Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

Luca Viscardi30 Maggio 2019
Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

La recensione NETGEAR Nighthawk AX8 parte da un dettaglio importante: questo è uno dei primi router al mondo con wifi 6 ad arrivare sul mercato.

C’è un dettaglio importante da sottolineare: WIFI 6 è il nuovo nome stabilito per lo standard più recente di connessione wifi, quello che altri costruttori continueranno a chiamare AX.

Il nuovo WIFI 6 subentra a quello che da oggi si chiama WIFI 5 e che viene codificato sui dispositivi come AC.

Al momento i client in grado di collegarsi ad un router con wifi 6 sono pochissimi, sottolineo tra gli altri il Samsung Galaxy S10.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8

Cosa cambia nel wifi 6?

Non è facile spiegare in modo semplice cosa cambia nel wifi 6, perché per l’utente finale non ci saranno variazioni evidenti.

La novità più rilevante è data dalla maggior capacità di gestione della banda: è come se fossero state aggiunte corsie ad un’autostrada, per cui tutte le auto che la percorrono potranno viaggiare ad una velocità più elevata senza creare ingorghi.

Possono quindi esistere più stream di dati contemporaneamente senza perdere velocità. In alcuni casi questi stessi stream possono essere aggregati tra loro.

In più, ora, il WIFI 6 sfrutta due bande di trasmissione sui 5 ghz e la velocità massima del singolo stream può arrivare quasi a 2 gbps. Fantascienza per la maggior parte dei dispositivi che avete dentro casa.

Per intenderci: gli oggetti “made in china” per la casa intelligente oggi usano la banda 2.4 ghz con una velocità di trasmissione infinitamente più bassa.

Sono pochi i prodotti che sono già dotati di questo standard, ecco perché il Wifi 6 è un investimento di prospettiva: è adatto al gioco on line, allo stream di flussi 8K, comporta meno consumo della batteria per il client che comunica con il router, ha una capacità superiore con un’efficienza più elevata.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8

NETGEAR Nighthawk AX8 è un router, NON è un modem

Gli utenti meno esperti fanno ancora un po’ di confusione sugli strumenti che entrano nelle nostre case per garantire la connessione alla rete internet.

Il modem è in grado di dialogare con l’operatore e stabilisce la connessione con la rete, eventualmente può svolgere anche la funzione di router, cioè governare la rete di casa con collegamenti via cavo oppure Wireless.

Il router invece non è in grado di stabilire la connessione con la rete internet e si collega al modem; può gestire la rete e tutte le sue funzioni, oppure operare come semplice “access point” ovvero fornire la connettività senza fili a servizio del modem esistente.

NETGEAR Nighthawk AX8 è un router, serve quindi sempre un modem per accedere ad internet. Potete spegnere tutte le funzioni del modem stesso, compreso il wifi e lasciare che AX8 gestisca la rete.

NETGEAR Nighthawk AX8: completissimo, ma facile da usare

Ci sono due modi per usare il nuovo NETGEAR Nighthawk AX8, quello semplicissimo per cui basta inserire il cavo che lo collega al modem e seguire i passi per la configurazione che trovate sulla app dedicata, oppure entrare nell’infinito menù di gestione per personalizzare ogni singolo dettaglio della vostra rete.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

Dal mio punto di vista, è il bello dei dispositivi di NETGEAR: potete scegliere di usarli in modo molto semplice, oppure tirare fuori il professionista delle reti che è in voi.

E’ possibile controllare la quality of service dei dispositivi collegati, oppure optare per la connessione smart: le reti emesse hanno un unico nome ed è il router a fornire la connessione più adatta.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

C’è ovviamente una rete ospiti che potete gestire con o senza password e di cui potete gestire gli accessi a vostro piacimento.

E’ possibile aggregare le connessioni cablate per performance più elevate, utili per gli stream video di grande peso o per chi gioca on line e vuole reattività di alto livello.

