La nuova DeLorean, Stellantis, Toyota, Energica e cosa accade a Padova

Luca Talotta3 Giugno 2022
La nuova DeLorean, Stellantis, Toyota, Energica e cosa accade a Padova
Listen to my podcast

Bentornati amici a questa nuova puntata di Mister Gadget e-Wheels, il podcast che racconta storie e retroscena dal mondo della mobilità sostenibile. E oggi entriamo in un’atmosfera particolare, parlando della DeLorean, di Energica, Stellantis, Toyota e di… Padova.

La nuova DeLorean Alpha5

Partiamo dalla DeLorean. Tutti la conosciamo per essere la macchina di ritorno al Futuro, quella che portava Marty McFly e Doc avanti e indietro nel tempo. Ebbene la DeLorean, che però è anche una casa costruttrice di auto, è ufficialmente tornata ufficialmente sul mercato ed è pronta ad abbracciare il futuro salendo sul carro, ovviamente, dell’elettrico con la sua nuovissima DeLorean Alpha5. Disegnata da Italdesign, quindi c’è anche un po’ d’Italia in questo progetto, si apre con le porte ad ali di gabbiano, ha a disposizione un quadro strumenti completamente digitale e un volante a fondo piatto. Ma soprattutto un’accelerazione da zero a 100 km/h in 3,4 secondi e un pacco batteria da urlo, oltre 100 kWh. Diciamo che non potrà portarci avanti e indietro nel tempo, ma di certo non ci annoieremo. 

Energica Experia

Torniamo in Italia e parliamo di Energica, azienda che costruisce moto elettriche riconosciuta come una dei pionieri del settore. Che al Mugello ha presentato Energica Experia, una nuova green tourer elettrica, una moto da turismo verde integralmente progettata e costruita da zero. Batteria da 22,5 kWh ricaricabile in soli 40 minuti, motore da 75 kWe velocità massima di 180 km/h. Insomma, anche qui c’è da divertirsi. 

Toyota e Stellantis, partnership confermata

L’importanza che riveste il momento attuale nel mercato automotive l’elettrico è sintetizzata da quanto accaduto, recentemente, con Stellantis e Toyota; i due colossi, infatti, hanno annunciato un accordo sui veicoli commerciali di grandi dimensioni per il mercato europeo. E fin qui, niente di trascendentale, se non fosse per il fatto che questa intesa sui veicoli commerciali si aggiunge ai modelli compatti e di medie dimensioni realizzati nell’ambito di una partnership già  esistente; insomma, un ampliamento di un’intesa che già c’era, per provare a viaggiare uniti verso la mobilità elettrica.

La mobilità elettrica si sviluppa, l’esempio di Padova

Spesso si pensa che la mobilità elettrica sia solo per le grandi metropoli, ebbene questo è un concetto totalmente errato. Riprova ne sia quanto accaduto a Padova, che di certo non ha le dimensioni di Roma o Milano, solo per fare due esempi. Qui il Comune ha deciso di puntare, dopo un bando pubblico, su un’azienda che si chiama Atlante, che ora installerà ben 80 ricariche in due grandi parcheggi, fast e super-fast, con energia da rinnovabili. Come dire: la mobilità elettrica va bene per tutti, anche per chi vive in città di medie dimensioni. 


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.