Twitter ritorna sui suoi passi e accetta l’offerta di Elon Musk

Luca Viscardi26 Aprile 2022
twitter Elon Musk
Listen to my podcast

Dopo il lungo tira e molla di queste settimane, Twitter ritorna sui suoi passi e decide di accettare la proposta di Elon Musk per la cessione dell’azienda.

Twitter accetterà l’offerta di Elon Musk, sono stati svelati i dettagli, con il valore di 54,20 dollari per azione e un prezzo complessivo di 44 miliardi di dollari.

Trascrizione completa del podcast

Buon martedì, buona settimana in generale e se state tornando alla vostra routine settimanale, noi vi accompagniamo con il notiziario dedicato al mondo della tecnologia. Si parte da Twitter.

L’avrete letto in ogni angolo della Terra. In questi giorni, insomma, dopo grandi pressioni degli azionisti, il board di Twitter ha deciso di riconsiderare l’offerta di Elon Musk, partita da 40 miliardi, arrivata fino quasi a 44 miliardi di dollari e di accettarla. Vedremo quello che succederà poi a Twitter.

Elon Musk, tra l’altro è al centro della cronaca in questi giorni anche per la causa che lo oppone ad alcuni azionisti di Tesla, in cui viene svelato il fatto che c’è stata una fortissima tensione tra lo stesso Elon Musk e i regnanti dell’Arabia Saudita che gestiscono un fondo di investimento che aveva promesso di dare a Elon Musk dei soldi che poi non sono mai arrivati. Quindi in questi giorni stiamo scoprendo attraverso queste azioni legali, la corrispondenza privata tra Elon Musk e l’Arabia Saudita.

Non solo perché Starlink, società che appartiene a SpaceX per la navigazione internet via satellite, ha annunciato di aver stretto degli accordi con compagnie aeree, tra cui Hawaiian Airlines, per dare Internet ai vettori aerei quando sono in movimento, e Hawaiian Airlines ha già annunciato che il collegamento WiFi sui suoi aerei diventerà gratuito.

Tutt’altro argomento a cui ci dedichiamo. Xiaomi 12T e 12T Pro sono praticamente confermati. Verranno presentati nelle prossime settimane, saranno varianti di K 50S e di K 50S Pro, che dovrebbero essere lanciati in Cina nel giro di pochi giorni. Solo uno dei due smartphone in questione avrà un processore Qualcomm.

A proposito di nuovi lanci, il 28 aprile e quindi dopodomani verrà presentato la nuova versione di Huawei Mate Xs sarà Huawei Mate Xs 2, con un display pieghevole che si piega verso l’esterno, come abbiamo già visto in passato da parte di Huawei.

Meta, ovvero Facebook, apre il suo primo negozio fisico, sarà a Burlingame e sarà in California dentro uno dei suoi campus. Sarà possibile provare i prodotti di Oculus e provare anche i sistemi Portal e, perché no, anche gli occhiali Ray-Ban Stories; è il primo negozio fisico di meta, ma sarà probabilmente il primo di molti ed è stato annunciato direttamente da Mark Zuckerberg su Facebook.

A proposito di vendite, arriva sul mercato americano Amazon Glow, quello strumento un po strano dedicato ai bambini che in parte proiettore un po in parte un sistema per le videochiamate. Era stato presentato a settembre, arriva solo oggi sul mercato ad un prezzo promozionale di 249$.

Una curiosità XBox ha avuto il suo miglior periodo di vendite di sempre in undici anni, anzi negli ultimi undici anni, nel mese di marzo 2022, e ha incassato più denaro di switch e PlayStation cinque. È la prima volta. Ripeto che questa cosa succede in molti anni. Direi che per oggi noi abbiamo terminato il nostro appuntamento. Forse vi devo dare un’ultima notizia.

iPhone 13 e iPhone 13 Pro funzionano così tanto che Apple ha ordinato 10 milioni di unità in più per i prossimi mesi per riuscire a rispondere alla richiesta. Diciamo che per oggi è tutto, ci siamo dilungati anche troppo, se volete ci ritroviamo domani. Buona giornata.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.