AX8 gestisce la memoria condivisa

Basta inserire una chiavetta USB o un hard disk drive per trasformare il router in un server condiviso per tutti i dispositivi che accedono alla rete.

Anche in questo caso, la gestione dei servizi connessi passa per il menù del modem, a cui si accede attraverso un browser oppure con la app dedicata chiamata Nigthhawk.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8

La sicurezza non è uno scherzo, AX8 lo sa

Gestire un router che regola gli accessi in una casa è un lavoro relativamente tranquillo, quando un dispositivo invece è usato in una comunità più estesa come un ufficio, il compito può diventare più complicato.

NETGEAR Nighthawk AX8 è preparato anche a questa condizione: c’è un sistema di controllo degli accessi e la possibilità di bloccare gli accessi ad alcuni siti o determinati servizi.

Avrete quindi la libertà di far impazzire tutti i vostri colleghi bloccando l’accesso a Facebook o Instagram, ma anche sapere se qualcuno visita YouPorn durante le ore di lavoro, perché AX8 spedisce una mail con i report sui tentativi di accesso a siti o servizi non autorizzati.

E’ possibile anche programmare accensione e spegnimento del wifi, nei giorni e negli orari che voi stabilite.

Per qualcuno è preferibile dormire senza wifi nell’aria. Non importa se spento il vostro arriveranno le onde del vicino, ma in ogni caso si può programmare il funzionamento in modo molto dettagliato.

Il design è un po’ aggressivo

Per chi vive in famiglia, l’adozione di AX8 comporterà necessariamente una trattativa con l’altra metà della casa, perché non sarà facile farne digerire il design.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8

In effetti è un po’ aggressivo, in linea con lo spirito da giocatore, ma vi ricordo che il router non va chiuso negli armadi, è la cosa peggiore che possiate fare per avere un’efficenza del segnale e quindi qualcuno si dovrà adattare ad avere una specie di falco con le ali spiegate che campeggia in soggiorno.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

Sempre meglio che avere un modello con mille antenne in vista, come quelli che oggi offrono alcuni concorrenti nella stessa categoria.

Non credo serva specificare il dettaglio relativo alle connessioni, perché anche AX8 è dotato delle canoniche 5 porte ethernet, con due connessioni USB.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

Ovviamente c’è una porta per la connessione WAN al modem. Pochi i pulsanti disponibili, posti nella parte superiore del nuovo AX8.

Recensione NETGEAR Nighthawk AX8, il wifi 6 è tra noi

Con uno dei tasti si spegne il wifi, con l’altro invece si attiva la connessione WPS, cioè senza l’uso della password.

Il prezzo è impegnativo, ma la tecnologia si paga

Il nuovo NETGEAR Nighthawk AX8 viene venduto ad un prezzo intorno ai 300 euro e di sicuro non è il router più conveniente del mercato.

Potete comprare prodotti a prezzi anche 5 o 6 volte più bassi, ma cosa vi offrono? Avete una app per il controllo? Avete il wifi 6? Avete una qualità dei componenti come quella offerta da NETGEAR sui prodotti più importanti?

L’offerta migliore che ho trovato su Amazon è disponibile a questo indirizzo e oggi è di 349 euro.

Conclusioni recensione NETGEAR Nighthawk AX8

La sensibilità sull’acquisto del modem è tema del tutto personale e dipende molto da ciò che fate dentro casa, ma se cominciate ad avere un paio di flussi di Netflix, qualcuno che gioca on line, due o tre camere di sicurezza con qualità fullHD, senza saperlo siete tra coloro a cui serve un router serio.

E’ inutile pensare di riempire la casa di oggetti connessi se poi non si dà loro l’autostrada necessaria per far correre tutti i dati che producono.

Il modem non è più una “spesa” accessoria per mandare gattini su Facebook, è un nodo “strutturale” dentro casa per cui serve un investimento, ripagato dall’utilizzo nel lungo periodo.

NETGEAR Nighthawk AX8 è tra le migliori soluzioni oggi disponibili se volete un pieno controllo della vostra rete.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.