Recensione Huawei Watch GT 3 Pro, uno smartwatch eccellente

Luca Viscardi27 Maggio 2022
Recensione Huawei Watch GT 3 Pro

Il modello più recente di smartwatch, Huawei Watch GT 3 Pro, migliora ulteriormente la sua proposta nel segmento, di cui diventa uno degli attori principali.



La recensione di Huawei Watch GT 3 Pro ci pone davanti ad una nuova realtà, quella in cui la stessa Huawei sta diventando uno dei principali produttori di smartwatch su scala globale.

Non è un caso se all’interno delle grandi catene di tecnologia l’azienda ha scelto di allestire dei corner in cui la proposta principale è proprio quella dei suoi orologi smart, di cui esiste una vasta gamma, a partire dei semplici fitness tracker, fino all’ultimo modello presentato.

Huawei Watch GT 3 Pro, le scorciatoie del menù

Huawei Watch GT 3 Pro è compatibile con iPhone?

Prima di proseguire con la nostra recensione di Huawei Watch GT 3 Pro, vogliamo subito rispondere al quesito che molti utenti ci pongono: si può usare con un iPhone? La risposta più immediata è che Huawei Watch GT 3 Pro è compatibile con iPhone, ma dal nostro punto di vista il suo abbinamento ideale è quello con gli smartphone Android, oltre ovviamente che con quelli Huawei.

Per usare Huawei Watch GT 3 Pro con iPhone è sufficiente scaricare l’applicazione Huawei Health da AppStore e sfruttare le funzioni disponibili, che però sono in tutta onestà un po’ limitate.

Quando si usa Huawei Watch GT 3 Pro con iPhone, è possibile rispondere alle chiamate direttamente dal polso, si ricevono le notifiche dei messaggi, ma non sono interattive.

Non è possibile installare applicazioni di terze parti e non esiste alcun software di navigazione utilizzabile sull’orologio, per avere ad esempio assistenza in moto o in bicicletta.

Inoltre, sempre nel caso in cui si usi Huawei Watch GT 3 Pro con iPhone, non c’è supporto per applicazioni di terzi per il fitness, come strava o Google Fit, non si possono utilizzare applicazioni musicali come Spotify. Non è possibile inoltre usare Siri, l’assistente di Google oppure Alexa.

Huawei Watch GT 3 Pro, i pulsanti laterali

Come è fatto Huawei Watch GT 3 Pro?

La struttura del nuovo Huawei Watch GT 3 Pro rappresenta uno dei suoi punti di forza, perché il modello che stiamo provando in questi giorni è realizzato in titanio, con una protezione ultra resistente per lo schermo, che rende questo orologio estremamente resistente, capace di rispondere a qualunque tipo di sollecitazione.

Cogliamo al volo questa occasione per ricordare che l’altro modello disponibile di Huawei Watch GT 3 Pro da 43 mm è il primo al mondo nella categoria smartwatch realizzato in ceramica.

Andando oltre la sua struttura, possiamo affrontare la scheda tecnica di Huawei Watch GT 3 Pro, che parte dal suo peso di 54 g. Il quadrante è protetto da vetro zaffiro, la casa è in titanio, la parte posteriore che alloggia i sensori e invece in ceramica.

Huawei Watch GT 3 Pro ha una certificazione IP 68, con una resistenza garantita fino a 30 m di profondità, il suo schermo AMOLED presenta una diagonale da 1,43″, con una risoluzione di 466 × 466 pixel.

Il sistema operativo di Huawei Watch GT 3 Pro è HarmonyOS 2.1, soluzione che ci permette di dare uno sguardo al futuro di Huawei, ma che oggi rappresenta anche un limite importante, perché la disponibilità di applicazioni da installare sull’orologio è davvero molto limitata.

Qui usciamo dalla scheda tecnica di Huawei Watch GT 3 Pro per raccontare l’esperienza d’uso: questo orologio per noi è semplicemente strepitoso, ma questa valutazione vale per coloro che non hanno la necessità di installare molteplici applicazioni e di usare lo smartwatch per i dispositivi di smart home. Per intenderci, non sarà possibile fare ciò che invece è normale su Apple Watch, ovvero rispondere al citofono, aprire la porta di casa, regolare la temperatura sul termostato, controllare le videocamere di sicurezza, direttamente dal proprio polso.

