Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

Luca Viscardi15 Maggio 2017
Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

Non è un prodotto particolarmente recente e probabilmente ne avrete già sentito  parlare da tempo in altre occasioni: la recensione di Canon Selphy CP1200 si potrebbe concentrare in pochissime parole, perché è un oggetto tutto sommato molto semplice da usare.

Ha alcuni limiti, che poi vedremo, ma anche il pregio di un prezzo contenuto e di un funzionamento abbastanza semplice, pur avendo una parte software con un’interfaccia un po’ fuori dal tempo.

Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

Andiamo per gradi: quello che mi piace molto è la semplicità d’uso, purché abbiate un po’ di dimestichezza con la tecnologia e le reti wireless siano un tema che non vi spaventa.

Potete stampare infatti inserendo la Selphy CP1200 in una rete domestica, quindi con l’applicazione per Android o iOS per la stampa di Canon trovate la stampante in rete ed inviate la vostra foto. Purtroppo su questo ho riscontrato qualche problema, perché in casa mia ho solo una rete a 5 ghz e per qualche misteriosa ragione Selphy CP1200 non la vede e si comporta in modo un po’ strano.

L’unica possibilità di connessione che mi è rimasta è quella del wifi Direct, che vi fa collegare direttamente alla stampante, stampando le foto con la app dedicata di Canon.

Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

Le strade per inviare files alla stampante sono diverse: avete a disposizione anche una porta per carte SD, una presa usb di tipo B e una presa USB tradizionale.

Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

Selphy è poi dotata di un attacco di sicurezza chiamato “Kensington”, mentre i comandi sono esercitati attraverso la pulsantiera superiore, con il tasto menù, tasto edit, le frecce direzionali e il tasto Ok. In più c’è un pulsante Wifi, per attivare o disattivare quella connessione.

Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

E’ importante sapere che Selphy CP1200 è compatibile sia con Windows che con Mac

La qualità della stampa è più che discreta con il solo limite che non potrete eccedere la misura di  100 x 148 mm, però potete scegliere tra diversi formati, in pollici sono 4 per , 2.1 x 3.4, 2.0 x 2.0 nel formato quadrato, oppure 3.5 x 4.7.

Non potrete scegliere altre dimensioni per le stampe, ma forse il limite più grande di Selphy CP1200 è la ridotta velocità di stampa; la soluzione di Canon è molto più lenta di quelle di altri marchi che trovate sul mercato, ma dalla sua parte ci sono compattezza, ridotto ingombro e facilità di trasporto.

Per capirci, ci vuole un minuto per stampare da una chiavetta o da una card SD, mentre per la stampa via wifi si va dal minuto e mezzo ai 2 minuti e dieci secondi. Il tempo cambia se usate il wifi diretto o la connessione attraverso la rete.

Per capire quanto costi usare Canon Selphy CP1200 per stampare le vostre foto, prendo come riferimento il pacco con 108 foto e con le cartucce colore: il costo della singola stampa è di circa 33 centesimi, inferiore a quello di 39 dei modelli di Epson.

Recensione Canon Selphy CP1200, la piccola stampante portatile

C’è anche una batteria opzionale, che costa circa 90 euro, che vi farà fare circa 50 stampe per ogni ricarica.

Il costo di Selphy CP1200 è invece più o meno di 120 euro, questa la cifra che trovate on line, mentre i pacchetti con carta per la stampa e ricariche colore costano circa 30 euro.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.