Migliori app per il servizio di bike sharing per la mobilità urbana

Redazione Web9 Novembre 2021
app-bike-sharing-mistergadget-tech

I servizi app di bike sharing presenti nelle varie città italiane rappresentano un’alternativa davvero interessante e sempre più diffusa per la mobilità urbana.

Muoversi in città non è di certo l’azione più facile, soprattutto se abbiamo necessità di muoverci rapidamente e quindi non ci si può concedere una salutare passeggiata all’aria aperta. Sappiamo anche che nelle grandi città, la macchina non è di certo il mezzo più comodo, causa traffico, assenza di parcheggio e chi più ne ha più ne metta.

Sulla base di queste informazioni è facile trovare la spiegazione del successo del servizio di bike sharing: un mezzo di trasporto rapido, comodo e veloce.

Nell’ultimo periodo si sono dunque moltiplicate le società che permettono tramite app di usufruire di servizi di mobilità condivisa. In questo caso ci concentreremo sul bike sharing. Andiamo a vedere le principali app su cui fare affidamento. 

RideMovi

RideMovi è l’ex MoBike. Il servizio dispone di una flotta di bici che chiameremo “classiche”, unite poi alla proposta di E-bike, che con la pedalata assistita consento anche ai meno sportivi la possibilità di usufruire del servizio. 

Per accedere al servizio basterà effettuare il download dell’applicazione e inserire il metodo di pagamento desiderato. Bisognerà poi attivare la localizzazione in modo tale che, aprendo l’app avrete una panoramica delle bici più vicine alla vostra posizione. 

Una volta trovata la bicicletta che volete utilizzare, scansionando il QR code potrete iniziare la vostra pedalata. Arrivati a destinazione la bici può essere lasciata nei punti di parking indicati dall’app.

I prezzi delle biciclette in bike sharing: 

  • 1€ per 20 minuti per le bici classiche
  • Ebike al prezzo di 0,20€ al minuto

Sono poi previsti degli abbonamenti mensili da 9,99€ o annuali da 79,99€ all’anno, estremamente conveniente per chi utilizza costantemente il mezzo.

In italia le città in cui è presente RideMovi sono Bologna, Caorle, Firenze, Imola, Lignano Sabbiadoro, Mantova, Milano, Padova, Pesaro, Pisa, Reggio Emilia, Roma, Santa Margherita Ligure, Torino, Vicenza, Venezia.

L’app è scaricabile per telefoni Android e iOs.

BicInCittà

BicInCittà è sicuramente uno dei servizi di bike sharing più diffuso in Italia. L’app è disponibile per telefoni Android e iOs. 

Questo servizio di bike sharing è disponibile in oltre 100 città italiane anche  in Svizzera e in Spagna.

Anche in questo caso per avere l’accesso al servizio basterà registrarsi al portale, inserire i dati tra cui l’indirizzo a cui ricevere l’abbonamento. Dopo aver effettuato la registrazione potrai controllare le disponibilità di mezzi nelle vicinanze, sbloccare le bici e muoverti liberamente. 

Lime

Lime è uno dei servizi di bike sharing più “giovani d’età”. 

Di questa app avevamo parlato in un nostro precedente articolo che vi invitiamo a leggere.

Il servizio mette a disposizione uno schieramento bici elettriche a flusso libero. Anche in questo caso, dopo aver effettuato la registrazione al servizio di bike sharing, ti basterà scansionare il codice QR presente sul manubrio per sbloccare la tua bicicletta. 

Le e-bike Lime saranno disponibili al costo di 1 Euro per lo sblocco 0,23 centesimi per ogni minuto di utilizzo, oltre ai diversi piani tariffari. Le tariffe sono variabili in base ai giorni della settimana.

L’app è disponibile per Android e iOS. 

Lime-biciclette-elettriche-monopattini-elettrici-Uber

Swapfiets

Swapfiets al contrario dei precedenti non è propriamente un servizio di bike sharing. Swapfiets è il primo servizio di noleggio a lungo termine di bici e mezzi di micromobilità.

Il punto di forza di questo servizio è che le bici non sono in condivisione, ma ad uso esclusivo e personale del singolo utente per tutta la durata dell’abbonamento.

Le sue bici sono riconoscibili grazie alla ruota anteriore azzurra che le caratterizza. 

In questo caso dunque avremo abbonamenti mensili o semestrali, e non tariffe legate al singolo utilizzo. Le tariffe sono variabili in base al mezzo scelto. Possono aggirarsi intorno ai 13 euro mensili o intorno ai 60 euro mensili.

L’abbonamento ti darà diritto ad avere in caso di necessità servizi di manutenzione, assistenza e sostituzione in caso di furto (pagando una franchigia). 

Una volta scaricata l’app potrai scegliere la città, il modello di bici desiderato e fissare un appuntamento per il ritiro del mezzo (puoi anche scegliere l’opzione di consegna a casa dove non sono presenti sedi fisiche di Swapfiets).

swapfiest-mistergadget-tech-bike-sharing

I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover