Google Nest Indoor Cam: come installarla e configurarla

Luca Viscardi14 Marzo 2017
Google Nest Indoor Cam: come installarla e configurarla

Sto provando da diversi giorni la nuova Google Nest Indoor Cam: ecco come installarla e configurarla, in modo davvero semplice ed immediato.

Il nome completo del prodotto sarebbe Nest Indoor Cam Security Camera, ma per praticità la chiameremo Indoor Cam, per distinguerla da un altro prodotto di cui vi parlerò più avanti che serve invece per il monitoraggio in esterna.

google nest indoor cam
google nest indoor cam

La confezione della camera è molto semplice: nella scatola trovate la webcam, un cavo di alimentazione e l’adattatore per la presa elettrica, che è tutto ciò che vi serve perché funzioni, il resto avviene con il collegamento senza fili alla rete domestica e poi userete la app per governare le diverse opzioni.

In primo luogo scegliete il punto in cui volete piazzare la vostra Nest Indoor Cam: ricordatevi che il punto prescelto deve essere in prossimità di una presa di corrente, necessaria per il funzionamento della cam.

A quel punto scegliete come volete installarla: potete semplicemente appoggiarla su un mobile, o su una superficie piana, oppure sfruttare la base della cam per fissarla al muro o ad un mobile.

google nest indoor cam supporto
google nest indoor cam supporto

Una volta alimentata, accedete all’applicazione Nest che trovate su Android e iOS, quindi scegliete l’icona in alto a sinistra delle impostazioni e quindi aggiungi prodotto. Potete farlo dopo aver attivato un account Nest, che vi servirà per accedere ai vostri servizi quando cambiate telefono.

Dovrete inquadrare con la vostra fotocamera dello smartphone (o tablet) il codice QR che sta dietro la vostra Nest Indoor Cam e nel giro di pochi secondi le immagini appariranno on line dentro la app che state usando.

A quel potrete invitare altri elementi della vostra famiglia ad aderire al vostro account per accedere alle cam indoor, outdoor ed eventualmente anche ai termostati che avete in uso (anche uno solo se vi basta…)

Dalle impostazioni della fotocamera sarà possibile quindi scegliere quando attivare la webcam: una delle impostazioni più comode è quella che vi permette di spegnere la camera in automatico quando qualcuno della famiglia torna a casa, semplicemente leggendo la posizione dello smartphone.

google nest indoor cam in posizione
google nest indoor cam in posizione

Le immagini vi arrivano in tempo reale sul telefonino, potete anche attivare notifiche nel caso in cui vengano rilevati movimenti davanti alla camera, ma vi consiglio di attivare l’opzione che limita gli avvisi a quando non c’è nessuno in casa.

Nest offre anche il servizio Nest Aware che vi permette di registrare le immagini della vostra webcam e di riguardarle quando volete anche in time-lapse.

Il servizio è un extra a pagamento, che potete scegliere anche dopo l’acquisto, ma solo se lo volete, non esiste alcun obbligo; alla prima installazione di Nest Indoor Cam verrà avviata una prova gratuita di 30 giorni per vedere come funziona.

 Se deciderete di abbonarvi il costo sarà di 10 euro al mese se volete dieci giorni di registrazioni conservate, salirà a 30 euro mese se volete che resti registrata un’intera giornata. Optando per il piano annuale potrete scegliere tra 100 e 300 euro.

Ma sottolineo che questi sono costi accessori non obbligatori.

La Nest Indoor Cam Security Camera è in vendita nel Google Store e nella grande distribuzione a 199 euro, presto si troverà nei negozi di Wind con una formula di vendita a rate.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.