Tutti i videogiochi rinviati e che non vedremo nel 2022

Riccardo Ferrari25 Luglio 2022
videogiochi rinviati

Purtroppo il 2022 è stato contrassegnato da un sacco di rinvii, ecco tutti i videogiochi per cui dovremo attendere ancora qualche mese prima di poterli giocare.

Siamo a metà di questo turbolento 2022, ma abbiamo dovuto subire già diverse “brutte notizie” nel settore videoludico. I rinvii di videogame non sono rari e, con il passare dell’anno, l’elenco dei giochi rimandati nel 2022 non farà che aumentare.

Per aiutarti a non perderti nessuna novità a riguardo, abbiamo compilato un elenco di tutti i videogiochi rinviati finora. Ovviamente si tratta di una lista che verrà aggiornata nel corso delle settimane ma, per ora, questi sono i giochi ritardati nel 2022 finora, incluso l’ultimo, The Lord of the Rings: Gollum. Ci sembra giusto sottolineare che sono stati inclusi solo i giochi con rinvii su tutti i sistemi disponibili – i giochi con solo la versione cloud di Nintendo Switch che subirà un ritardo, ad esempio, sono stati omessi – a meno che le nuove versioni non siano state pianificate anni dopo la versione originale.

The Lord of the Rings: Gollum

Il gioco stealth The Lord of the Rings: Gollum doveva uscire il 1° settembre, ma sembra che il team di Daedalic Entertainment stia lavorando per assicurarsi che sia un po’ più un “tesoro”. È stato rimandato di “pochi mesi” secondo un annuncio su Twitter, senza una nuova data di lancio ufficiale.

Avatar: Frontiers of Pandora

Il gioco action-adventure in prima persona Avatar: Frontiers of Pandora è in fase di sviluppo presso lo studio Massive di Ubisoft, ma non sarà pronto per la sua finestra di rilascio originale. Ubisoft ha annunciato nel luglio 2022 che il gioco verrà rilasciato nel prossimo anno fiscale. Questo mette il suo arrivo, al più presto nell’aprile 2023, anche se potremmo dover aspettare ben oltre prima di poter effettivamente esplorare Pandora.

Sea of Stars

Sea of Stars – il prossimo gioco di Sabotage Studio e un prequel del suo gioco The Messenger – doveva essere rilasciato alla fine del 2022, ma da allora è stato rimandato al 2023. Il titolo, mentre si svolge prima degli eventi visti in The Messenger, non segue affatto il suo stile di gioco, abbandonando il platform/action in stile Ninja Gaiden per un gioco di ruolo a turni. Sabotage ha rivelato che la scelta del rinvio è sia per avere una migliore qualità del gioco finito e per non pressare troppo i membri del suo team.

Star Wars: Hunters

Il titolo battle arena Star Wars: Hunters, un videogame per mobile e Nintendo Switch, sembra che potrebbe essere uno dei giochi multiplayer di Star Wars migliori degli ultimi anni. Dovremo aspettare ancora un po’ per confermarlo, tuttavia, poiché Zynga ha annunciato il suo rinvio al 2023. Gli sviluppatori hanno affermato che la sua più grande priorità è “garantire ai giocatori la migliore esperienza possibile”, e questo significava posticipare la data di lancio.

Immortality

Sam Barlow, meglio conosciuto finora per il gioco misterioso in FMV Her Story, avrebbe dovuto rilasciare il suo prossimo gioco, Immortality, alla fine di luglio. Tuttavia, poco prima della sua data di uscita prevista, Barlow ha scelto di rimandare il progetto fino al 30 agosto per dare gli ultimi ritocchi (per fortuna quindi dovremo aspettare solo qualche settimana in più). Il gioco, un altro mistero in FMV, segue l’indagine su un’attrice scomparsa che è apparsa in tre film (fittizi) inediti. Usando queste clip scoperte, devi risolvere il mistero da solo.

