Per Google multa in Italia per un problema già risolto

Luca Viscardi14 Maggio 2021
Per Google multa in Italia per un problema già risolto
Listen to my podcast

Il Garante per la concorrenza ha comminato a Google una multa in Italia per una violazione relativa alla scelta del sistema di navigazione su Android Auto.

La multa di 100 milioni di euro è stata comminata, nonostante il problema sia già stato risolto da tempo. La vicenda parte da una denuncia di Enel X, ma le limitazioni contestate sono già state rimosse.

Tesla non accetta più bitcoin, mentre Google mostra i nuovi pixel 6.

Apple ha registrato crescita mostruosa nella vendita dei computer. Come sempre, vi ricordiamo che Mister Gadget Daily è disponibile anche su Smart Speaker Amazon Echo ed Echo Show, previa installazione della skill di Mister Gadget di Alexa

La multa di Google in Italia è solo una delle storie che vi presentiamo oggi nel nostro notiziario.

Trascrizione automatica del podcast

Buona giornata e buon venerdì Google viene multata in Italia per un problema già risolto.

Eccoci ancora una volta a mister gadget del notiziario quotidiano dedicato al mondo della tecnologia che oggi parte raccontandoci dei 120 milioni di multa che sono stati comminati in Italia a Google in realtà per un problema che è già stato risolto che è relativo alla scelta del sistema di navigazione con Android Auto che una volta non si poteva fare oggi la scelta si può fare ma nonostante questo le autorità italiane hanno multato Google come detto per la cifra di 120 milioni di euro tra l’altro che ha fatto parlare di sé ieri anche per le immagini che sono trapelate dai nuovi Google Pixel 6 e 6 pro che presentano un design davvero curioso vedremo se poi sarà davvero quello che abbiamo visto e a proposito di Google sta lavorando ad un nuovo sistema operativo che si chiama fuxia.

Avrà anche l’aiuto di Samsung perché userà il file system realizzato dall’azienda ma dentro questo nuovo sistema operativo ci sarà un po anche della tecnologia coreana.

E già che parliamo di Samsung segnaliamo che ormai è quasi certo il ritorno dell’azienda coreana all’utilizzo del software webOS ovvero il software di Google per il prossimo Galaxy Watch 4. Una curiosità target catena molto importante negli Stati Uniti di grande distribuzione smetterà di vendere le poche case da oggi per un problema di sicurezza perché nei giorni scorsi per accaparrarsi le scorte di una nuova edizione di queste serie di carte ormai popolarissimo da molti anni ci sono stati problemi proprio di ordine pubblico e per questa ragione vengono abbandonate le poche mancanze.

Twitter a distanza di due anni ha finalmente introdotto la ricerca dei messaggi privati anche su Android che in realtà fino a questo fino ad oggi non permetteva di fare una ricerca tra i messaggi che si erano e ricevuti solo ieri ha annunciato due nuovi controller per la PlayStation 5 uno nero e uno rosso. Potrete comprare il controller ma non la console che è ancora abbastanza introvabile.

Una curiosità Tesla ha deciso di non accettare più i Bitcoin come pagamento per le proprie automobili dicono quelli di Tesla in particolare Elon Musk che ci vuole troppa energia elettrica per le transazioni elettroniche e infine una curiosità che riguarda invece il mondo di Apple. Le vendite dei computer sono cresciuti del 94 per cento in un solo anno. Noi se volete con mister gadget ritorniamo puntuali anche domani.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.