Lo strano caso del BOT di Google che è diventato umano | Podcast

Luca Viscardi14 Giugno 2022
Intelligenza artificiale
Listen to my podcast

Podcast Mister Gadget Daily: impazza nel mondo la discussione sull’ingegnere di Google, sospeso dei suoi incarichi dopo aver affermato che uno dei BOT di Google è diventato umano.

I contorni della vicenda sono abbastanza sinistri, difficile capire dove sia davvero la verità, che riaccende gli animi sul tema dell’ intelligenza artificiale.

Continua la crescita inarrestabile della rete di caricatori Tesla, che ha superato un altro traguardo importante.

Trascrizione automatica del podcast

Molti di voi sanno che questo è un notiziario quotidiano dedicato al mondo della tecnologia, quanto meno alle principali notizie da questo mondo. E grazie per la vostra fedeltà che ha fatto di questo podcast uno dei venti più ascoltati in Italia.

Oggi partiamo da Google e dalla storia di Blake Moen, che è un suo ingegnere che si occupa di intelligenza artificiale, che è stato sospeso dalle sue attività dopo aver dichiarato che un bot, quindi un sistema di intelligenza artificiale di Google, è diventato senziente, in grado in pratica di lavorare da solo anche senza l’intervento dell’uomo. Un bot che avrebbe chiesto di essere assimilato a un dipendente di Google per partecipare alle operazioni di sviluppo di alcune delle sue attività e che amerebbe anche leggere i tweet su se stesso con una sorta di narcisismo. Questo, ovviamente, ha aperto una grande discussione da un lato per la scelta di Google di sospendere questo ingegnere, dall’altro per capire se questo sia davvero possibile. Prepariamoci perché questo tema sarà molto caldo nei prossimi giorni, ma in realtà sono tanti i temi davvero rilevanti in queste settimane.

Oggi, ad esempio, vi segnalo quello del raggiungimento di 35.000 Supercharger attivi in tutto il mondo. Parliamo delle stazioni di ricarica di Tesla. L’ultima è stata inaugurata a Wuhan, in Cina. Ma il dato più incredibile è che negli ultimi mesi sono state aperte ben 1300 stazioni in tutto il mondo. La storia tra auto ci dice che la prima in assoluto è stata costruita nel 2012. Nel 2018 è stato tagliato il traguardo dei 10.000 Supercharger e nel 2021 si è arrivati a 30.000 entro la fine dell’anno. Pensate Tesla potrebbe avere addirittura 40.000 punti di ricarica attivi in ogni angolo del mondo. Una crescita davvero molto importante.

Si parla spesso di eventi di Nintendo Nintendo Direct e sono quelli che vengono annunciati all’ultimo minuto per portare tutte le novità della casa. Si pensava ad un appuntamento per il 15 giugno alle 18 e in realtà questo non accadrà. Probabilmente però ci sarà un Nintendo Direct nei prossimi giorni e sarà il 29 di giugno. Ovviamente vi informeremo su questo tema.

Si è parlato nei giorni scorsi di hackeraggio del Comune di Palermo che sarebbe caduto vittima di un ransomware e i cyber criminali di vari siti avrebbero cominciato a pubblicare alcuni dei dati hanno cominciato con organigrammi i dati sugli stipendi, alcune informazioni sui termini di pagamento, ma potrebbero arrivare anche volumi più corposi di dati, con l’inclusione anche della corrispondenza della posta elettronica di molti degli ufficiali, quanto meno dei dipendenti del Comune di Palermo. Vedremo quello che succederà nei prossimi giorni. Intanto Palermo, che in questi giorni è stata impegnata per le elezioni del nuovo sindaco che si troverà subito un grattacapo da seguire non da poco.

E dato che parliamo di sicurezza, vi segnaliamo che circa 1.000.000.000 di download di applicazioni, in particolare di applicazioni bancarie, sarebbero state infettate da malware. Tra queste pare che insieme a quella di BB, Virus, Pain e l’applicazione di online banking sia tra le più colpite, con addirittura 10 milioni di applicazioni che conterrebbero dei trojan in grado di sottrarre dei dati.

E infine vi do una curiosità dovrebbe arrivare Telegram Premium. È stato il fondatore di Telegram, Pavel Durov, che ha dato questa anticipazione, secondo cui presto potremo vedere un’applicazione a pagamento che non sostituirà quella gratuita. Rimarrà quella gratuita, ma ci saranno delle funzioni speciali invece nella versione premium, che potrebbe essere lanciata addirittura entro la fine di giugno.

Un’ultima curiosità parte in California. Finalmente, dopo molti anni di annunci, il servizio di consegna dei prodotti di Amazon attraverso un drone sono state rilasciate le prime autorizzazioni. Dovremmo entro la fine dell’anno vedere questo servizio finalmente diventare una realtà. Anche su questo avremo modo sicuramente di tornare. Prima però di quella data, quando parleremo di consegne con i droni, torneremo noi perché torneremo puntuali domani mattina. Buona giornata a tutti.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.