Homeworld 3

Il gioco di strategia Homeworld 3 era stato precedentemente pianificato per essere lanciato ad un certo punto nel 2022, ma non è più così, Gearbox e Blackbird Interactive hanno scelto di spostarlo nella prima metà del 2023, non dando una ragione specifica se non per voler offrire la “massima qualità”. I fan saranno in grado di sentire di più sul gioco durante la Gamescom ad agosto, tuttavia, quindi ciò dovrebbe aiutare a rendere più facile l’attesa.

Replaced

Il prossimo platform fantascientifico Replaced doveva essere rilasciato nel 2022, ma ora il gioco uscirà il prossimo anno. La decisione è stata presa dallo sviluppatore Sad Cat Studios insieme a Coatsink e Thunderful perché lo studio ha sviluppatori situati sia in Bielorussia che in Ucraina. Con la guerra in corso, il team ha scelto di trasferirsi e ha dovuto sospendere lo sviluppo durante questo periodo.

Tchia

Tchia è stato rinviato al prossimo anno, con il gioco di avventura “control anything” dello sviluppatore Awaceb che ha bisogno ancora di un po’ lavoro di ottimizzazione e della possibilità di aggiungere ulteriori “piccoli dettagli”, secondo l’annuncio. Il gioco è in sviluppo da più di tre anni finora, ed arriverà anche con un ukulele completamente giocabile che ha implicazioni sia di gioco che creative.

Test Drive Unlimited: Solar Crown

Il prossimo capitolo della famosa serie automobilistica Test Drive Unlimited non arriverà più nel 2022. Test Drive Unlimited: Solar Crown prende i 550 chilometri dell’isola di Hong Kong e li rende giocabili in un gioco di guida “life style”, e il team di sviluppo ha sottolineato che c’è ancora diverso lavoro di ottimizzazione da fare.

Kerbal Space Program 2

Il sequel dell’acclamata simulazione di volo spaziale Kerbal Space Program non arriverà nel 2022. Kerbal Space Program 2 arriverà all’inizio del 2023 su PC, seguito da un rilascio su console entro la fine dell’anno, con Intercept Games che enfatizza la qualità e la pulizia come ragioni principali del rinvio.

Starfield

Uno dei più grandi giochi del 2022 sarà ora uno dei più grandi giochi del 2023. Starfield di Bethesda aveva una data prestabilita: l’11 novembre 2022, ma questo potrebbe essere stato troppo ottimista. Il gioco uscirà ora ad un certo punto nel 2023, senza una nuova data di lancio. Bethesda ha dato una vaga spiegazione per il rinvio, così come per quello di Redfall, in un post di aggiornamento sui social media a maggio.

Redfall

Come scritto poco sopra, Redfall è stata posticipato contemporaneamente a Starfield e ha anche ricevuto una finestra di rilascio nel 2023. Il gioco d’azione cooperativo è sviluppato da Arkane Austin e sembra differire in modo abbastanza significativo dal lavoro dello studio su Dishonored e Prey. Sarà anche il primo gioco Arkane a non uscire su un sistema PlayStation in più di un decennio.

The Witcher 3 (in versione next-gen)

The Witcher 3 è stato rilasciato nel 2015 per i sistemi di ultima generazione e le versioni PS5 e Xbox Series X|S sono in fase di sviluppo. Tuttavia, CD Projekt Red ha scelto di spostare lo sviluppo nel suo team interno piuttosto che continuare a farlo sviluppare a Saber Interactive. La decisione ha portato il gioco a passare dalla finestra del secondo trimestre 2022 a una data futura non annunciata.

The Day Before

Il lancio di The Day Before, un attesissimo MMO, doveva essere lanciato a giugno, ma il team di sviluppo ha scelto di fare un grande cambiamento. Ora, per ospitare un passaggio a Unreal Engine 5, The Day Before arriverà il 1 marzo 2023. Studio Fntastic promette un “motore open world più avanzato e adattato”.

Two Point Campus

Il simulatore di gestione universitaria Two Point Campus sarebbe dovuto uscire il 17 maggio, ma sembra che Two Point Studios abbia riscontrato problemi di qualità con alcune delle sue piattaforme supportate. Il gioco è ora in arrivo il 9 agosto (quindi lo vedremo a breve), con il game director Mark Webley che afferma che il rinvio consentirà al team di “consegnare il miglior gioco possibile che possa essere goduto su tutte le piattaforme”.

Sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Precedentemente previsto per il lancio ad un certo punto nel 2022, il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild uscirà ora nella primavera del 2023. Nintendo non ha svelato una ragione specifica per il posticipo, anche se con qualsiasi gioco Zelda, il motivo di solito può equivalere a “assicurarsi che sia perfetto”.

Sons of The Forest

Il tanto atteso seguito di The Forest era originariamente previsto per il lancio a maggio, ma lo sviluppatore Endnight Games ora afferma che la finestra di lancio di Sons of the Forest era “eccessivamente ambiziosa”. Il gioco di sopravvivenza dovrebbe ora arrivare a ottobre e, dati i suoi temi spettrali, questa nuova finestra potrebbe effettivamente essere la scelta perfetta.

Suicide Squad: Kill the Justice League

Il primo gioco completo di Rocksteady dai tempi di Batman: Arkham Knight ha bisogno di un po’ più di tempo per arrivare sul mercato. Previsto per il 2022 in precedenza, lo sviluppatore ha annunciato che Suicide Squad: Kill the Justice League arriverà ora nel 2023. Il gioco presenta personaggi come Harley Quinn e Deadshot, ed è tecnicamente un sequel narrativo di Arkham Knight.

EA Sports PGA Tour

Dopo aver già rinviato il gioco una volta con una finestra di rilascio prevista alla fine del 2022, EA ha scelto di posticipare EA Sports PGA Tour una seconda volta. Il prossimo gioco di golf arriverà ora nella primavera del 2023 e dovrà fare a meno ancora una volta del nome Tiger Woods. La leggenda del golf ha cambiato squadra, ora lavora esclusivamente con 2K Games.

STALKER 2: Heart of Chernobyl

Previsto in precedenza per un lancio nell’aprile 2022, il tanto atteso STALKER 2 è stato ritardato per la prima volta all’8 dicembre prima che un ulteriore ritardo lo spingesse nel 2023. Lo studio, con sede in Ucraina, è stato costretto a sospendere lo sviluppo a causa dell’invasione russa in corso, con alcuni membri del suo team di sviluppo che si sono persino offerti volontari per difendere il paese.

Frontier’s Warhammer: Age of Sigmar RTS

Un videogame può essere rimando se non ha un nome finale ed ufficiale? A quanto pare sì, poiché Frontier Development ha annunciato che il suo Warhammer: Age of Sigmar ora probabilmente non arriverà fino alla fine del 2023.

The Settlers

Il gioco di strategia The Settlers ha subito un nuovo posticipo, questa volta a tempo indeterminato. Precedentemente previsto per il lancio il 17 marzo, il gioco è stato rimandato a una data futura indeterminata dopo che la closed beta del gioco ha ricevuto aspre critiche. Ubisoft Dusseldorf sta usando il tempo per “migliorare il gioco e spingere la qualità come priorità principale per tutti i giocatori”.

Forspoken

Square Enix e Luminous Productions originariamente prevedevano di lanciare Forspoken a maggio, ma è stata presa la decisione di lavorarci ancora un po’ e apportare miglioramenti pochi mesi prima di quella data. Il gioco doveva quindi uscire l’11 ottobre per PS5 e PC, ma anche quella data non sarà rispettata, poiché Square Enix ha ritardato Forspoken fino al 24 gennaio 2023. Come parte dell’annuncio, le società hanno dichiarato: “Tutti gli elementi del gioco sono ora completi e lo sviluppo è nella sua fase finale di pulizia ed ottimizzazione”.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.