Come si misura il sonno con Apple Watch? I nostri consigli
Come si fa Smartphone

Come si misura il sonno con Apple Watch? I nostri consigli

Vi raccontiamo oggi come si misura il sonno con Apple Watch, una delle novità più importanti introdotte con il sistema operativo watchOS 7.

Apple infatti ha messo a punto una serie di misurazioni che ci aiutano a capire la qualità e la durata del nostro sonno, che sono il risultato di un utilizzo incrociato di Apple Watch e iPhone.

Non si può parlare di semplice monitoraggio della qualità del sonno, perché Apple Watch fa qualcosa di differente: aiuta a creare un programma e una routine per andare a letto in modo da poter raggiungere i propri obiettivi di sonno.

Come si misura il sonno con Apple Watch: le opzioni

L’esperienza dell’app Sonno include promemoria per andare a letto, sveglie, monitoraggio del sonno, modalità Sonno, Rilassamento e una visualizzazione delle tendenze del tuo sonno nel corso del tempo.

Non abbiamo mai nascosto la nostra predilezione per il prodotto da indossare di Apple, dobbiamo riconoscere che anche con l’approccio al tema del sonno e la soluzione offerta a quel qualche cosa in più rispetto alla concorrenza.

L’introduzione di funzioni legate al sonno in un primo momento ci aveva lasciati un po’ perplessi: se si suppone che venga utilizzato l’orologio anche di notte, quando mai lo si potrà caricare?

Apple sottolinea che per la carica del suo orologio intelligente con una sola ora si arriva all’80% di autonomia. Questo è il risultato di Apple Watch sei, mentre per gli altri prodotti il tempo di ricarica è un po’ più lungo.

Di fatto, si può approfittare del momento in cui si torna a casa, si cena e si passa il periodo dopo cena in relax per arrivare alla carica completa dell’orologio e quindi poterlo indossare anche di notte; alternativa si può frazionare la ricarica durante il giorno sfruttando i i vari momenti in cui si rimane fermi in casa oppure in ufficio. Noi abbiamo scelto la prima opzione e non abbiamo mai riscontrato problemi di autonomia.

Va però sottolineato che usiamo Apple Watch 6, che offre un’autonomia migliore e tempi di ricarica più rapidi.

IPhone ed Apple Watch permettono di fissare degli obiettivi per il proprio periodo di sonno, stabilendo un orario per andare a letto è un obiettivo di durata del proprio riposo.

Questa routine può essere costruita per ogni singolo giorno della settimana, differenziando anche gli orari a seconda delle necessità.

Una volta programmata la nostra routine, Apple Watch ed iPhone ci aiutano a rallentare quando si avvicina il momento di andare a letto e quindi ci danno gli spunti per un riposo migliore, a partire da accompagnamenti musicali offerti da Apple Music con playlist appositamente create allo scopo.

È davvero molto interessante l’opzione del rilassamento, che aiuta a prepararsi alle ore di sonno. Al confine opposto del riposo, cioè l’opzione per fissare sveglie con suoni molto delicati, piuttosto che sfruttare il feedback aptico dell’orologio, per non disturbare chi dorme accanto a sé.

Ci sono diversi modi per capire quando stiamo dormendo: Apple Watch usa l’accelerometro per verificare che non ci siano nostri movimenti, così come iPhone misure e momenti in cui non rileva attività intorno a sé.

Quello che è molto interessante sapere è che le informazioni raccolte da iPhone e da Apple Watch sul sonno possono anche essere condivise con le applicazioni di terzi sfruttando l’apposita area dell’applicazione salute.

Come per tutte le informazioni sensibili, anche queste sono sempre criptate sia quando vengono trasferite che quando sono depositate sui server di Apple.

Sono moltissime le applicazioni che possono sfruttare i dati generati da Apple Watch ed iPhone sul sonno, tra queste segnaliamo SleepCycle, Loona, Autosleep e Sleepiest.

