Recensione iPhone 13 Pro, il migliore è stato migliorato ancora

Luca Viscardi24 Settembre 2021
iPhone 13 Pro

Quando qualche giorno fa è stato presentato il nuovo smartphone di Apple, i più distratti hanno pensato che fosse cambiato poco, in realtà, preparando la nostra recensione di iPhone 13 Pro, abbiamo potuto appurare che il cellulare più apprezzato del mercato è stato migliorato ancora.

Abbiamo potuto provare in anteprima il nuovo dispositivo che arriva sul mercato alla fine di settembre del 2021: nei giorni che abbiamo trascorso con il nuovo iPhone 13 pro abbiamo potuto sperimentare quasi tutte le novità che sono state introdotte nel nuovo smartphone di Apple.

Le differenze nel design, ad esempio si colgono quando iPhone 12 Pro e iPhone 13 Pro vengono messi uno accanto all’altro. È immediatamente visibile come i segmenti fotografici siano differenti, con un generoso aumento delle dimensioni nel modello più recente.

Recensione iPhone 13 Pro

La fotocamera

Questa è la prima novità importante di iPhone 13, perché la fotocamera, pur mantenendo un sensore da 12 megapixel, in realtà cambia profondamente perché ci sono pixel più grandi e perché c’è un’apertura differente in tutti i sensori che vengono adottati. Non solo perché cambia la focale dello zoom che adesso è di 77 mm e questo significa che si ottiene uno zoom ottico 3X, anziché 2X.

I nuovi sensori fotografici hanno anche nuove caratteristiche tecniche che li rendono più sensibili quando la luminosità è ridotta o ci si trova addirittura in condizioni di oscurità.

Recensione iPhone 13 Pro

Grazie alla potenza del sensore, però l’elaborazione delle immagini con poca luce avviene in tempi molto ridotti rispetto al passato.

Altra novità interessante che riguarda la fotocamera è quella degli stili fotografici: è possibile scegliere una configurazione di massima delle proprie immagini, tra le opzioni di scatti più caldi, freddi, oppure con contrasti molto elevati. Questa opzione è immediatamente disponibile, si può cambiare in qualunque momento, ma interviene in modo significativo sugli scatti che vengono realizzati, senza però alterare i dettagli più importanti come le tonalità della pelle dei soggetti inquadrati.

Recensione iPhone 13 Pro

Con la combinazione tra sensori fotografici e potenza del processore viene introdotta anche una novità che riguarda la ripresa dei video, con una nuova opzione chiamata “cinematografico”: con l’uso dell’intelligenza artificiale, viene analizzata la scena e il fuoco viene spostato dinamicamente sui diversi soggetti.

Recensione iPhone 13 Pro

Se però il risultato del lavoro dell’intelligenza artificiale non fosse gradito, si può sempre intervenire a posteriori.

Il fronte del video è proprio uno dei più importanti per quanto riguarda iPhone 13 pro, perché viene introdotta anche la modalità Pro Resolution Video, adatta a coloro che vogliono sfruttare le proprie riprese per scopi professionali.

Dalle nostre prove, abbiamo potuto appurare che anche la stabilizzazione delle immagini rimane una delle migliori in assoluto del mercato, utilizzare iPhone per girare i video in movimento equivale ad utilizzare una camera stabilizzata. Ottima anche la lettura delle scene con una buona messa a punto dei colori.

Questo rimane l’unico smartphone che gira video in Dolby Vision, capace anche di gestire il montaggio sullo smartphone stesso senza perdere la codifica Dolby Vision del file.

Recensione iPhone 13 Pro

Il display

Come abbiamo anticipato aprendo la nostra recensione di iPhone 13 pro, tutte le modifiche che sono state inserite nel nuovo modello di Apple potrebbero sembrare dedicate ad un pubblico particolarmente specializzato, in realtà tutte le scelte fatte ottimizzano l’esperienza d’uso, a volte senza che l’utente se ne renda conto.

Un esempio perfetto di questo approccio è dato dal display, di cui viene aumentata la luminosità massima fino a 1000 nits, addirittura diventano 1200 con i video HDR.

