Quanti Apple Watch si vendono? Uno al secondo!
Prodotti Tecnologia da indossare

Quanti Apple Watch si vendono? Uno al secondo!

Se la domanda della vostra domenica è concentrata su quanti Apple Watch si vendono, possiamo dare un numero da capogiro, ovvero 1 al secondo!

Questo è il ritmo con cui si distribuiscono gli smartwatch di Apple a livello globale, con un ritmo che cresce con il passare del tempo, portando l’azienda di Cupertino ad una condizione di primato incontrastato.

Basta guardare i numeri che confrontano 2019 e 2020 per cogliere l’accelerazione che Apple Watch ha dato alle vendite, rispetto a tutti gli altri concorrenti.

Quanti Apple Watch si vendono

Come sempre, Counterpoint è uno dei soggetti più puntuali nel rilasciare dati di vendita e come potete vedere pur con la crescita di Samsung, Apple ha rosicchiato quote ad altri player del mercato salendo dal 34 al 40% da un anno all’altro.

In questo caso si parla di cifre relative all’ultimo trimestre dell’anno, mentre se dal trimestre si passa ai numeri assoluti nell’anno, la situazione è leggermente diversa.

Quanti Apple Watch si vendono

In questo caso, Samsung flette leggermente, mentre cresce in modo significativo Huawei, che ha lanciato i suoi pezzi forti prima dell’estate.

Secondo gli esperti che si occupano di analisi del mercato, il segmento della tecnologia da indossare continuerà a crescere, ma nel breve periodo questo comporterà anche un aumento dei prezzi, che però dovrebbe essere limitato nel tempo.

Come sempre, nei mercati tech, il motore di crescita viene dalla presenza di prezzi competitivi grazie alle aziende cinesi che massificano la distribuzione di alcune soluzioni innovative.

Anche per gli smartwatch e le smartband si attende un’ulteriore crescita grazie ad una disponibilità più ampia a prezzi più bassi.

In attesa di nuovi competitors, Apple Watch 6 e Apple Watch SE rappresentano un successo senza paragoni.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.