Gli utenti di Nintendo Switch preferiscono usarla in mobilità
Consolle Prodotti Titoli Videogiochi

Gli utenti di Nintendo Switch preferiscono usarla in mobilità

Nintendo Switch Online

Gli utenti di Nintendo Switch preferiscono usare la loro consolle in mobilità,  sono dati che emergono dalla presentazione che ha accompagnato i risultati finanziari semestrali della società e posso confermare perché anche mio figlio tende a metterla nella docking solo per caricare, abitudine che fatico a capre per mille ragioni.

Nintendo Switch, gli utenti preferiscono usarla senza dock

Perdonate se torno anche oggi sul tema di Nintendo Switch, che stiamo percorrendo con una certa frequenza in questi giorni, ma questo è uno degli oggetti dell’anno, un gadget che nelle case degli appassionati di tecnologia non può mancare, perché è bello, perché la soluzione è molto originale e perché combina più oggetti in un solo prodotto.

Se volete, l’unica vera pecca è che il catalogo dei giochi non sia il massimo, anche se allo stesso tempo vi offre delle chicche che sono esclusive, in particolare quelli di Super Mario, senza contare il delirio legato al mondo di Zelda.

Inevitabile, con una chicca tecnologica di questo tipo, che il tema sia ricorrente, soprattutto oggi, quando scopriamo che chi ha già comprato questo prodotto preferisce usarlo nella modalità che in molti credevano sarebbe stata usata poco, cioè come una consolle portatile.

Il dato è stato presentato in occasione della comunicazione dei dati semestrali dell’azienda, che contengono un sacco di informazioni interessanti, tra cui quelli relativi alle previsioni di vendita per il primo anno di vita della consolle, che sono stati fissati a 14.000.000.

Pensate che la Wii U, nel suo ciclo di vita dal 2012 al 2017, ne ha venduti meno, fermandosi a 13.500.000 pezzi.

Nintendo Switch, le previsioni per il prossimo natale sono più che rosee

Il titolo più recente, Super Mario Odissey, ha venduto 2 milioni di pezzi in 3 giorni ed è un’esclusiva di Switch; non serve dire che la policy scelta per la diffusione del catalogo software è più che azzeccata. Periodicamente viene proposto un titolo che da solo fa da driver alle vendite e il sistema funziona!

I titoli più importanti ormai sono arrivati, ma Nintendo ha ancora qualche colpo in canna da proporre al mercato, come Breath of the Wild Xenoblade Chronicles 2, oltre a poter contare su quelli già in circolazione che con il passaparola stanno conquistando sempre più utenti, su tutti c’è Splatoon 2.

E voi? Avete già una Switch dentro casa? E’ sulla lista di Natale?

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.