Recensione iPhone 13 Pro

Accanto a questa luminosità incredibile, che rende il display sempre perfettamente leggibile, c’è anche la nuova soluzione per la frequenza di aggiornamento variabile. Come probabilmente già sapete, parliamo di un parametro che indica quante volte lo schermo interroga il processore per aggiornare le informazioni che proietta.

iPhone 13 Pro modifica questo parametro a seconda delle necessità, andando addirittura da 10 a 120 Herz in funzione dell’uso che viene fatto del cellulare.

Questa soluzione permette di conservare la batteria e di ottimizzare i consumi, riducendo drasticamente questo parametro quando si leggono contenuti statici.

Recensione iPhone 13 Pro

L’ultimo dettaglio che sottolineiamo relativo al display è la riduzione della dimensione del blocco in cui sono inseriti i sensori frontali, la cui superficie è diminuita del 20%.

La batteria

Un’altra area di intervento importante è quella della batteria, che in passato era il vero punto debole di iPhone, da qualche anno è stata sicuramente migliorata, ma quest’anno ottimizza drasticamente le prestazioni, aggiungendo addirittura un’ora e mezza di durata al modello iPhone 13 Pro, addirittura due ore e mezza al modello max.

Nei primi giorni di utilizzo, in effetti, abbiamo potuto constatare che i consumi sembrano migliorati, soprattutto quando si usano la fotocamera e la videocamera. iPhone 12 Pro consumava tantissimo, soprattutto quando si giravano video in 4K, la situazione sembra drasticamente più efficiente con il nuovo modello.

Recensione iPhone 13 Pro

Il processore

il motore che alimenta tutte le novità introdotte su iPhone 13 pro è rappresentato dal suo processore, che oggi è in assoluto il più potente presente sul mercato.

Apple A15 Bionic è stato costruito con un’architettura molto potente, che svolge sia le funzioni di calcolo abituali che quelle grafiche con l’efficienza più elevata oggi disponibile. A questi dettagli già molto positivi, si affianca quello dei 16 core dedicati al motore neurale, in grado di utilizzare l’intelligenza artificiale e di applicare il machine Learning direttamente a bordo del dispositivo senza la necessità di comunicare con server remoti.

Recensione iPhone 13 Pro

Non serve nemmeno raccontare che iPhone 13 pro è compatibile con le reti 5G, garantisce la connettività Wi-Fi con lo standard Wifi 6, gestisce la ricarica wireless, può essere utilizzato anche con una Sim virtuale, le cosiddette eSIM.

Recensione iPhone 13 Pro, le conclusioni

Recensione iPhone 13 Pro

Potremmo stordirvi con decine di dettagli tecnici che riguardano i nuovi iPhone, ma nel pieno rispetto dello stile di MisterGadget.Tech preferiamo trasferirvi le nostre impressioni d’uso che abbiamo maturato per preparare la nostra recensione di iPhone 13 pro.

Questo nuovo smartphone di Apple è un’evoluzione molto interessante rispetto al modello precedente, sicuramente non rappresenta una rivoluzione, ma non per questo il salto in avanti risulta meno significativo.

IPhone 13 pro migliora tutti gli aspetti più importanti per la vita di tutti giorni, il display, la fotocamera, la batteria; tutti questi dettagli sono ulteriormente impreziositi dall’arrivo del nuovo software iOS 15, che migliora molte delle sue prestazioni.

Avevamo espresso un parere estremamente positivo su iPhone 12 Pro, con i miglioramenti che sono stati introdotti, ovviamente, non possiamo che confermare la nostra approvazione.

Consapevoli dell’ostacolo che il prezzo di iPhone 13 pro può rappresentare, segnaliamo che la stessa Apple fornisce molti strumenti finanziari per la permuta di vecchi iPhone, piuttosto che per l’acquisto con sistemi rateali.

È possibile acquistare iPhone 13 Pro versando €49,54 al mese per 24 mesi o a €1189 e iPhone 13 Pro Max versando €53,70 al mese per 24 mesi o sul sito di Apple, tramite l’app Apple Store e presso gli Apple Store


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover