Huawei P8 Lite 2017 hands on

Luca Viscardi27 Gennaio 2017
Huawei P8 Lite 2017 hands on

Sto passando le mie prime ore con il nuovo Huawei P8 Lite 2017 e sono abbastanza impressionato su ciò che potete portare a casa con circa 200 euro, se prendete questo smartphone su Amazon.

Nei giorni scorsi ho letto un po’ di considerazioni sul nome, ma se posso dare un consiglio, baderei un po’ più alla sostanza, perché la forma (il nome) è frutto di mille dinamiche e di logiche che a volte ci sfuggono, quella strana alchimia di fattori che chiamiamo marketing.

Il vecchio P8 è stato un successo clamoroso, il  più venduto nella giovane storia di Huawei; da quello che è dato sapere gli operatori telefonici che di mestiere vendono anche telefoni, non vedevano l’ora di replicare un successo di quel tipo e allora ecco il nuovo P8 Lite 2017, che potrà beneficiare dell’eredità di un  nome che è rimasto nel cuore degli utenti, offrendo un’esperienza adeguata a ciò che richiede il mercato di oggi.

Se poi guardiamo il telefono in tutti i suoi dettagli, il P8 Lite 2017 è la conversione low cost del blasonato Honor 8, di cui ricalca taglio, misure, disegno, anche se non ne ripropone la doppia fotocamera sul retro e con differenze nelle specifiche tecniche che sono un po’ meno aggressive.

D’altro canto c’è una differenza di prezzo significativa tra i 399 euro di Honor 8 e i 249 di P8 Lite 2017, inevitabile che ci siano differenze nell’hardware.

Sto usando P8 Lite 2017 da un paio di giorni e si difende alla grande, per 209 euro è uno dei prodotti migliori in circolazione.

La composizione del telefono, dal punto di vista prettamente estetico è  molto gradevole, con gli angoli smussati,  la fotocamera senza alcun tipo di sbalzo e un display molto luminoso e perfettamente leggibile.

Le specifiche tecniche le ho riportate in questo articolo e oggi vi presento qualche immagine del prodotto più dettagliata, rispetto a quelle super blurry dell’evento di presentazione.

Da questa immagine potete vedere uno dei dettagli del telefono: il connettore Micro USB di cui è dotato, forse per una questione di costi non è stato usato il Type-C.

Sul lato opposto, invece, ecco connettore da 3.5 mm per le cuffie e il bilanciamento del rumore.

Uno dei due profili laterali è super “puliti”, con solo cassetto della sim e della micro SD, oppure delle due sim, per i paesi in cui l’opzione sarà disponibile.

L’altro lato, invece, è quello con bilanciere del volume e pulsante di accensione. Avrete già visto, invece, che il sensore biometrico è posto sul retro.

Nei prossimi giorni vi do un po’ di informazioni sul funzionamento, ma per quella cifra è davvero niente male!


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover