L’Agenzia delle Entrate violata da hackers che rubano 78 gb | Podcast

Luca Viscardi26 Luglio 2022
agenzia delle entrate
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: Incredibile violazione di sicurezza all’Agenzia delle entrate, a cui il collettivo Lockbit sottrae 78 gb di dati.

Quando diciamo incredibile, ci riferiamo al fatto che questo dovrebbe essere una delle infrastrutture più sicure del nostro paese.

Alcuni utenti lamentano problemi di sicurezza al sensore per le impronte digitali del Google Pixel 6a, ma non abbiamo saputo replicare il problema segnalato.

La Juventus torna sui suoi passi e abbandona Konami eFootball.

Trascrizione automatica del podcast

probabilmente avrete visto la notizia delle ultime 24 ore, quella cioè del gruppo di hackers che si chiama Lock Bit, che dice di aver sottratto 78 gigabyte di dati e presto fornirà le prove di essere in possesso di queste informazioni riservate. Quella dell’Agenzia delle Entrate dovrebbe essere uno dei siti più protetti d’Italia. La facilità con cui è stato bucato, sempre che questa cosa sia davvero avvenuta, dovrebbe preoccuparci. Avrei una preghiera per gli hackers se ci sono dei dati riservati che mi riguardano, se riescono a cancellarli e farli sparire, io sarei anche tutto sommato contento. Al di là delle stupidate. Bisogna vedere insomma quali saranno i riflessi riguardo a questo elemento della sicurezza di un centro strategico come quello dell’Agenzia delle Entrate.

A proposito di sicurezza, si parla in queste ore anche di Google Pixel 6a, perché in alcuni modelli avrebbe un problema relativo al sensore delle impronte digitali che sbloccherebbe il telefono anche usando dita non registrate. Uso il condizionale e dico solo alcuni modelli, perché stiamo provando Google Pixel sei proprio in questi giorni, ma non abbiamo riscontrato questo tipo di problema. Ho fatto provare proprio a diverse persone con diverse impronte digitali e il telefono è rimasto bloccato.

A proposito di pixel, bisogna segnalare tra l’altro che proprio in queste ore, per il momento solo negli Stati Uniti, il Widget at Glance, quindi quello che permette di vedere in un colpo d’occhio le informazioni principali sul proprio calendario e le informazioni meteo, ora segna anche la qualità dell’aria.

Domani sarà una giornata importante perché Huawei ha fissato un appuntamento, quello del 27 di luglio, in cui lancerà Harmony o S3. E una delle novità principali sarà quella dei widget. Nella schermata di blocco è stato anticipato direttamente da Richard Yu CEO di Huawei. Attendiamo domani la conferma.

Chi invece ha dato notizia importante sono Apple e Koss, che hanno deciso di terminare la loro battaglia legale che andava avanti un po da tempo per dei brevetti legati ad Airport. Evidentemente è stato trovato un accordo perché la causa è stata cancellata da entrambi i contendenti.

Novità importante per gli utenti di XBox Series X e S, perché c’è una novità una nuova versione del software che farà avviare la console molto più velocemente e per coloro che usano le consolle C’è una notizia importante torna la Juventus in Fifa 23, mancava dal 2019, quando aveva siglato un accordo con Konami. Ora invece c’è il ritorno con EA Sports.

Novità importante anche per MediaTek, che ha siglato un accordo con Intel che produrrà in Europa e negli Stati Uniti i processori per aumentare la capacità produttiva di MediaTek, che invece in Asia si affida a TSMC. Questo ovviamente aumenterà il numero di processori disponibili per il produttore MediaTek.

A proposito di processori, il prossimo iPhone 14 non avrà un processo a quattro nanometri, ma verranno fatte una serie di migliorie per cui iPhone 14 Pro, l’unico che probabilmente avrà il nuovo processore a 16, risulterà il più veloce in assoluto al mondo. Aspettiamo di vedere i benchmark per avere una conferma.

Già che parliamo di smartphone vi diamo un’ultima notizia. Per la giornata di oggi è arrivato un nuovo smartphone di Real. Mi si chiama C30. Costa poco, ma le rinunce a cui dovrete sottostare, compresa quella ad esempio della USB-C, perché c’è ancora un vecchio connettore con la vecchia micro-USB. Insomma, le rinunce sono veramente tante, non sappiamo se ne vale veramente la pena. Oggi abbiamo terminato, se volete ci risentiamo domani


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.