Per tornare alla scheda tecnica e completarla, possiamo raccontare che Huawei Watch GT 3 Pro dispone di accelerometro, giroscopio, barometro, misuratore del battito cardiaco, bussola, misuratore dell’ossigenazione del sangue e termometro, oltre ad essere capace di misurare la pressione esterna, calcolando di conseguenza profondità quando ci si immerge.

La batteria di Huawei Watch GT 3 Pro ha una capacità di 530 mAh, si ricarica in modalità wireless con lo standard QI, garantisce una durata di almeno una settimana indipendentemente dalle condizioni d’uso, ma quando si fa un uso moderato di questo smartwatch si può arrivare addirittura a due settimane con una singola carica.

Gli ultimi dettagli della scheda tecnica di Huawei Watch GT 3 Pro comprendono invece il trasmettitore Bluetooth, quello NFC e i sensori di posizione GPS, GLONASS e Galileo.

Difficile invece comprendere la scelta di non aggiungere il Wi-Fi ai servizi per il collegamento di Huawei Watch GT 3 Pro.

Per poter valutare uno smartwatch, ora che il mercato è particolarmente vasto e le proposte sono molto numerose, bisogna scendere in alcuni dettagli, come il numero dei fotodiodi di cui è dotato il sensore biometrico: Huawei Watch GT 3 Pro ha un sensore di nuova generazione con 8 fotodiodi.

Altro dettaglio importante è quello del GPS, che opera con un sistema dual band con cinque antenne di ricezione, lo stesso che era installato sul modello Huawei Watch GT Runner.

Huawei Watch GT 3 Pro, le applicazioni

Come funziona Huawei Watch GT 3 Pro?

Per la recensione di Huawei Watch GT 3 Pro, abbiamo usato il modello che ci è stato fornito per la prova nelle più disparate condizioni, trovandolo sempre gradevole e reattivo, ma soprattutto molto preciso nella misurazione delle attività sportive.

La vera mancanza di Huawei Watch GT 3 Pro sta nel fatto che una delle sue funzioni più importanti, l’elettrocardiogramma, non è disponibile in Europa perché non è ancora certificata e l’azienda non ha saputo fornire una previsione su quando questo potrà accadere.

In tutta onestà, andando oltre la struttura in titanio, non abbiamo trovato particolari differenze tra Watch GT 3 Pro e Watch GT Runner, sì sono praticamente lo stesso prodotto, ma con qualche leggera differenza, ad esempio quella relativa alla capacità di misurare lo swing nel golf.

La funzione di tracciamento delle attività sportive è molto completa, ci sono decine di discipline che si possono misurare, con tantissimi dettagli, come la personalizzazione della lunghezza di una piscina quando si misura una sessione di nuoto.

Huawei Watch GT 3 Pro, uno dei quadranti disponibili

Quando si usa Huawei Watch GT 3 Pro per monitorare le attività sportive, il suo funzionamento è davvero ineccepibile, il GPS viene agganciato molto velocemente, ci sono più di 100 discipline tra cui scegliere e ci sono diversi quadranti in grado di mostrare in tempo reale le informazioni sull’allenamento in corso.

Molto carina anche l’opzione per cui man mano che si svolge un allenamento vengono trasmessi messaggi vocali con aggiornamenti sui propri progressi: durante una sessione di bicicletta, ad esempio siamo stati avvisati progressivamente sul numero di chilometri fatti, sulla frequenza del battito cardiaco e su altri dettagli relativi all’allenamento.

Curiosa la soluzione Huawei Living Shamrock, nome per cui in un mondo ideale gli ideatori sarebbero perseguiti e puniti per legge. Questa applicazione aiuta a tenere sotto controllo i propri progressi nel corso della giornata con tre foglie che si riempiono man mano svolgiamo le nostre attività.

