Tesla non accetta più Bitcoin per le sue auto
Quattro Ruote Smart Mobility

Tesla non accetta più Bitcoin per le sue auto

Il fondatore e Ceo di Tesla, Elon Musk, ha annunciato su Twitter che l’azienda che produce auto elettriche di lusso non accetterà più Bitcoin come mezzo di pagamento per le sue auto.

Nessuno si aspettava una mossa del genere da parte del secondo uomo più ricco del mondo, che non ha mai nascosto la sua passione per le criptovalute e soprattutto che poco più di tre mesi fa ha investito 1,5 miliardi di dollari proprio in Bitcoin.

tesla bitcoin elon musk neuralink

Il motivo della decisione di Tesla sui Bitcoin

Il motivo di questa decisione è legato alle preoccupazioni di Musk sugli effetti negativi riguardanti la sostenibilità ambientale.

La società, infatti, è preoccupata per il rapido aumento dell’uso di combustibili fossili per l’estrazione e le transazioni di Bitcoin, in particolare il carbone, che ha le emissioni più alte di qualsiasi combustibile.

Inoltre, uno studio dello scorso anno ha stimato che il mining (termine usato per indicare la creazione di nuova criptovaluta) di Bitcoin ha utilizzato in media 7,46 GW di elettricità, e lo stesso studio mette il numero in questo momento a 16,71 GW.

Ciò rappresenterebbe 147,79 TWh su base annua.

Il crollo del Bitcoin

Musk, inoltre, è molto influente a livello social ed ha il potere di far crollare o far schizzare il prezzo di qualunque azione.

A febbraio infatti, dopo la decisione di investire l’enorme cifra di 1,5 miliardi in Bitcoin, il prezzo della criptovaluta aveva raggiunto un prezzo che allora era il massimo storico. 

Oggi, invece, dopo la decisione di non accettare più Bitcoin come mezzo di pagamento per le auto, il prezzo del Bitcoin è crollato drasticamente.

Tesla, inoltre, ha aggiunto che tornerà ad accettare i pagamenti in Bitcon nel momento in cui ci sarà una transizione dal mining a una forma di energia più sostenibile.

In ogni caso, però, rimane poco chiaro il motivo per cui Tesla non avesse preso in considerazione questi fattori prima di annunciare il suo uso di Bitcoin, poiché erano già ben noti.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.