Recensione DJI Osmo Action 3, fino a 160 minuti di ripresa continua | Video

Luca Viscardi28 Ottobre 2022

Con la recensione DJI Osmo Action 3 ti presentiamo la nuova action cam che vuole sfidare la Here11 Black di GoPro, annunciata nello stesso giorno. Il nuovo modello di DJI, punta su una migliore gestione del calore e sulla durata della batteria.

DJI ha deciso di annunciare la sua nuova action cam nello stesso giorno scelto da GoPro per la sua Hero11 Black. La nuova Osmo Action 3 ha un obiettivo ben chiaro: sfidare la regina delle action cam e lo fa puntano sugli elementi in cui la rivale traballa un po’, come la gestione del calore e la durata della batteria.



Com’è fatta Osmo Action 3?

Osmo Action 3 porta in dote la batteria Extreme da 1.770 mAh, promettendo di resistere fino a 160 minuti di registrazione video continua. Può gestire le temperature fino a – 20 gradi e si ricarica dalla 0 all’80% in appena 18 minuti. Serve meno di un’ora per la ricarica completa. La batteria è fornita in confezione e non è richiesto alcun costo aggiuntivo.

DJI Osmo Action3

Altra novità degna di nota è la possibilità di registrare in verticale per creare contenuti pronti per la condivisione sui social network. La fotocamera offre un sistema di montaggio integrato per un aggancio facile e immediato su caschi, manubri o altro – come già visto su Action 2 – e grazie a un nuovo telaio protettivo può essere tenuta sia in posizione orizzontale che in posizione verticale.

Il nuovo sensore da 1/1,7 pollici può registrare fino a 4K a 120 fps e un nuovo sistema di gestione del calore promette una registrazione continua in 4K a 60 fps fino all’esaurimento della batteria, risolvendo il problema del surriscaldamento diffuso tra le action cam. È un dato che bisognerà testare poi sul campo.

DJI Osmo Action 3 motociclista

Se ami le immersioni, sappi che Osmo Action 3 può essere immersa fino a una profondità di ben 16 metri. DJI ha potenziato il sistema di stabilizzazione elettronica dell’immagine:

  • RockSteady 3.0 elimina efficacemente le vibrazioni della fotocamera in tutte le direzioni. Funziona fino a 4K/120fps.
  • HorizonSteady aiuta a eliminare le vibrazioni della fotocamera in tutte le direzioni e corregge anche orizzontalmente l’inclinazione a qualsiasi angolazione.
  • HorizonBalancing corregge l’inclinazione orizzontalmente entro ±45° e supporta la registrazione di video stabili a 4K/60fps.

Per il resto, troviamo un doppio touschscreen, tre microfoni, il WiFi Livestream con supporto 1080p/30fps, 720p/30fps e 480p/30fps, il supporto per webcam UAC/UVC, il supporto al controllo vocale e la compatibilità con il microfono DJI tramite USB-C e microfoni esterni tramite cavo da 3,5 mm a tipo C.


Altri contenuti che ti consigliamo:


Come funziona DJI Osmo Action 3

Come spesso raccontiamo a chi legge MisterGadget.Tech, la scheda tecnica può aiutare ad orientarsi nel mercato, ma da sola non può dare tutte le risposte relative ad un dispositivo. Ecco perché abbiamo messo a dura prova sul campo la nuova action cam, prima di realizzare la recensione di DJI Osmo Action 3: I vari test sono stati in generale soddisfacenti, per molteplici ragioni, in particolare perché sono state apportate piccole modifiche a tutte le classiche condizioni d’uso di un prodotto di questo generale, che hanno portato ad un risultato generalmente migliore.

Non abbiamo dubbi su un piccolo dettaglio, che abbiamo esplicitato anche nel nostro video: GoPro Hero11 Black rimane il prodotto da battere, ma bisogna ricordare che tra i due oggetti ci sono 200 € di differenza.

Quindi, dopo aver tolto ogni dubbio sul fatto che GoPro faccia il prodotto migliore, la vera domanda a cui rispondere è se le differenze che avvantaggiano Hero11 valgano 200 euro o meno. Questa, però, è una risposta che può dare solo ed esclusivamente chi acquista il prodotto, conoscendo le proprie aspettative e, soprattutto, le proprie esigenze.


Potrebbe interessarti anche:


Se dobbiamo pensare alle necessità di chi scrive, DJI Action 3 risponde perfettamente a tutti i requisiti necessari, a partire dalla compatibilità con il microfono esterno, ma anche e soprattutto la bontà del sistema di stabilizzazione, che è stato ulteriormente migliorato e risulta oggi particolarmente efficiente.

DJI Action 3 segna un po’ il passo quando si tratta di fare riprese con poca luce, ma riesce a compensare con la grande versatilità, data anche dalla funzionalità touchscreen sul piccolo schermo frontale, che in alcuni casi risulta davvero molto utile.