Abbiamo sottolineato come il display di Huawei Watch GT 3 Pro sia splendido per la sua luminosità e per la sua qualità, è un vero peccato che è un pannello di questo tipo debba convivere con i quadranti disegnati da Huawei, che dal nostro punto di vista non sono all’altezza delle altre caratteristiche di questo smartwatch.

Huawei ha siglato ora un accordo con IED (Istituto Europeo del Design) per sviluppare nuovi quadranti, aspettiamo con impazienza il risultato, nella speranza che possa dare finalmente giustizia alla qualità di questo display.

Huawei Watch GT 3 Pro, la misura da 46 mm

Quanto dura la batteria di Huawei Watch GT 3 Pro?

Huawei dichiara che la batteria di Huawei Watch GT 3 Pro dura 14 giorni quando si usa il modello da 46 mm, mentre il modello più piccolo da 43 mm, la cui vera differenza sta proprio nella dimensione della batteria, promette un’autonomia di sette giorni.

Nell’uso molto intenso fatto per preparare la recensione di Huawei Watch GT 3 Pro, abbiamo potuto riscontrare una performance leggermente diversa, con un’autonomia intorno ai 10 giorni, ma non abbiamo indossato l’orologio per il monitoraggio notturno del sonno. Si può supporre che aggiungendo quel tipo di attività, l’autonomia sarà di circa sette giorni.

Parliamo di un risultato inferiore a quello promesso, ma comunque di tutto rispetto se confrontato con molti dei prodotti concorrenti.

Quanto costa Huawei Watch GT 3 Pro: prezzo e disponibilità

Huawei Watch GT 3 Pro è già disponibile in Italia, il prezzo varia a seconda del modello, con notevoli differenze, perché la versione con cinturino in titanio da 46 mm viene venduta a 499 €, quella da 43 mm con cinturino in ceramica a 599 €, l’orologio da 46 mm con cinturino in gomma, anche se la definizione sarebbe fluoelastomer, costa invece 369 €, che p lo stesso prezzo richiesto anche per la versione con cinturino in pelle, quella che abbiamo provato per la nostra recensione.

Fino alla fine di giugno, Huawei propone un codice sconto per ridurre di 70 € il prezzo di acquisto sul suo sito ufficiale.

Huawei Watch GT 3 Pro, gli anelli degli esercizi

Recensione Huawei Watch GT 3 Pro, le nostre conclusioni

Al termine della nostra recensione di Huawei Watch GT 3 Pro possiamo esprimere il pensiero che consideriamo questa versione dell’orologio più vicina al mondo del lusso che non al concetto di “Pro”.

Rimane in ogni caso uno smartwatch stupendo, con qualità ineccepibili per quanto riguarda i materiali con cui è costruito, le sue funzionalità e anche il rapporto tra prezzo e prestazioni.

Questo orologio intelligente è un’ottima scelta per chi possiede uno smartphone Android, con cui si combina alla perfezione, ancora meglio si si usa un telefono Huawei, perché in questo caso l’interazione è ancora più funzionale. Consideriamo invece troppo limitante l’esperienza con iPhone, il cui compagno di vita naturale rimane Apple Watch.

L’unica vera alternativa sul mercato, per arrivare ad un simile livello di qualità, è rappresentata dal Samsung Galaxy Watch 4. Tutto quello che si trova sul mercato di marchi e modelli differenti rimane un gradino più in basso, rispetto a questa proposta di Huawei.

Huawei Watch GT 3 Pro 46 mm
Uno smartwatch con una struttura del quadrante in titanio nella sua versione più grande, mentre il quadrante della versione più piccola è realizzato in ceramica. Ci sono tutti i sensori del mondo, addirittura più di 100 attività sportive che si possono monitorare, ma bisogna convivere con i limiti del sistema operativo, che ha poche applicazioni compatibili.
Pro
+ Qualità costruttiva
+ Durata della batteria
+ Velocità del GPS
+ Numero di attività monitorate
Contro
– Non funziona ECG in Europa
– Il modello da 43 mm è solo in ceramica
– Poche app supportate

I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.