Gruppo hacker chiede 5 milioni in 3 giorni a Trenitalia

Luca Viscardi24 Marzo 2022
trenitalia orari hackers
Listen to my podcast

Come già ampiamente riportato ieri, un gruppo di hacker ha attaccato con successo i sistemi di Trenitalia, che ieri è stata costretta a chiudere le biglietterie nelle stazioni e i chioschi automatici.

I responsabili dell’attacco ora hanno chiesto 5 milioni di euro di riscatto per liberare i sistemi.

  • Attacco hacker a Trenitalia
  • Ieri difficoltà per Telegram
  • Nothing annuncia il suo primo smartphone, ma ad agosto
  • Deliveroo Plus compreso con Amazon Prime
  • Honor X8 lanciato su scala globale
  • In Arizona la patente su Apple Watch
  • Apple domina mercato premium
  • Apple ammette che iOS 15.4 genera battery drain
  • Apple Card presto in Europa?
  • Rai trasmetterà tutte le partite dei mondiali in Qatar in 4K
  • Aumenta il prezzo di Starlink: 549 dollari prenotazione, 110 mese
  • iPhone car key su alcuni modelli Kia
  • Wikipedia rischia il ban in Russia

Trascrizione automatica del podcast

Oggi siamo a giovedì 24 marzo del 2022. Si parte da Trenitalia. E come diceva qualcuno, che c’azzecca Trenitalia con un notiziario quotidiano dedicato al mondo della tecnologia? Insomma, avrete probabilmente già letto, scoperto che ieri è stata una giornata campale per i servizi avanzati tecnologici di Trenitalia che sono stati spenti per evitare dei rischi di sicurezza delle reti. Ancora non sappiamo con certezza che cosa sia successo. Ovviamente in questi giorni tutti hanno cominciato a urlare agli hacker russi, ma di fatto, insomma, Trenitalia ha invitato i propri dipendenti a spegnere i computer. Le biglietterie non funzionavano, i terminali per i biglietti all’interno delle stazioni non funzionavano, però era possibile comunque acquistare i biglietti online. I problemi di ieri non hanno impattato sulla circolazione. Qualche treno cancellato qua e là, ma in linea di massima, insomma, tutto sommato è andato tutto abbastanza bene.

Ieri giornata difficile anche per Telegram, che però aveva un comportamento un po strano perché ad esempio non funzionava. Per gli utenti di Vodafone funzionava invece per utenti di altri operatori. Di fatto e per tutta la giornata è stato abbastanza complicato mandare messaggi e soprattutto inserire allegati. Ma, ripeto, non per tutti. Non sappiamo neanche in questo caso cosa sia successo.

Sappiamo invece che Nothing, società di Carl Pei, uno dei fondatori di OnePlus, ha annunciato il suo primo smartphone, che però arriverà con un sistema operativo che si chiama NothingOS Solo nel prossimo periodo estivo ci sarà un’anteprima del cosiddetto launcher e quindi della base dello smartphone Android ad aprile, ma per lo smartphone bisognerà aspettare l’estate.

Bisognerà aspettare molto meno invece per il nuovo Honor X8, che ieri è stato ufficializzato su scala globale con un display da 6,7 pollici con uno schermo, dato che arriva a 90€ con cinque fotocamere, quattro sul retro e una nella posizione anteriore. Prezzo. Per quanto riguarda il mercato arabo, dove è stato ufficializzato intorno ai 224€. Vedremo se e quando verrà ufficializzato che da noi. Molto carino il fatto che abbia delle cornici veramente molto, molto ridotte.

Due novità importanti dal mondo di Amazon. Intanto per gli utenti di Amazon Prime c’è il servizio Deliveroo Plus, che permette di ricevere i propri ordini di cibo libero gratuitamente se l’ordine è superiore ai 25€. Questo regalo dura un anno, non sappiamo se poi verrà rinnovato.

Non solo perché ieri Amazon ha annunciato anche di aver aggiornato il sistema WiFi Eero che arriva con il wi fi 6E quindi con il miglior sistema possibile.

Apple ha ammesso che iOS 15.4 genera battery drain, ma ha anche consigliato di aspettare qualche giorno perché la situazione si assesti. Pare che anche solo spegnere, riaccendere il telefono possa aiutare. Mentre l’acquisizione di una società che si occupa di credito online da parte di Apple fa presupporre che Apple Card, la carta di credito, potrebbe arrivare presto in Europa.

Notizia importante la Rai trasmetterà tutte le partite dei Mondiali in Qatar in 4K su TV Sat. Speriamo di andare a questo punto ai Mondiali.

Mentre sempre per quanto riguarda il satellite Starlight, che la società di Internet dallo spazio di Elon Musk ha aumentato i prezzi per gli ordini 549$ anche il costo mensile a 110$ al mese. iPhone arriva con il servizio Car Key su alcuni modelli di Kia. In alcuni paesi del mondo, quindi non solo su BMW.

E l’ultima cosa che vi diciamo è che Wikipedia rischia di essere bandita in Russia si sta correndo al download per avere un po di questo sapere, anche se non aggiornato nei propri computer. Insomma, noi un po di informazioni, se volete, vi riportiamo ancora anche domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.