Sky Showtime dal 20 settembre arriva in Nord Europa | Podcast

Luca Viscardi6 Settembre 2022
Sky ShowTime
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: Dalla collaborazione tra Comcast e Paramount nasce la nuova piattaforma di streaming Sky Showtime.

Il nuovo servizio verrà proposto all’inizio solo nella parte più a nord del continente, per poi espandersi a sud ed est, ma non ci sono per il momento progetti che coinvolgono l’italia.

Continuano a fluire i rumors sul keynote di Apple, ormai alle porte, mentre ieri sono trapelate quasi tutti i dettagli sui nuovi prodotti di Motorola.

Trascrizione automatica del podcast

Oggi si comincia da Sky perché ieri è stato fatto l’annuncio ufficiale dell’arrivo il 20 settembre in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia del nuovo servizio Sky ShowTime, che è il risultato della collaborazione tra Comcast, che possiede NBC Universal e Sky, e Paramount e Global. Questa è una piattaforma che è stata creata sulla base di Peakock dalle due grandi società appositamente per il mercato europeo. Dopo la Scandinavia arriverà l’Olanda e poi altri paesi dell’Europa. Per ora però non c’è alcun riferimento all’Italia. Noi abbiamo già il servizio Now TV su cui è stato speso molto nel tempo per il marketing. Quindi difficilmente Sky vorrà abbandonare quel marchio, ma vi aggiorneremo nel caso ci fossero indicazioni di tipo diverso.

Oggi chiude IFA a Berlino, che è partito il due. Si chiude il sei di settembre per raccontarvi tutte le novità. Avremo bisogno del tempo che ci separa dalla prossima edizione di IFA 2023, ma insomma in questi giorni sulle pagine di MisterGadget.Tech andremo ad analizzare le novità più interessanti. Ora ci proiettiamo invece verso l’evento di domani, il sette di settembre, quando ci sarà il keynote di Apple.

Arrivano un po di informazioni. Una di queste ci dice che Apple Watch Pro, di cui si parla molto in questi giorni, potrebbe avere un pulsante in più rispetto alle watch normali. Nessuno sa ancora a cosa potrebbe servire, ma questo è un dettaglio che ci dice che anche l’aspetto di Apple Watch Pro sarà un po diverso. Per altro c’è anche il dettaglio di iPhone 14 Pro, che potrebbe avere alcuni elementi dell’interfaccia differenziati rispetto ad iPhone 14 normale. Non solo perché anche la composizione delle fotocamere sarà molto probabilmente diversa, quindi 48 megapixel per il sensore principale, dodici più dodici per gli altri due sensori. Insomma, ormai 24 ore e scopriremo tutti i dettagli. Immediatamente dopo.

Giovedì, invece, arriverà l’evento di Motorola che tra l’altro si tiene in Italia per lanciare i suoi nuovi smartphone. Ieri sono trapelate le informazioni su Motorola Edge 30 Ultra e Edge 30 Neo. Ancora una volta viene confermata la fotocamera da 200 megapixel. 200 è un numero che piace molto in questo periodo, perché Naomi potrebbe produrre lo smartphone con la ricarica più veloce di sempre. Dobbiamo togliere il condizionale perché nel corso del 2023 conosceremo l’uscita HDMI 13 Ultra, che verrà distribuita questa volta in tutto il mondo con la ricarica da 200 watt che è davvero niente male.

Un po più vicino, invece, perché sono già stati lanciati sono poco M5 e poco M5 s. Sono due prodotti del mondo di Naomi che ripropongono una scheda tecnica che già conosciamo per altri prodotti del mondo Naomi ad un costo un po più competitivo, sono due prodotti che si vendono intorno ai 200€.

Ieri è stato ufficializzato per alcuni paesi anche l’arrivo del nuovo Vivo Y 22, anche in questo caso un prodotto di costo estremamente contenuto. Una curiosità Instagram, su richiesta di moltissime associazioni, in particolare associazioni dei genitori, ha bloccato l’account di Pornhub sulla propria piattaforma. Contenuti troppo espliciti per essere visti da tutti e quindi Instagram ha preso questa salomonica decisione.

Altro commento invece non c’entra niente con Pornhub riguarda Galaxy Z, Fold3 e Galaxy Z Flip3. Perché Samsung ha cominciato a distribuire in tutto il mondo gli aggiornamenti che porta i dettagli del software del modello quattro anche sugli smartphone dello scorso anno. E la stessa cosa vale per l’aggiornamento di Galaxy Watch 4 che sta per ricevere il nuovo sistema operativo, quindi webOS 3.5.

Essenzialmente avrete sul vecchio orologio le funzioni di quello che è appena stato lanciato. Bene, io direi che per oggi abbiamo terminato. Se volete puntuali, noi ci risentiamo ancora domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.