Recensione video OnePlus 6, un altro prodotto pazzesco

Luca Viscardi23 Maggio 2018
Recensione video OnePlus 6, un altro prodotto pazzesco

Vi presento la mia recensione video OnePlus 6, un altro prodotto pazzesco, che consolida la tradizione del marchio cinese e lo consacra come una delle realtà più interessanti del mercato degli smartphone.

Il nuovo OnePlus 6 è un campione di regolarità, che non ha picchi assoluti e probabilmente non offre la miglior fotocamera del mercato, ma nel complesso è un  concentrato di tecnologia, design, velocità, affidabilità e semplicità d’uso, che pochi altri possono vantare di offrire.

Recensione video OnePlus 6

Recensione video OnePlus 6: il design è migliorato

All’occhio distratto il design può sembrare più o meno identico, in realtà è stato posta una cura nei dettagli, che è più che apprezzabile e che fa sembrare i vecchi modelli (in particolare i primi) come seconde scelte. Non ho mai apprezzato il sistema degli inviti di OnePlus e non mi sono mai strappato i capelli per i primi modelli, che secondo me avevano un po’ troppo il sapore delle catene di montaggio cinesi, mentre con i prodotti più recenti c’è più attenzione al particolare, più ricerca nelle forme e il nuovo OnePlus 6 è una sintesi di tutto questo.

Carl Pei, il capo delle aziende, ha reagito molto duramente alle critiche per l’uso molto limitato dell’intelligenza artificiale, definendola solo “marketing”: se gli si può dare parzialmente ragione, si potete forse auspicare un salto in avanti in questo segmento sfruttando le potenzialità del processore, ma se è vero che il nuovo telefono lo farà, ad esempio, nella fotocamera frontale, ottimizzando gli scatti, sarà già buona cosa.

Scusate se nella foto qui sopra c’è qualche granello di polvere, ma l’intenzione era quella di mostrarvi gli spigoli del telefono,che sono rifiniti in modo spettacolare. Questa cura dei dettagli è una delle cose che apprezzo di più.

Recensione video OnePlus 6

Recensione video OnePlus 6: cosa mi piace

La velocità è la cosa che mi piace di più del nuovo OnePlus 6, viene confermata una tradizione consolidata: se siete abituati ad alcuni brand tradizionali che usano android e personalizzano l’interfaccia pesantemente, usare questo oggetto vi darà l’impressione di volare.

Mi piace anche la nuova posizione dell’interruttore con cui cambiate le modalità audio, ma soprattutto il fatto che adesso quando lo si usa ci sia un popup che indica quale modalità state attivando. E’ un dettaglio che sembra ininfluente, ma in realtà lo si utilizza tantissimo per passare dalla suoneria alla vibrazione e poi alla modalità silenziosa: è una soluzione immediata e facile, più di dover premere mille volte sul pulsante del volume.

Ottimi passi nella fotocamera, ma non vi aspettate di fare le stesse foto che riuscireste a catturare con  un Google Pixel XL o con Huawei P20, piuttosto che iPhone X.  Di anno in anno OnePlus è migliorato molto, ma ancora non ha raggiunto il livello dei top. E’ anche vero che il software si è già aggiornato e si attende un ulteriore upgrade che andrà ad incidere su fotocamera, sia anteriore che posteriore.

Recensione video OnePlus 6: cosa non mi piace

Non c’è qualcosa che non mi piace in modo specifico: se proprio dovessi pensare a qualcosa da migliore, forse mi concentrerei sul launcher, che non trovo superlativo. Ha un sapore stock, ma non lo è del tutto, perché ad esempio non permette di mettere la barra di ricerca nel launcher, una delle novità più apprezzate di Pixel.

Non permette nemmeno di avere la barra di ricerca persistente, che sia cioè sempre visibile, per accedere in qualunque momento alla ricerca di Google; è una soluzione ancora più rilevante, se si usano le gestures sul display, si sceglie cioè di governare il proprio smartphone con movimenti simili a quelli introdotti da Apple per iPhone X. In questo modo non avete un movimento o una scorciatoia che vi porti direttamente all’assistente di Google da qualunque schermata. Nel caso in cui usiate le “gestures” per attivare l’assistente dovete per forza usare la voce, con il classico comando “Ok, Google”

Al di là del launcher, non c’è nulla che non mi piaccia in particolare di OnePlus 6; forse ha ragione chi sostiene che non ci siano novità sufficienti a giustificare un upgrade da OnePlus 5T a OnePlus 6, ma per tutti coloro che cercano un prodotto di altissimo profilo, senza però spendere una follia, questo è un compromesso spettacolare, ricco di funzionalità avanzate e con un livello di servizio di assistenza da top di gamma.

oneplus 6

OnePlus 6, in vendita anche su Amazon

Da quest’anno, i nuovi modelli di OnePlus 6 sono in vendita anche su Amazon, dove però in questo momento non si trova il modello da 64 gb con 6 gb di ram, se però state cercando il più completo con 128 gb e 8 gb di ram, potete CLICCARE QUI!


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.