Un altro dettaglio che gioca a sfavore di DJI Action 3 è quello della definizione massima a cui può arrivare: se GoPro si spinge fino a 5.3K, DJI si ferma a 4K con 120 frame al secondo. Ma stiamo davvero parlando di un problema? Possiamo immaginare che oggi sia davvero indispensabile superare la qualità dei 4K per la ripresa? È vero che una maggiore definizione garantisce più libertà quando si passa alla post produzione, ma è anche vero che poter girare in 4K permette di avere ampio margine di manovra.

Altro elemento distintivo importante, che invece gioca a vantaggio di DJI è quello della lente frontale che si può svitare, sembra una banalità, ma in realtà è qualcosa di particolarmente comodo, perché dà la possibilità di sostituire la lente in caso di rigature ma anche di agganciare filtri, che per alcune riprese possono essere davvero molto funzionali.

Come anticipato, la stabilizzazione RockSteady è molto efficiente, con risultati ottimali sia usando DJI Action 3 a piedi, che in moto o bicicletta. Anche la stabilizzazione dell’orizzonte funziona molto bene fino ad una colazione di 45°, oltre la quale è difficile pensare di rimanere in equilibrio: il nome scelto da DJI è quello di Horizon Balancing.

Non abbiamo citato fino ad ora, ma in realtà nell’esperienza d’uso quotidiana è un dettaglio che fa una grandissima differenza, il sistema di aggancio magnetico della action cam, il migliore in assoluto che ci sia sul mercato. La combinazione di magneti e di sistema a molla per il blocco di sicurezza garantisce ottimi risultati in termini di tenuta in tutte le condizioni, ma anche di flessibilità nel passaggio da un supporto all’altro.

Il menù è facile da capire e la gestione delle varie funzioni è tutto sommato abbastanza intuitiva, grazie a movimenti sullo schermo che permetto di modificare la modalità d’uso, di vedere il girato e di controllare tutti i parametri possibili.

In modo molto semplice, grazie ad una sorta di “gabbia” che si installa intorno alla DJI Action 3, si può passare dalla modalità orizzontale alla verticale e il giroscopio adatta automaticamente l’orientamento delle riprese, senza necessità di modifiche in fase di montaggio. Molti altri prodotti girano tutto come se fossero in orizzontale e poi bisogna ruotare i video in fase di montaggio.

Sempre eccellente la resa dalla app DJI Mimo, che non solo permette di controllare la cam, ma all’occorrenza permette di scaricare i video in tempo reale e di fare montaggi guidati dall’intelligenza artificiale, che vengono realizzati grazie a template che si possono facilmente scaricare sul telefono.

Ovviamente, i più virtuosi con maggiori capacità creative, possono intervenire da soli, facendo montaggi in totale autonomia, sfruttando tutte le opzioni, che sono simili a quelle di un programma di montaggio, si possono aggiungere effetti, transizioni, testi, con il solo limite della fantasia.

Abbiamo già accennato al fatto che sia possibile collegare un microfono esterno: DJI Action 3 supporta qualunque tipo di microfono agganciato con il connettore USB-C

DJI Action 3 vs GoPro Hero11 Black, la sfida continua

Al confronto tra DJI Action 3 e GoPro Hero11 Black abbiamo dedicato un articolo, che puoi trovare cliccando su questo link. Per fare una sintesi delle sintesi, dal nostro punto di vista, GoPro Hero11 Black ha una migliore definizione delle immagini, ma DJI action 3 vince sulla stabilizzazione e sulla versatilità, con un prezzo che è di 200 euro inferiore, ecco perché siamo convinti che per la maggior parte degli utenti sia la scelta migliore, anche e soprattutto per il sistema di aggancio magnetico, che non si batte in tema di versatilità.

DJI Osmo Action 3: prezzo

Osmo Action 3 Standard Combo è già disponibile al prezzo di 359 euro. Oltre alla cam, troverai una batteria Extreme, la Cornice di protezione orizzontale-verticale, il Supporto per adattatore a sgancio rapido e il Supporto adesivo piatto.

Osmo Action 3 Adventure Combo, invece, è disponibile al prezzo di 459 euro e aggiunge altre due batterie Extreme, un altro supporto per adattatore a sgancio rapido e la custodia multifunzione per batteria.

DJI Osmo Action 3
Un prodotto estremamente versatile, con qualche limite sulla definizione delle immagini, in particolare quando c’è buio, ma compensa con ottima stabilizzazione e con una semplicità incredibile d’uso data dalla possibilità di fare riprese verticali, di poter sostituire la lente principale e di gestire un aggancio magnetico molto funzionale.
Pro
+ Durata della batteria
+ Versatilità aggancio magnetico
+ Riprese verticali
Contro
– Qualità video con il buio

I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.