Conosci il sistema di navigazione Galileo? | Podcast

Redazione Web5 Dicembre 2023
cellulare rete satellite

Trascrizione podcast

Martedì 5 dicembre, notiziario quotidiano dedicato al mondo tech che ricomincia da Galileo. Benvenuti dunque a Mister Gadget Daily, notiziario dedicato al mondo della tecnologia e dell’innovazione. Sono Luca Viscardi.

Oggi cominciamo parlando di Galileo, non Galileo Galilei, ma del sistema di navigazione satellitare europeo che verrà rinnovato con una nuova generazione di satelliti la cui produzione è stata avviata nelle fabbriche di erbacce. Il sistema di navigazione Galileo viene già usato da tempo dalle vostre automobili, anche dei vostri smartphone. Doveva partire nel 2019, invece in realtà ha anticipato i tempi ed è già in funzione dal 2016. Ha 24 satelliti posizionati sopra le nostre teste, di cui sei di scorta con sei di scorta, quindi 30 satelliti in totale. Ora ne arriveranno dodici nuovi che si affiancheranno a quelli già esistenti. I nuovi satelliti sono più pesanti, più grossi, due tonnellate contro 700 chilogrammi, ma avranno antenne più potenti, sei logi autonomi, un sistema di propulsione completamente elettrico e aiuteranno a rendere ancora più preciso il sistema. Perché se non lo sapete è importante somma il dettaglio che rispetto al GPS il sistema di navigazione Galileo ha un margine di errore che è inferiore ad un metro che è davvero niente male.

Prima di proseguire voglio ricordarvi che questa settimana Mister Gadget e realizzato in collaborazione con Russel Hobbs e il consiglio e questo a Natale regala una friggitrice ad aria Satisfry e non pensare solo alle patatine perché puoi preparare carne, pesce e verdure con la stessa fragranza della frittura tradizionale, ma con l’ottanta per 100 di grassi in meno. E allora questo Natale regala Satisfry di Russell Hobbs a partire da meno di 80€. E ovviamente ne approfittiamo per augurarvi già buone feste.

C’è una novità importante che riguarda chi di voi usa il famigerato pezzotto. Non dovreste farlo, lo sapete, è un reato penale addirittura a guardare contenuti in streaming senza pagarli. E sappiate che ora l’attività sarà ancora più rischiosa, perché dal 7 di dicembre entra in funzione la nuova piattaforma della Serie A che andrà a bloccare i furbetti. Attenti perché, ripetiamo ancora una volta questo è un reato penale. A partire da Juve ntus Napoli verranno fatti dei controlli a tappeto per risalire alle piattaforme che fanno streaming, ma anche agli utenti che le utilizzano. Quindi uomo avvisato, si diceva una volta.

Novità importante per WhatsApp che porta un aggiornamento per gli utenti iOS per il momento, ma presto arriverà anche per Android, grazie a cui sarà possibile condividere video e foto con qualità originale. Basta orrida compressione di WhatsApp che rovina tutto. Insomma, sarà possibile condividere i contenuti con la risoluzione originale.

A proposito, oggi Samsung ha convocato i giornalisti. Non sappiamo ancora esattamente per cosa. Abbiamo qualche diciamo idea, ma ve lo confermeremo domani. Sappiate che c’è una novità importante in arrivo.

Brutte notizie invece per i dipendenti di Spotify perché è stato annunciato che verranno licenziati addirittura 1500 collaboratori, che sono circa il 17% della forza lavoro. È una decisione che viene presa per rendere più efficiente l’azienda. Ovviamente non è mai un passaggio bello da annunciare. Peraltro non è l’unico perché anche Twilio che è una piattaforma che si occupa di messaggistica essenzialmente per le aziende, ha deciso che licenzierà il 5% della sua forza lavoro sono circa 250 260 persone. Anche in questo caso purtroppo un passaggio doloroso.

Per quanto riguarda invece Gmail, un’ultima notizia se usate Gmail sul vostro tablet aggiornate l’applicazione perché c’è una nuova interfaccia che le rende più efficiente. Quando usate il tablet in orizzontale vale la pena saperlo.

Per oggi abbiamo terminato. Grazie per averci seguito fino a qui. Se volete ci risentiamo domani.


Potrebbe interessarti anche:



I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.