L’accesso a whatsapp sarà più immediato e più rapido

Redazione Web7 Giugno 2021
aggiornamento whatsapp

Il team degli sviluppatori che lavora su uno dei sistemi di messaggistica più diffusa al mondo non si ferma più, se è vero che l’accesso a WhatsApp sarà regolato in modo più semplice e immediato.

Viene confermata, infatti, una versione di Whatsapp appositamente studiata per aiutare gli utenti ad effettuare il login in modo più rapido.

Quando si effettua l’accesso su WhatsApp con un nuovo dispositivo, è necessaria una fase di autentificazione, digitando il codice ricevuto via SMS o chiamata.

Ma adesso il team di sviluppo è al lavoro su una funzione che permetterà di accedere velocemente.

La funzionalità Flash Calls per l’accesso a Whatsapp

Nella versione 2.21.11.7 di WhatsApp Beta, è presente la funzionalità chiamata Flash Calls: si tratta di un sistema per ottenere rapidamente la verifica per accedere al servizio, attraverso un metodo di controllo automatico che passa per una chiamata.

Utilizzando questo metodo di verifica automatica, WhatsApp chiamerà il numero di telefono dell’utente e quindi terminerà automaticamente la chiamata, verificando che l’ultimo numero nel registro del telefono sia uguale a quello del codice a 6 cifre fornito.

accesso whatsapp

Disponibilità

Questa nuova funzionalità sarà disponibile soltanto per gli utenti Android, mentre quelli iOS dovranno continuare a usare il metodo di login attuale.

Inoltre, nonostante si tratti di una funzione interessante, questa sarà opzionale e saranno, quindi, gli utenti a decidere il metodo di login.

Il team di sviluppatori, ad ogni modo, ci tiene a sottolineare che non utilizzerà la cronologia delle chiamate per altri scopi.

La funzionalità essendo ancora in fase di test e sviluppo richiederà del tempo per essere implementata pubblicamente, dunque non ci resta che attendere.

Se volete essere tra i primi a provarla è possibile registrarsi al programma BETA di WhatsApp e scaricare l’app dal Play Store.

L’ accesso a WhatsApp facilitato va nella direzione di migliorare i servizi, per rintuzzare l’onda negativa causata dalle nuove regole sulla privacy.

La speranza è che questa sia una delle funzioni che arrivano piuttosto velocemente e non di quelle che sono state promesse per anni e mai implementate.