Apple Music e sonno: una crescita costante

Apple Music offre una serie di contenuti accompagnare i servizi dedicati al sonno che Apple ha messo a punto.

L’ Italia è un po’ indietro rispetto ad altri paesi nella fruizione di questi servizi, ma probabilmente è solo una questione di tempo.

Ci sono diverse curiosità da raccontare relative alle playlist per il sonno e per il relax di Apple Music:

  • I primi 5 territori in cui si usano i contenuti associati al sonno sono Stati Uniti, Canada, Giappone, Regno Unito e Australia.
  • I primi 5 territori in crescita in base ai contenuti associati al sonno includono Giappone (+225%), Stati Uniti (+169%), Australia (+168%), Sudafrica (+161%) e Regno Unito (+160%)
  • Le prime 5 playlist editoriali del sonno a livello mondiale includono Suoni per dormire, Beat della buonanotte, Suoni della Pioggia, Relax con il pianoforte e Pure Spa
  • Le prime 5 playlist di crescita editoriale del sonno a livello mondiale includono Beat della buonanotte (+343%), Rumore bianco (+313%), Suoni dell’oceano (+263%), Pure Spa (+254%), e Suoni per dormire (+209%)
  • Proprio la playlist editoriale Suoni per dormire è la top playlist editoriale del sonno su Apple Music a livello globale, e ha sfondato la top 5 della classifica generale delle playlist di Apple Music negli Stati Uniti per la prima volta quest’anno. 

I podcast per il rilassamento

Anche Apple podcast contribuisce a migliorare e facilitare il momento del rilassamento, con alcuni contenuti che sono immaginati proprio per accompagnare le proprie routine serali.

Possiamo escludere categoricamente che il podcast di mister gadget sia una di queste proposte, perché di solito offre contenuti molto energici. Ci sono però diverse produzioni che stanno riscuotendo un successo davvero notevole tra i podcast e consumati di sera.

HomeKit a supporto di come si misura il sonno con Apple Watch

Se avete deciso di dormire in una casa intelligente, con diverse soluzioni di smart home, probabilmente potete sfruttare le combinazioni che homekit propone per gli orari serali, ma anche per una illuminazione ottimale durante il giorno.

Segnaliamo alcune opzioni a vostra disposizione:

  • HomeKit è la piattaforma di smart home più estesa, potente e sicura disponibile su più di un miliardo di dispositivi iOS e iPadOS attivi.
  • HomeKit può essere controllata tramite l’app Home con il tocco di un pulsante, automaticamente con scene, o a voce utilizzando Siri. È accessibile su tutti i dispositivi Apple, compresi iPhone, iPad, HomePod, Apple Watch, Mac, Apple TV e CarPlay.
  • Con iOS 14, Apple ha introdotto l’Adaptive Lighting per le luci compatibili con HomeKit che regola automaticamente la temperatura del colore durante il giorno. Alcune luci permettono di regolare la loro temperatura di colore, dal blu freddo al giallo caldo. È possibile impostare le luci supportate per regolare automaticamente la temperatura del colore durante il giorno. Svegliati con i colori caldi, rimani vigile e concentrato a metà giornata con quelli più freddi, e rilassati di notte rimuovendo la luce blu
  • Puoi chiedere a Siri di abbassare le luci e di riprodurre suoni rilassanti o una meditazione.
  • Imposta una scena di Buonanotte raggruppando gli accessori HomeKit – un semplice “Ehi Siri, Buonanotte” abbassa automaticamente le luci in camera da letto a una certa tonalità per prepararsi al sonno, abbassa le tende e avvia una playlist o una meditazione prima di andare a letto. Questa frase potrebbe anche abbassare la temperatura durante la notte per un sonno più confortevole e controllare che tutte le porte siano chiuse e le luci siano spente in casa, per la massima tranquillità.

Adesso che sapete come si misura il sonno con Apple Watch e come la tecnologia di Apple vi aiuta nella fase del rilassamento, potete organizzare le vostre routine serali perché lo smartwatch vi aiuti anche a staccare dal mondo.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.