Colonnine elettriche: ricarica con bancomat e contanti

Luca Talotta24 Agosto 2022
colonnine elettriche, foto unsplash
Listen to my podcast

Ritorna più sostenibile che mai, dopo la pausa estiva, Mister Gadget e-Wheels, il podcast che vi racconta come si sta muovendo la mobilità elettrica e non solo nel nostro paese. E oggi parleremo di colonnine elettriche di ricariche con bancomat e contanti, in autostrada come in città, e della voglia matta degli italiani di acquistare (o forse no?) Un’auto elettrica.

La svolta di Alpitronic, ora la ricarica si paga con bancomat e contanti

Piccoli passi, ma estremamente significativi. L’azienda altoatesina Alpitronic ha inaugurato, indirettamente, l’era della ricarica Plug&Charge. Cosa significa: beh semplificando che i caricatori dell’azienda hanno superato con successo il test di Hubject, altra azienda impegnata nello sviluppo della mobilità elettrica, certificando che presso i distributori di Alpitronic si potrà ricaricare anche utilizzando il contante o il bancomat. Addio a carte e App, che rimarranno comunque in vigore. Questo sviluppo avvicina le stazioni di ricarica pubbliche ai Supercharger di Tesla e alla Porsche Taycan, quest’ultima abilitata alla ricarica Plug&Charge presso la rete Ionity. Le colonne di ricarica di Alpitronic erogano potenze comprese tra 150 e 300 kW. Delle signore ricariche, insomma, che potrebbero davvero dare il boost che serve per lo sviluppo della mobilità elettrica.

Osservatorio Findomestic, il pregiudizio (che non c’è) sull’elettrico

Interessante lo studio condotto da Findomestic per il suo canonico Osservatorio sul mondo automotive. Il risultato è che 4 italiani su 10 pensano che i modelli elettrici ed elettrificati saranno realmente green solo quando saranno alimentati con energia rinnovabile e quando sarà trovata la soluzione per un corretto smaltimento delle batterie.  E, per 1 su 4, resta il problema di dove ricaricarla. Un pregiudizio bello e buono, verrebbe da dire, ma c’è un dato nell’Osservatorio che non deve essere sottovalutato: il 14% degli italiani intervistati, infatti, dice invece che acquisterà un’auto completamente elettrica, mentre solo il 12% opterà per il diesel e un altro 12% per la benzina. 

Colonnine elettriche in autostrada, arrivano finalmente i bandi di gara

E finalmente arrivano i bandi di gara per le colonnine nelle autostrade. L’Autorità regolazione Trasporti ha infatti definito i criteri per le nuove installazioni, che andranno ad affiancarsi a quelle già esistenti di Free to X. In sintesi, a gare e installazioni ultimate e si pensa che possano servire cinque anni, avremo in ogni stazione di servizio la scelta tra due società di ricarica. Per la rete di Autostrade per l’Italia, come detto, una già quella di Free to X, che sta lavorando per arrivare all’obiettivo di 136 punti di ricarica. L’altra, appunto, andrà messa a gara, secondo i criteri appena approvati. Le concessioni avranno una durata che va da un minimo di 5 a un massimo di 12 anni. E anche queste dovranno essere accessibili, oltre che con card e applicazioni varie, anche con bancomat o carte di credito.

Seguite Mistergadget.tech e Mister Gadget e-Wheels su sito e social

E anche per questa puntata di Mister Gadget e-Wheels è tutto. Un saluto da Luca Talotta e continuate a seguirci sul nostro sito internet, mistergadget.tech, e sui nostri canali social. 


Articoli che ti consigliamo:


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.