Passaggio storico: Huawei supera Samsung in Italia ad Aprile

Luca Viscardi29 Maggio 2018
Passaggio storico: Huawei supera Samsung in Italia ad Aprile

Con i dati che sono stati resi noti da GFK, registriamo un passaggio storico: Huawei supera Samsung in Italia ad Aprile e conquista il primato delle vendite se i volumi del marchio principale vengono uniti a quelli del brand “secondario” Honor.

Diciamo che il dato non sorprende, perché già lo scorso anno, nel pieno del terremoto causato da Galaxy Note 8 alcuni dati mai confermati avevano suggerito un sorpasso con volumi intorno al 27%. Questo significava che in quel caso bastavano le vendite del marchio Huawei per il ribaltone storico, mentre con i dati di aprile, il colosso cinese è in vantaggio solo ed esclusivamente se abbinato alla sussidiaria Honor, che ha una fetta di mercato molto contenuta, ma che si sta facendo strada nel segmento più giovane.

Passaggio storico: Huawei supera Samsung in Italia ad Aprile

Huawei supera Samsung: il grafico

 

Passaggio storico: Huawei supera Samsung in Italia ad Aprile

Lo si vede anche ad occhio: la distanza è minimale, solo un misero 0,2% divide le due aziende, ma il valore simbolico è altissimo. La domanda che dovremmo farci è: perché questo sorpasso? Non guardate i piani alti, dimenticate Huawei P20 Pro e Galaxy Note 8 o Galaxy S9.

La partita si gioca tutta ai piani bassi, quelli della fascia media e bassa, dove Huawei (insieme ad Honor) propone un portfolio di prodotti che non lascerebbero scampo a nessuno: Huawei P Smart, P20 Lite, P8 Lite 2017, Mate 10 Lite, Honor 7X, potrei andare avanti per circa un quarto d’ora e non aver ancora completato la lista degli smartphone che sono compresi trai i 200 e i 400 euro che portano uno dei due marchi del gruppo Huawei.

Huawei supera Samsung

Poi provate a girarvi e dopo che avete superato lo scaffale con i 50 prodotti made in China, troverete l’unica proposta di Samsung in quel segmento che si possa menzionare: i modelli J3 e J5.

Huawei supera Samsung

Da un lato, schermo 18:9, doppia fotocamera, funzione di hotspot wifi, sensore per le impronte digitali, colori super cool. Dall’altro, single camera, display 16:9 molto più piccolo, niente sensore impronte, serve dire quale dei due abbia più appeal?

Certo, questi volumi non fanno margini, si possono vendere vagonate di telefoni, ma il risultato finale è di un guadagno molto esiguo.

Huawei supera Samsung: anche nella tecnologia?

Recensione Video Huawei P20 Pro

La supremazia nelle vendite significa anche primato nella tecnologia? Ni. Il recentissimo Huawei P20 Pro è un bellissimo prodotto, ha dettagli tecnici superlativi, ma nel complesso non ho timore di smentite nel valutare Galaxy S9 Plus un prodotto più sofisticato.

Nel complesso i due smartphone si equivalgono, ma se guardo il dettaglio degli schermi con i bordi curvi, la qualità degli scatti e la completezza dell’interfaccia, trovo il Galaxy S9 Plus sia espressione di maggior maturità, anche se rispetto al modello S8 non ci sono state novità superlative.

Ma come per il sorpasso nelle vendite, anche sul fronte tecnologico è una questione di tempo: Huawei spende una cifra mostruosa del proprio fatturato per ricerca e sviluppo, sta mettendo a punto soluzioni sempre più sofisticate ed avanzate, non è difficile pensare che saprà sopravanzare la concorrenza anche sul fronte dell’innovazione.

Ma oggi, tra il Galaxy S9 Plus e il bellissimo Huawei P20 Pro, io scelgo Samsung, che è parte di un ecosistema, che comprende la mia TV, gli elettrodomestici, la fotocamera a 360 gradi, un sistema di pagamento comodissimo come Samsung Pay, il visore per la realtà virtuale. Insomma, oltre allo smartphone c’è di più, condizione che oggi non si trova invece sul fronte di Huawei.

Ed è esteticamente un capolavoro, espressione di un livello del design che i brand cinesi ancora non sono riusciti a raggiungere, ma forse anche per questo è solo questione di tempo.

Ma il tracciato è segnato: sarà molto difficile per Samsung, che ha un passo diverso e un’organizzazione concentrata su più business, tenere il ritmo di Huawei. Incredibile pensare che solo 6 anni nessuno di noi conoscesse quel nome.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.