Elon Musk ancora licenziamenti, in diretta su Twitter | Podcast

Luca Viscardi16 Novembre 2022
Twitter

Podcast Mister Gadget Daily: non riusciamo a liberarci da racconti surreali che riguardano Twitter ed Elon Musk, ora per licenziamenti in diretta dopo un litigio pubblico con un dipendente.

Sony sta cominciando a lavorare su NFT e blockchain il futuro di PlayStation, sono stati registrati alcuni brevetti per questo tema. Contemporaneamente, Microsoft sospende il progetto di una consolle per i soli giochi in streaming, il costo del prodotto era troppo alto.

Un fan di Apple spendere una cifra assurda per comprare i sandali di Steve Jobs.

Trascrizione automatica del podcast

Buongiorno, questo e Mister Gadget del notiziario quotidiano dedicato alla tecnologia sono Luca Viscardi. È un piacere per me dirvi che questa settimana realizziamo questo appuntamento in collaborazione con Honor che ha già lanciato le offerte per il suo Black Friday sul sito HiHonor.Com, Offerte che dureranno fino al 30 di novembre e che riguardano gli smartphone, i computer e anche gli smartwatch. Attenzione in particolare a Magic Book 14 e a Magic Book 16 a prezzo davvero speciale e Honor Magic quattro Pro che viene proposto a 799 anziché 1.099€. Ho dato un occhio su HiHonor.com.

Cominciamo dunque con le notizie di oggi proprio da Twitter, che insomma vuole rimanere al centro dell’attenzione in queste settimane. Non sempre per questioni positive. In questo caso sono molteplici le notizie. Elon Musk, intanto, nel corso del fine settimana ha licenziato un ingegnere che ha avuto il coraggio di smentirlo pubblicamente.

Proprio sulla stessa piattaforma di Twitter, Elon Musk aveva chiesto scusa per la lentezza su Android, adducendo alcune motivazioni tecniche. Un ingegnere che si chiama Fraunhofer ha risposto che quello che aveva scritto Elon Musk era sbagliato. C’è stato un battibecco pubblico sul social network, dopodiché l’ingegnere è stato licenziato. Stessa sorte che è capitata anche ad un ingegnere donna che si chiama Sasha e che è stata licenziata proprio per aver polemizzato con le scelte di Elon Musk.

Non solo perché TheVerge, insomma, una testata molto prestigiosa nel mondo della tecnologia, fa sapere che Elon Musk sarebbe stato avvisato dei possibili rischi legati alla vendita del bollino blu del bollino della verifica. Elon Musk ha ignorato queste questi consigli, salvo poi tornare sui suoi passi. E non solo perché le noie di Twitter paiono non finire mai. Nella giornata di ieri ci sono stati grossi problemi all’autenticazione a due fattori alcuni utenti non riuscivano ad entrare nella piattaforma.

Si può rompere l’internet per vendere dei biglietti online? Pare di sì, perché il sito di Ticket Master ieri è andato in crash per la prevendita dei biglietti per il tour di Taylor Swift. E questo ci dice quanto grande e quanto importante sia questo questo artista. Negli Stati Uniti i ticket master subito dopo l’inizio della vendita è andato in crash. Ci sono volute diverse ore perché tornasse a funzionare.

Ci sono delle novità che riguardano la PlayStation, perché il team di sviluppo della consolle di Sony starebbe guardando anche agli NFT e alla blockchain per le prossime evoluzioni, attraverso, tra l’altro, dei nuovi brevetti che sono stati registrati mentre PlayStation lavora l’introduzione degli effetti sulla consolle.

Microsoft ha stoppato invece i lavori per il progetto Keystone, una consolle dedicata solo ai prodotti con cui giocare in streaming. Un po come, insomma, voleva fare Google Stadium. Ecco, diciamo che quella non è ancora un business particolarmente florido. Secondo i dirigenti di Microsoft quella consolle costava troppo rispetto a quello che offriva ed è per questo che il progetto per il momento è stato stoppato.

Una curiosità un fan di Apple ha pagato 218.750$, un paio di sandali usati da Steve Jobs. Questa sì che si chiama passione per il marchio. Marchio che tra l’altro, nella giornata di ieri ha distribuito un’altra versione beta dei suoi sistemi operativi. Quindi ci avviciniamo ad un ulteriore importante aggiornamento per iPhone, iPad e per i computer Mac. Se ne parlerà per i primi giorni di dicembre. Per oggi abbiamo terminato. Se volete, noi ci sentiamo domani.


Potrebbe interessarti anche:



Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.