Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Luca Viscardi9 Marzo 2018
Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi e non temo di essere smentito, perché un telefono giù bello è diventato ancora migliore.

Samsung Galaxy S9 e S9+, sembrano uguali, ma non lo sono

Per capire perché vi sto dando questa valutazione, dovete impugnare lo smartphone e usarlo per un po’: se all’occhio può sembrare quasi identico al precedente, il contatto fisico vi darà subito la sensazione della novità, con la diversa angolazione del bordo, che conferisce una diversa sensazione quando lo si tiene in mano e da anche un grip leggermente superiore.

Ma il meglio viene quando lo cominciate ad usare, perché il processore è incredibilmente potente e reattivo, il display è stato ulteriormente migliorato e il software ha cancellato alcune bizzarrie del passato. Ve ne segnalo una: con il Galaxy s8 dovevate scegliere se sbloccare il telefono con la scansione dell’iride o con la lettura del viso. Adesso il telefono sceglie autonomamente cosa fare.

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Sollevate lo smartphone, guardate il telefono ed è fatta. Una cosa da poco, ma che diventa significativa quando sbloccate il telefono mille volte e preferite usare il codice: non dovete più premere “ok” dopo aver immesso i numeri. Alla decima volta in cui lo farete ne coglierete l’utilità e vi chiederete come avete fatto prima.

Siamo però ancora ai dettagli secondari: quello principale è dal mio punto di vista (e probabilmente anche dal vostro) la fotocamera. La migliore mai vista su uno smartphone: pensavo che la qualità di Google Pixel 2 XL fosse impossibile da battere e invece da Samsung sono riusciti nell’impresa di fare qualcosa di meglio.

Ci sono due aspetti che fanno la differenza: il primo è quello delle immagini in super Slow motion: difficilmente sarà una delle funzioni che userete con frequenza, ma rimane comunque un’opzione che dimostra la potenza del processore e la qualità del sensore.

Perdonate se la luminosità è pari a zero, ma quelle versato in questo video era l’ennesimo bicchiere e l’operatore di ripresa era già avvolto dalle bollicine.

Il video serve comunque a cogliere il dettaglio della ripresa, che in questo caso è stata fatta in automatico. Avviata la ripresa, lo smartphone ha colto in autonomia il momento in cui valeva la pena rallentare le immagini.

Vi mostro un secondo esempio di questo tipo di ripresa, anche in questa volta in verticale, spero possiate perdonare questa scelta: non so cosa mi dia più fastidio dei video girati in verticale! 🙂

Come potete notare, quando viene attivato il super slow motion non c’è audio, ma il telefono produce un video con una colonna che potete editare a vostro piacimento.

Quello che forse userete di più è la fotocamera nel suo complesso, vi mostro alcune immagini di cui ho ridotto la dimensione, ma di cui ho lasciato inalterato gli altri dettagli.

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Cliccate sull’immagine potreste scaricarla con una dimensione 2560 x 1440 e potrete vedere da vicino il dettaglio captato, potreste vedere i singoli pixel sui loghi delle radio.

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Ho approfittato della mitica Enoteca Zanini anche per un altro paio di scatti. Se vi viene fame o vi viene voglia di andare a cena lì per un’occasione speciale, è tutto normale!

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Ho fatto anche uno scatto in esterna, rovinato dalla presenza di un cantiere, per mostrarvi anche come si comporta l’apertura variabile quando non c’è luce.

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Come sempre, cliccando sul file potrete accedere ad una versione scaricabile per guardare con più attenzione il risultato dello scatto.

Samsung Galaxy S9 e S9+: batteria inalterata

Nel nuovo Galaxy S9+ la batteria è più che buona e rimane inalterata rispetto al modello precedente, meglio (di gran lunga) rispetto al Galaxy Note 8, ma non trovo differenze significative date dall’apporto di Android 8 come sistema operativo nativo.

Meglio invece il sensore delle impronte messo sotto la fotocamera anziché accanto, perché a me il dito cade sempre lì, ma dipende molto dal vostro tipo di impugnatura e dalla dimensione della vostro mano.

Oggi arrivano Samsung Galaxy S9 e S9+, due smartphone mostruosi

Samsung Galaxy S9 e S9+: AR Emoji divertenti, ma sono un gimmick

Esattamente come le Animoji di Apple, le AR Emoji di Samsung sono molto divertenti, ma (complice la mia età) non trovo siano un elemento risolutivo. Sono però la prova che la qualità della fotocamera e la potenza del processore sono al top. Adesso attendiamo i contenuti Disney che al momento non sono ancora disponibili.

Un dettaglio di super pregio è invece l’audio stereo: F-A-N-T-A-S-T-I-C-O! Semplicemente top: con i due altoparlanti non c’è solo un volume più alto ma anche una migliore definizione con frequenze basse molto ben definite. Un salto in avanti abissale rispetto a Galaxy S8 e S8+.

La ricezione è ottima, così come l’audio in conversazione; mi pare di poter dire che anche la  connessione wifi è stabile e affidabile, con aggancio alla rete molto rapido.

Galaxy S9 e S9+, si compra adesso, esce venerdì 16

In queste ore coloro che hanno fatto preordine stanno ricevendo il nuovo smartphone di Samsung, che volendo trovate anche on line. Se volete il modello più piccolo, S9, potete trovarlo a 855 euro e  cliccare qui! Se invece volete il modello Galaxy S9+,  a 955 euro, allora dovete andare QUI!

Dimentico qualcosa? Vi prego di farmi tutte le domande del mondo, se ancora ne restano. Sono a piena e totale disposizione.

(Come?!? La domanda è “me lo regali”? 🙂 Ci penso un attimo…)


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.