Sogei nega attacchi hacker, polemiche per gli aumenti Amazon Prime | Podcast

Luca Viscardi27 Luglio 2022
Sicurezza informatica cybersecurity
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: Sogei, società che gestisce l’infrastruttura informatica delle agenzie di Stato, nega che l’Agenzia delle Entrate abbia subito violazioni informatiche e furti di dati. Bisognerà verificare l’attendibilità di queste dichiarazioni.

Grosse polemiche per l’aumento dei prezzi di Amazon Prime, secondo le associazioni dei consumatori una percentuale di incremento così alta non è giustificabile.

Cresce la rete dei caricatori Tesla in Europa, l’aumento in Italia è però molto contenuto.

Trascrizione automatica del podcast

Torniamo sulla vicenda dell’hackeraggio da parte del gruppo Lookout. Perché dopo l’allarme di ieri sui 78 gigabyte di dati rubati alla nostra agenzia delle Entrate, Sogei dice che non c’è stato alcun tipo di attacco, ma soprattutto non c’è stata alcuna violazione. Agenzia delle entrate ribatte la stessa posizione di Sogei. E in effetti alcuni esperti hanno cercato di analizzare quei piccoli dati, frammenti di dati che sono stati comunicati dall’ospite e qualche dubbio viene vicenda non ancora chiusa. Terremo ovviamente sotto controllo gli sviluppi.

Oggi, però, al centro dell’attenzione c’è soprattutto il tema di cui avete sicuramente letto del rincaro abnorme di Amazon Prime in Italia, che passa da 36 a 49,99 euro al mese, è un rialzo veramente molto significativo di circa il 37%, percentuale più, percentuale meno. Un rincaro che, secondo il Codacons, è ingiustificato perché ben superiore all’inflazione. Però ricordiamo che ci sono alcuni paesi del mondo dove Amazon Prime, con tutti i servizi che sono inclusi, va oltre i 100$. Quindi dobbiamo prepararci all’idea che attendere anche noi andremo verso una cifra di quel genere, il che non vuol dire che sia giusto che sia giustificato, ma che insomma, proporzionalmente rispetto a quanto viene offerto in altri paesi, probabilmente qualche cosa a cui dobbiamo essere preparati.

Google Workspace sta finalmente adattando le sue applicazioni ai tablet Android. Fino ad oggi usare le applicazioni ufficiali di Google Workspace su tablet significava avere le stesse applicazioni dello smartphone semplicemente con uno zoom più grande. Ora finalmente arriveranno invece delle versioni dedicate che sfrutteranno meglio lo spazio. Rubiamo per un attimo il lavoro a Mister Gadget eWheels, il nostro podcast dedicato al mondo della mobilità sostenibile e per segnalare che arrivano nuovi 1000 Supercharger in Europa. Noi non siamo tra i paesi con la crescita maggiore, perché da noi ne arrivano solo 48 in più. In Francia invece, addirittura ne verranno installati 260. Però questo vuol dire che la rete di Tesla continua a crescere.

Non c’entra niente con le auto elettriche, ma vi segnaliamo che un missile fuori controllo della Cina cadrà sulla Terra questa settimana. Non dovrebbe essere un pericolo per il nostro territorio, però. Insomma, tutto sommato questo genere di vicende lascia sempre un po con il fiato sospeso.

Domani, invece, appuntamento importante, uno di quelli rilevanti nel corso di quest’estate. Perché Asus presenterà il nuovo ZenFone nove? Abbiamo già visto alcune immagini teaser. Abbiamo visto soprattutto il fatto che manterrà un formato particolarmente compatto, quindi sarà uno dei pochi telefoni veramente ridotto nelle dimensioni ma particolarmente potente.

Si torna a parlare anche di Galaxy S23 che è ancora molto lontano ma anche molto tempo per il suo lancio, ma probabilmente manterrà un modulo periscopio da dieci megapixel. Oggi diciamo questo, domani diremo il contrario, tanto quando arriverà il giorno del lancio dello smartphone, probabilmente non ci ricorderemo di tutti questi dettagli. Sappiamo invece che è molto più vicino l’appuntamento del 10 agosto per il lancio dei nuovi prodotti pieghevoli.

Infine, un’ultima notizia che riguarda il mondo di Netflix The Gray Man è il film più costoso della storia della piattaforma, avrà già un sequel e uno spin off è stato deciso in questi giorni dopo l’accoglienza del titolo sulla piattaforma. Ebbene, per oggi noi abbiamo terminato. Per quanto riguarda il mondo della tecnologia, oggi finiamo qui, se volete Mister Gadget Daily torna domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.