Vendite smartphone in Europa
News vendite

Vendite smartphone in Europa: OPPO raddoppia la quota

Dando un occhio ai dati delle vendite di smartphone in Europa ci sono diversi dettagli interessanti che ci dimostrano come questo sia un mercato molto frizzante.

Come sempre, bisogna un po’ districarsi tra le decine di informazioni contrastanti, perché i dati sulle vendite smartphone in Europa arrivano da più fonti e spesso sono calcolati in modo molto diverso.

Alcune delle classifiche che vedete in circolazione riguardano il cosiddetto Sell out ovvero il numero dei prodotti che le aziende mandano verso i distributori, ma questo non significa che poi quei telefoni vengano effettivamente acquistati.

Altre misurazioni arrivano invece con dati puntuali che risultano dalle vendite effettive, grazie ad un circuito di rilevazione all’interno dei punti vendita, solo quelli di GFK.

Ci sono infine altri strumenti per rilevare le vendite smartphone in Europa e nel resto del mondo, uno di questi è agganciato alle attivazioni dei telefoni stessi.

In altri casi, invece, viene effettuata una misurazione su quali smartphone vengono utilizzati per navigare su determinate piattaforme o utilizzare determinate app.

È un sistema un po’ più rischioso, ma a suo modo attendibile perché misura l’effettivo utilizzo dei dispositivi sul campo.

In questo contesto in particolare, arrivano i dati di Counterpoint Research, che ci aiutano a capire meglio come stia andando il mercato europeo, che presenta un forte duopolio tra Apple e Samsung, la cui distanza si è ridotta significativamente.

Vendite smartphone in Europa

Alle loro spalle sta crescendo in modo significativo il marchio Xiaomi, con le sue molteplici realtà, così come ottiene un’ottima performance OPPO, che raddoppia la sua quota, ma anche OnePlus e Realme, che escono dal mucchio definito “altri” per ottenere una quota del 2%.

Crollano invece i dati di Huawei e Honor, che passano da un 15% globale all’attuale 4%, una quota che rischia di vedere queste due realtà sparire dalle nostre classifiche nel giro di pochi mesi.

Bisogna notare però anche la sofferenza degli altri marchi, perché coloro che sono raggruppati come altri hanno perso il 37% del mercato, passando dal 16 al 10% di quota.

Attenti quando guardate i numeri in percentuale, perché potrebbero essere fuorvianti, se è vero che realme è cresciuta del 183%, ma si ferma comunque al 2% di quota complessiva.

Attenzione anche al 100% in più di OPPO, perché ci riferiamo comunque ad una quota del 6%, un terzo rispetto a Xiaomi e quasi un sesto della leader Samsung.

C’è però un dato comune nelle informazioni sulle vendite di smartphone in Europa, il mercato è tutt’altro che statico e probabilmente la rivoluzione in atto non è ancora finita.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.