Le prime ore con Samsung Galaxy S8

Luca Viscardi30 Marzo 2017
Le prime ore con Samsung Galaxy S8

Ho trascorso le prime ore con Samsung Galaxy S8, che ieri l’azienda coreana ha presentato al mondo intero e sto cercando di comporre le prime sensazioni, che sono un misto di meraviglia per il design e di interrogativi per hardware e funzionalità.

Galaxy S8 Arctic Silver

Galaxy S8 Arctic Silver

Probabilmente, la verità sta nel fatto che è molto presto per esprimere un parere e dare un giudizio, pur se approssimativo, perché ho inserito la SIM nel Galaxy S8 da poco più di 12 ore e non mai cosa buona affidarsi alle prime valutazioni.

Però… Però… Sono uscito da casa mia alle 7.15 in punto con il 100% della batteria, in questo preciso istante sono le 8.57 e l’indicatore mi dice 86%. Vero, sto facendo il ripristino delle applicazioni, sto risucchiando il backup di whatspp, ma diciamo che sono già un po’ in preda all’ansia da batteria…

Galaxy S8 Arctic Silver

Galaxy S8 Arctic Silver

Segnalo anche che il processore scalda molto, quando meno lo ha fatto in queste ore, anche solo con il download delle applicazioni.

Galaxy S8 Active display

Galaxy S8 Active display

Una curiosità: ho avviato il ripristino delle app di google ieri sera alle 21, a casa, con la fibra a 100 mega a disposizione: dopo 12 ore non ho ancora finito e sto ancora scaricando applicazioni. Non è una cosa che dipende da Samsung, ma va fatto notare come questo servizio di Google sia onestamente molto scarso.

Sto completando il download delle app in questo momento, nel frattempo alcune stanno già richiedendo un aggiornamento, è un meccanismo che non ho mai compreso fino in fondo…

Galaxy S8 fotocamera

Galaxy S8 fotocamera

Se avevate invece un Galaxy S7 o S7 Edge, il passaggio al nuovo telefono sarà facilissimo perché basterà richiamare il vostro backup per trovare il telefono come l’avevate lasciato, con la stessa disposizione della “home” e con tutte le vostre app pronte all’uso.

Il telefono è bellissimo, ancora più bello del modello precedente, ma forse per i più distratti potrebbe risultare in realtà molto simile a quello del 2016.

La ratio 18.5:9 aiuta a ridurre le dimensioni globali, ma penalizza un po’ quando si guardano i contenuti multimediali. Il crop delle immagini è contenuto, ma c’è.

Le prime ore con Samsung Galaxy S8

Per il resto, le prime impressioni sono ottime soprattutto per la fotocamera, che al buio fa impressione, nei prossimi giorni faccio un bel focus dedicato alla fotocamera perché guardare le immagini è più efficace che parlarne.

Il software ha un paio di cose super rispetto al modello S7, una di quelle che ho amato sul Note 7 è la creazione di Gif registrando quello che si fa sul telefono. E’ una delle funzioni che trovate nei pannelli “edge”, dove potrete selezionare parte dello schermo con un quadrato, un ovale, oppure creando una gif “registrando” ciò che fate sul telefono.

Mi prendo un po’ di tempo per continuare la mia prova e  nei prossimi giorni, senza fretta e con cognizione di causa, approfondiamo tutti gli aspetti, compresi quelli critici.

La vostra prima impressione come è?


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover