Creative Outlier Pro Recensione: batteria gigantesca con ANC

Riccardo Ferrari24 Giugno 2022
Creative Outlier Pro

Creative Outlier Pro sono degli auricolari in-ear true Wireless estremamente performanti con ANC ibrido e modalità a bassa latenza, scopriteli con noi.



Il modello Pro della serie Creative Outlier si presenta con un look nuovo davvero particolare, con gli auricolari che ora pesano sette grammi e mezzo ognuno, due grammi in più rispetto al modello Creative Outlier Air V3. La custodia di ricarica piuttosto massiccia pesa 74 grammi, il che è probabilmente dovuto in parte all’aumento della capacità della batteria degli auricolari e della custodia. I vantaggi del design e delle dimensioni leggermente più grandi, che riempiono completamente l’orecchio, forniscono un alto grado di schermatura dal mondo esterno e una vestibilità ferma e stabile. Grazie alla finitura resistente al sudore e all’acqua in conformità con lo standard IPX5, Creative Outlier Pro sono anche il compagno perfetto per l’uso all’aperto e sportivo.

Creative Outlier Pro

Durata della batteria

La durata della batteria del Creative Outlier Pro è eccezionale a 18 ore e 40 minuti per carica a volume più elevato in modalità base, mentre con la cancellazione del rumore fornisce 14 ore e 30 minuti di ascolto. Inoltre, questi in-ear possono essere completamente caricati nel case tre volte prima che sia necessaria una fonte di alimentazione esterna, dando una durata totale di oltre 74 ore in modalità standard e fino a 58 ore in modalità ANC. Tutto sommato, cifre impressionanti per quanto riguarda la batteria che non sono raggiunte da molte auricolari Bluetooth.

Se le batterie di questi auricolari sono scariche, un ciclo di ricarica richiede quasi due ore, ma è stata omessa una funzione di ricarica rapida. La custodia può essere alimentata tramite la porta USB-C o in modalità wireless tramite Qi. La riserva della batteria viene ripristinata in poco meno di tre ore tramite il cavo di ricarica da USB-C a USB-A incluso.

Creative Outlier Pro

Utilizzo

Oltre allo standard Bluetooth 5.2, Creative Outlier Pro supporta l’uso in modalità singola, ma non vengono fornite connessioni multipunto con due dispositivi contemporaneamente. L’abbinamento delle cuffie può essere fatto rimuovendole dalla custodia, che accende il sistema e lo mette in modalità di accoppiamento. Rimettere gli auricolari nella custodia di ricarica le spegne. L’accensione e lo spegnimento manuale sono abilitati tenendo le superfici sensibili al tocco verso il basso, e questo offre vantaggi perché la custodia non deve necessariamente essere portata con te, soprattutto perché le batterie delle cuffie vengono conservate se non vengono ricaricate dopo ogni utilizzo. Un’altra caratteristica positiva era che la connessione wireless ha una portata superiore alla media di 13 metri all’interno di un ambiente urbano e diverse stanze potevano essere coperte in modo affidabile.

Una volta stabilita una connessione Bluetooth, un doppio tocco sulla superficie tattile destra controlla la riproduzione, mentre l’auricolare sinistro può essere utilizzato per passare dalle modalità Basic, Ambient e ANC. Rispondere e terminare le chiamate può essere fatto su entrambi i lati toccando due volte. Toccando per tre volte il dispositivo di destra avanza verso la traccia successiva e, sul lato sinistro, questo attiva l’assistente vocale. Il volume può anche essere abbassato tenendo brevemente premuto l’auricolare sinistro e aumentandolo con la destra. L’assegnazione del controllo touch può essere regolata tramite l’app Creative in modo da poter utilizzare anche funzioni come il salto indietro durante la selezione della traccia, una buona caratteristica. Tuttavia i comandi touch a volte mi sono sembrati un po’ imprecisi e non hanno rilevato i miei tocchi.

App Creative

Oltre all’assegnazione del controllo touch, il controllo del rumore del Creative Outlier Pro può essere configurato tramite l’app (per Android e iOS) regolando la cancellazione del rumore e la modalità ambiente in cinque livelli in base all’ambiente. Inoltre, la modalità a bassa latenza può essere attivata tramite l’app e, secondo il produttore, questo dimezza l’offset tra immagine e suono. Quando è stato utilizzato il codec Bluetooth SBC, un chiaro miglioramento della sincronicità era evidente anche per film e giochi. Tuttavia, anche la portata della connessione wireless è notevolmente ridotta, motivo per cui non consigliamo la modalità a bassa latenza per l’uso quotidiano.

Un equalizzatore grafico con dieci bande e un totale di 43 impostazioni EQ predefinite è disponibile per la regolazione del suono, anche per stili musicali come “Hip-Hop”, “Pop” o “Rock”, nonché impostazioni specifiche per singoli computer e videogiochi come “League of Legends”, “Fortnite” o la serie “Call of Duty”. Vengono trattati anche vari generi come “RPG” o “simulazione di guida”. Le impostazioni personalizzate possono anche essere salvate come preset e le impostazioni EQ integrate possono essere utilizzate come base per le regolazioni personalizzate, una funzione che viene eseguita in modo intelligente.

Creative Outlier Pro

Qualità del parlato durante le telefonate

Creative Outlier Pro ha sei microfoni (tre per lato), che si dice forniscano una chiara qualità delle chiamate e una cancellazione del rumore ambientale. Nel funzionamento standard entrambe gli interlocutori si capiscono bene ed era evidente anche un filtraggio efficace anche in un ambiente piuttosto rumoroso. Tuttavia, entrambi i lati della conversazione sono stati percepiti come un po’ ovattati e mossi, il che rovina la performance. Questo non succedeva con la modalità ANC o Ambient, che di per sé offrivano una migliore qualità vocale.

Cancellazione del rumore (ANC) e modalità ambiente

La cancellazione del rumore ibrida del Creative Outlier Pro ha notevolmente attenuato il rumore statico e a bassa frequenza, in particolare durante i miei spostamenti in treno e metro, ha funzionato senza alcun rumore di fondo percepibile. Anche il rumore esterno ad alta frequenza è stato ridotto, anche se questo avrebbe potuto essere più efficace. Voci o fonti complesse come il rumore della strada erano ancora percepibili e sbiadivano leggermente in sottofondo solo quando veniva utilizzata l’impostazione massima. Accoppiato con le elevate proprietà di isolamento passivo di queste cuffie, tuttavia, una schermatura significativa era, nel complesso, presente durante la riproduzione.

Quando il rumore esterno è stato amplificato, a differenza della cancellazione del rumore, il rumore di fondo era presente dal terzo livello in poi. Con la riproduzione in pausa quindi si sentono le parole di chi ci sta intorno così da poter avere una conversazione senza dover togliere necessariamente le cuffie.

Creative Outlier Pro

Tecnologia SXFI

Poiché Creative Outlier Pro è collegato anche all’app SXFI, c’è un’opzione per chi è interessato a provare Audio Holography per cuffie. Questa tecnologia dovrebbe consentire l’ascolto spaziale come con più sistemi di altoparlanti, ma è applicabile solo ai file musicali presenti nel dispositivo in locale durante la riproduzione tramite il lettore dell’app. Se l’effetto sonoro è acceso, il palco virtuale si sposta nella stanza, ma di conseguenza, la riproduzione dei bassi perde notevolmente sostanza. A questo proposito, il beneficio musicale sembra piuttosto piccolo tranne che con i paesaggi sonori ambientali. Il principale punto di forza della tecnologia SXFI è certamente nel settore cinematografico e dei giochi. Tuttavia, con queste cuffie True-Wireless, non c’è possibilità di utilizzare questa funzione con contenuti in streaming tramite Netflix ecc.

Suono

Oltre allo standard Bluetooth SBC, Creative Outlier Pro supporta il codec AAC di qualità superiore e, con una sintonizzazione orientata al divertimento, fornisce una riproduzione completa e di buona qualità. La riproduzione dei bassi corposa arriva molto in basso e non sembra troppo sottile, anche nei registri inferiori, ma rimane corposa e potente. Tuttavia, questo può far discontare il basso quando è necessario per gli stili musicali moderni. Se ti piace la musica orientata ai bassi, ti consigliamo di abbassare un po’ la sottostruttura con l’EQ in modo che il suono diventi molto più controllato e potente.

Ciò si traduce in una gamma media pulita e armoniosa che fa emergere le voci in modo piacevole e facilmente comprensibile, il che avvantaggia ugualmente voci, contenuti parlati e film. La riproduzione degli alti potrebbe anche essere considerata di buona qualità anche a livelli di volume più elevati. Tuttavia, la riproduzione si appiattisce nelle gamme superiori, ma questo può essere facilmente risolto con l’aiuto della sezione EQ, che apre il suono in modo vantaggioso. Soprattutto a impostazioni di volume moderate, la riproduzione potrebbe altrimenti apparire un po’ noiosa e diffusa, poiché gli alti sembravano piuttosto sobri ai livelli più bassi e guadagnavano presenza solo all’aumentare del volume. Disposizioni più complesse hanno anche beneficiato di una spinta nella gamma degli alti, che si è chiarita in modo che emergessero maggiori dettagli.

Creative Outlier Pro
<div id="section-review" data-stars="4,5" data-price="100" data-brand="Creative" data-title="Creative Outlier Pro" data-text-pro="+ Resistente al sudore e all'acqua secondo IPX5<br>+ Durata eccezionale della batteria<br>+ Bluetooth 5.2<br>+ Connessione dell'app con versatile personalizzazione del suono<br>+ La custodia può essere caricata tramite porta USB-C o in modalità wireless tramite Qi<br>+ Modalità a bassa latenza" data-text-contro="- Nessuna funzione di ricarica rapida<br>- Controlli touch a volte imprecisi
Creative Outlier Pro
Seppur abbia qualche piccola mancanza Creative Outlier Pro offre molte funzionalità a un prezzo interessante (poco meno di 100 euro) grazie alle singole opzioni di impostazione dell’auricolare e del suono, alla modalità a bassa latenza ed alla ANC regolabile. Infine, questi in-ear True Wireless resistenti alle intemperie offrono una durata della batteria davvero di tutto rispetto.
Pro
+ Resistente al sudore e all’acqua secondo IPX5
+ Durata eccezionale della batteria
+ Bluetooth 5.2
+ Connessione dell’app con versatile personalizzazione del suono
+ La custodia può essere caricata tramite porta USB-C o in modalità wireless tramite Qi
+ Modalità a bassa latenza
Contro
– Nessuna funzione di ricarica rapida
– Controlli touch a volte imprecisi
– Nessuna connessione multipunto

Altri articoli che consigliamo:



I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.