Recensione Lenovo Yoga 920 Vibes, ha quasi un anno ma non lo mostra

Mister Gadget Team24 Luglio 2018

La recensione Lenovo Yoga 920 Vibes è facile da fare, perché questo dispositivo è bello, potente e offre tutto quello che ci si può aspettare da un prodotto nato per lavorare, con qualche concessione importante al design, con l’unico difetto di non avere grande potenza grafica, per la scelta di usare una scheda integrata, anziché una dedicata.

Non è una novità particolarmente recente, perché parliamo di un notebook presentato ormai diversi mesi fa, ma rimane una delle alternative più interessanti sul mercato per chi cerca una soluzione 2 in 1, con un design curato e con una buona dotazione di porte di connessione.

Non solo, perché la versione che sto provando di Lenovo Yoga 920 Vibes ha un tocco speciale in più: la cover è stata realizzata in collaborazione con IED. Louis Aymonod ha vinto un concorso grazie al quale è stato scelto per firmare l’edizione speciale che fu presentata a IFA 2017.

E’ passato quasi un anno, di solito non provo prodotti “stagionati”, ma questo Lenovo Yoga 920 Vibes ha ancora spazio nel mercato attuale.

Recensione Lenovo Yoga 920 Vibes

Recensione Lenovo Yoga 920 Vibes: in cosa è migliorato, quanto costa

Lenovo Yoga 920 è il successore del fortunato Yoga 910, rispetto al quale presenta una migliore batteria, una webcam più potente e una tastiera più sensibile. E’ stato presentato in 3 modelli, con processore i5, 8 gb di ram e disco SSD da 512 gb a circa 1200 euro, oppure con i7, 16 gb di ram e SSD da 512 a circa 1.500 euro, infine con i7, 16 gb di RAM e disco da un tera al prezzo di circa 1.900 euro.

Il prezzo è allineato con i migliori 2 in 1, ma va sottolineato che nessuna delle versioni disponibili ha una scheda grafica dedicata, perché Lenovo ha scelto la soluzione di una scheda integrata, che funziona sicuramente bene, ma non è allo stesso livello di quanto (ad esempio) offre Microsoft Surface Book 2.

recensione lenovo yoga 920 vibes

Recensione Lenovo Yoga 920 Vibes: il design

Lenovo Yoga 920 ha un peso di 1.37 kg, con dimensioni di 323 x 223.5 x 13,95 mm. Ovviamente, l’elemento chiave del design sta nella soluzione grafica adottata per “ornare” il guscio del dispositivo, che come abbiamo già sottolineato è stato realizzato insieme a IED,

recensione lenovo yoga 920 vibes

Bellissimo il tema con un’onda stilizzata che trasmette subito la sensazione di avere per le mani un oggetto di pregio, che è anche bello da vedere. La cover è protetta dal Gorilla Glass per aggiungere resistenza alle sollecitazioni quotidiane.

Altrettanto curata, anche se potrebbe non piacere a tutti, la cerniera che collega display a corpo principale, un dettaglio che richiama la soluzione che Microsoft ha scelto per il Surface Book.

recensione lenovo yoga 920 vibes

Non ci sono dubbi sulla solidità, anche se sarei curioso di provare la tenuta nel lungo periodo. Il bello di questa soluzione è che le posizioni del display sono praticamente infinite e potete fare anche del contorsionismo con il vostro Yoga.

recensione lenovo yoga 920 vibes

Su un lato ci sono il pulsante di accensione e una presa USB tradizionale.

recensione lenovo yoga 920 vibes

Sul lato opposto potete invece sfruttare due prese USB Type-C, peccato che non ci sia nemmeno uno slot per la lettura di schede esterne, che trovo sempre molto utili, ma piacciono molto poco ai produttori.

recensione lenovo yoga 920 vibes

Avrete notato anche il connetter per cuffie e microfono, che può essere utile per le conversazioni Skype o per il gaming, ovviamente potete anche scegliere di usare il bluetooth per questo tipo di utilizzi.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes: la tastiera

Comoda, con una corsa morbida e facile da usare anche per scrivere a lungo.  non arriva alla leggerezza di una tastiera butterfly di Apple, ma siamo comunque davanti ad una delle migliori soluzioni del mercato, con spazio adeguato tra i tasti.

Ovviamente è retro-illuminata. Dico ovviamente, perché non potrebbe essere altrimenti per un prodotto che si posiziona a più di 1.000 euro.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes

La tastiera ha tutti i pulsanti che vi servono ed ha una buona distanza dai bordi del computer, anche la posizione delle mani è sempre naturale.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes

Comodo la disponibilità del sensore di impronte digitali, così come spazioso è il touchpad che è sensibile al tocco e supporta le gestures.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes

Recensione Lenovo yoga 920 vibes: la performance

C’è poco da dire sulla capacità di Lenovo Yoga 920 Vibes di fare qualunque cosa gli chiediate. Il motore è costruito intorno ad un processore Intel Core I7 di ottava generazione, con 8, 12 o 16 gb di ram e si appoggia ad un disco allo stato solido che varia da 256  gb ad 1 tera a seconda delle versioni dei prodotti.  Come anticipato Yoga 920 usa una scheda grafica integrata e questo è forse uno dei pochi punti di debolezza.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes

Dentro Lenovo Yoga 920 Vibes c’è anche una webcam in grado di catturare immagini con definizione HD a 720 Pixel.

L’audio è affidato ad altoparlanti stereo con supporto per lo standard Dolby Atmos, con una buona definizione del suono, ma non aspettatevi un suono da competizione.

La batteria ha una durata dichiarata di 10.8 ore: non ho contato i minuti ma ho fatto una giornata di lavoro senza grossi stress, per cui posso valutare che la durata reale oscilli tra le 9 e le 10 ore.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes: c’è anche la smart pen

Dentro la confezione del Lenovo Yoga 920 Vibes c’è anche la smart pen, utile soprattutto se lavorate nel campo della grafica, ma ricordiamo che questo Yoga è un 2 in 1, quindi potete “ribaltarlo” per usarlo come fosse una tavoletta su cui prendere appunti e mentre usate la penna il sistema riconoscerà il palmo della mano che non interferirà con la scrittura o il disegno.

Non sarà utile per tutti ma è bene sapere che sia inserita nella confezione di vendita

Recensione Lenovo yoga 920 vibes: il display

Lo schermo di Yoga 920 è un punto di forza: 13.9 pollici con definizione 4K, le cornici verticali sono quasi inesistenti, ci sono solo 5 mm di spessore, grazie allo spostamento di alcuni componenti. Poiché parliamo di un prodotto “2 in 1” c’è il vantaggio di avere il touchscreen. Lo schermo ha standard IPS e una definizione pari a 3840 x 2160 pixel, con una luminosità più che buona e un’ottima leggibilità anche con luce forte.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes

C’è anche il vantaggio che come tutti i 2 in 1 anche Yoga 920 ha il touchscreen, che per me rimane la proposta più smart su un computer, soprattutto quando si è abituati ad abusarne su tablet e smartphone.

Recensione Lenovo yoga 920 vibes: conclusioni

Un prodotto bello, potente, performante, che anche se è passato un po’ di tempo dal lancio rimane un’ottima alternativa, soprattutto nella sua versione più semplice, quella che viene offerta a poco più di 1.200 euro e che trovate facilmente on line.

Se invece cercate la versione più potente, potete trovarla su Amazon a poco più di 1.700 euro, cliccando qui!