Switch to Android compatibile con tutti gli smartphone | Podcast

Luca Viscardi30 Giugno 2022
Switch to Android
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: qualche giorno fa vi abbiamo raccontato di come Apple stia migliorando la migrazione da Android verso iPhone, ora arriva la risposta di Google che rende l’applicazione switch to Android disponibile per tutti i cellulari con Android 12.

Huawei ha lanciato le sue novità nel mondo dello smart Office, nuovi computer nuovi auricolari con altissima qualità audio.

Trascrizione automatica del podcast

In realtà partiamo anche dal ricordarvi che questo appuntamento ha visto il gadget Deli e realizzato in collaborazione con Honor Magic quattro, però l’ultimo arrivato di casa Honor è contraddistinto da l’iconico design simmetrico che si chiama di Eye of Muse e con un display migliorato per un’esperienza visiva davvero davvero super.

Un display con una leggibilità e una luminosità da primato e poi un comparto fotografico con foto e video di qualità superiore. E anche le prestazioni sono davvero altissime, grazie alla combinazione tra processore, uno dei migliori del mercato, e l’ottimizzazione del software Honor. Magic quattro però porta Honor a un livello davvero nuovo, conquistando la fascia premium del mercato e insieme ad Honor andiamo a raccontarvi che proprio gli smartphone di Honor sono interessati dalla prima novità di oggi, quella di Switch to Android, l’applicazione che serve per passare da iPhone ad un telefono del mondo di Google. Ora questa applicazione non sarà disponibile solo per i pixel, ma per tutti gli smartphone con Android dodici.

A proposito di questo, anche l’applicazione Emergenze Personali, che è in grado di riconoscere le situazioni di pericolo e di comportarsi di conseguenza, ad esempio chiamando i soccorsi. Ebbene, emergenze personali sarà presto disponibile per tutti gli smartphone Android e non solo i pixel. C’è un’altra novità importante BM V ha confermato l’adozione di Android Automotive per l’infotainment delle sue automobili. La compatibilità d’azione sarà terminata entro il 2023, ma questo ancora non ci dice se il significato di questo comunicato è che anche le auto già in circolazione saranno aggiornate. Purtroppo al momento non è dato sapere.

Oggi iPhone compie 15 anni, il 30 giugno del 2007. E la prima presentazione ufficiale di Steve Jobs. A distanza di così tanto tempo, un prototipo mai arrivato sul mercato viene venduto al prezzo di 500.000$. Tra l’altro, proprio in queste ore arriva notizia che anche il Brasile ha cominciato la procedura per rendere obbligatorio il connettore USB-C, che quindi necessariamente vedremo sui prossimi modelli di iPhone e visto che si parla dei prossimi modelli.

Ieri sono arrivate le foto dello Xiaomi 12 Lite, un design simile a quello del capofila dello Xiaomi 12. Il prezzo, ovviamente, sarà estremamente più competitivo. Ieri c’è stato un appuntamento importante che Huawei ha invitato a Berlino molti addetti dell’informazione, anche noi dove sono stati presentati i nuovi computer, il matebook 16s e poi il nuovo MacBook D16.

Quindi due prodotti di fasce completamente diverse. A questi si affianca anche il nuovo modello di auricolari. Si chiamano Huawei FreeBuds Pro 2, molto interessanti perché hanno molte caratteristiche tecniche uniche sul mercato. Ultima notizia che vediamo oggi è quella di Snapchat, che ha presentato un nuovo servizio che si chiama Snapchat Plus, che un po come Twitter blu offre delle funzioni premium agli utenti che hanno voglia di spendere qualche dollaro al mese per l’abbonamento.

Abbiamo qualche dubbio sul fatto che possa essere davvero un grandissimo successo, però oggi abbiamo terminato, se volete ci risentiamo domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.