disegno più minimale con dei riflessi simili a quelli dell’acqua sul vetro curvo che ricopre il quadrante, mentre la versione da 46 mm ricorda un orologio classico con la ghiera.

Entrambi hanno uno schermo AMOLED, con diagonali differenti, da 1,32″, e 1,43″; anche lo spessore cambia leggermente, perché il modello più piccolo si ferma 10,2 mm, mentre il modello con la dimensione più generosa arriva fino a 11 mm, con una differenza minimale nel peso di circa 7 grammi, ovvero 42.6 vs 35 g.

Navigazione petali Maps huawei watch GT 3

Per parlare della dotazione tecnica, dobbiamo necessariamente citare anche i diversi sistemi satellitari che vengono supportati, per una migliore gestione delle posizioni: GPS, Beidou, GLONASS, Galileo e QZSS funzionano tutti senza alcun tipo di differenza, migliorando anche la ricezione quando ci si trova all’aperto.

Un dettaglio estetico gradevole e dato dalla corona, che ultimamente è stata adottata da moltissimi produttori, per rendere i nuovi orologi intelligenti ancora più simili a quelli tradizionali.

Sono moltissime le ragioni per cui abbiamo apprezzato questo smartwatch Huawei Watch GT 3, a partire dalla possibilità di effettuare chiamate via Bluetooth direttamente dall’orologio. Non è più una funzione esclusiva, comunque sempre utile quando disponibile.

Recensione Huawei Watch GT 3

Il monitoraggio della salute e dell’attività sportiva

Ovviamente, aldilà delle notifiche in arrivo dallo smartphone, che si possono gestire a proprio piacimento, uno degli elementi distintivi di smartwatch Huawei Watch GT 3 sta nella sua capacità di monitorare addirittura più di 100 attività sportive, abbinando anche un coach professionale per supportare l’esercizio della corsa.

Tra i vari parametri che si possono misurare cioè il battito cardiaco, l’ossigenazione del sangue, il livello dello stress e la qualità del sonno. Il monitoraggio dell’ossigenazione, parametro fondamentale per la propria condizione di salute, anche in virtù della pandemia in corso, può essere monitorato in modo continuativo 24 ore su 24. Questo tipo di misurazione, ovviamente, è una di quelle che impatta maggiormente sulla durata della batteria.

Ossigenazione del sangue

Come anticipato, sono più di 100 le attività sportive che si possono misurare, da quelle più classiche tipiche della palestra fino ai balli latini, con alcune funzioni specifiche immaginate invece per la corsa, in particolare quella che aiuta a ritornare al punto di partenza nel caso ci si dovesse perdere mentre si corre, anche senza la necessità del collegamento con lo smartphone.

Ovviamente, questo smartwatch Huawei Watch GT 3 è impermeabile e si può utilizzare per monitorare anche il nuoto, senza alcun tipo di problema.

Tra le app che si trovano a bordo è interessante sottolineare la presenza di Healthy Living, permette di tenere sotto controllo la propria performance sul fronte dell’attività fisica e della salute e rispetto agli obiettivi che ci si pone.

Watch GT 3

Pieno supporto a Huawei AppGallery

Sono moltissimi gli aspetti che, come anticipato, ci sono piaciuti molto dello smartwatch Huawei Watch GT 3, ma sotto veniamo in particolare la compatibilità con AppGallery, che permette di installare applicazioni di terze parti anche dopo l’acquisto, rendendo di fatto il proprio orologio estremamente dinamico perché adattabile alle proprie esigenze.

Le applicazioni disponibili create appositamente per lo smartwatch Huawei Watch GT 3 sono tantissime e crescono di giorno in giorno, da quelle per l’attività fisica, a quelle per la navigazione, passando per quelle dedicate alla musica e all’ascolto della radio

A proposito di musica, grazie alla memoria interna è possibile anche trasferire i brani all’interno del proprio orologio ad ascoltare direttamente con l’auricolare senza bisogno di collegarsi al proprio smartphone.

Rimaniamo sul tema app: lo smartwatch Huawei Watch GT 3 si gestisce usando l’applicazione Huawei Health, attraverso cui si aggiorna il firmware, si installano App e si gestiscono le principali configurazioni.

Recensione Huawei Watch GT 3

Recensione smartwatch Huawei Watch GT 3, le nostre conclusioni

Durante la preparazione della nostra recensione, abbiamo apprezzato lo smartwatch Huawei Watch GT 3, perché oltre ad essere una soluzione elegante e completa, risulta anche particolarmente efficiente e costruita con criteri di altissimo livello, tra i migliori che oggi si possano reperire sul mercato.

La sua compatibilità è garantita in particolare con gli smartphone Huawei, ma gode di pieno supporto per tutti gli smartphone Android, mentre se si usa iOS c’è qualche limitazione in alcune delle sue funzioni. Non si possono, ad esempio, scaricare i quadranti a pagamento, così come non funziona il monitoraggio del ciclo femminile.

Nel complesso lo smartwatch Huawei Watch GT 3 ci è piaciuto molto e per noi rappresenta una soluzione eccellente per tutti gli utenti Android, mentre abbiamo qualche perplessità per gli utenti iOS. Nel caso dei possessori di iPhone, ha sempre più senso la scelta di Apple Watch, per una questione di ecosistema.

Dobbiamo però esprimere un giudizio estremamente positivo sullo smartwatch Huawei Watch GT 3, perché l’azienda cinese ha fatto un lavoro davvero eccellente. Promosso da Mister gadget.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover