Mobilità elettrica: il ritorno della Alfa Romeo MiTo, la Smart #1 e l’addio al nichel di Tesla

Luca Talotta5 Maggio 2022
Mobilità elettrica, la Smart #1
Listen to my podcast

Bentornati a Mister Gadget e-Wheels, il podcast che vi racconta tutto sulla mobilità elettrica e sostenibile. Io sono Luca Talotta e oggi vi parlerò di Smart, Ford, Alfa Romeo e Tesla.

Mobilità elettrica, arriva la Smart #1

Partiamo da Smart, che ha aperto le prenotazioni per una launch edition molto interessante della sua 1; sì, si chiama proprio così, uno o one dipende da voi. E si scrive con il tasto cancellato, quello degli hashtag per intenderci, davanti. La Smart #1 sarà disponibile in soli 1.000 esemplari in tutta Europa, di cui 150 destinati al mercato italiano. Il pre-ordine andrà poi confermato al momento della pubblicazione dei listini, prevista per settembre. Per le consegne bisognerà invece attendere febbraio 2023. La novità è che tutto quello che sappiamo sulla Smart qui non ha più senso: perché non è più una microcar ma un Suv, con motore da 200 kW e 343 Nm di coppia. Anche l’autonomia è alta, fino a 440 km grazie a 66 kWh di batterie, con ricarica in AC fino a 22 kW e in DC fino a 150.

La rinascita della Alfa Romeo MiTo

Tra I tanti modelli elettrici in arrivo nel gruppo Stellantis viene data ormai per certa la “rinascita” dell’Alfa Romeo MiTo. L’originale a benzina risale al 2008, quando a capo del marchio del Biscione c’era l’attuale n.1 di Renault, Luca De Meo. La produzione cessò poi nel 2019, senza che la piccola Alfa avesse mai riscosso risultati di vendita accettabili. Ora si parla di un nuovo modello che sfrutterà le sinergie con altri marchi: i ben informati infatti dicono che le piattaforme tecniche possibili sono quelle della Fiat 500e o quella della Peugeot e-208. Quel che è certo è che la nuova MiTo avrà 5 porte.

Tesla, sempre meno nichel nelle batterie

Novità anche in casa Tesla, con l’azienda che prosegue nella strategia di affrancarsi dalla dipendenza di nichel e cobalto per la produzione delle sue batterie. E conferma che nel primo trimestre 2022 quasi la metà delle celle sono state prodotte con tecnologia LFP (Litio-Ferro-Fosfato). Che sono considerate più economiche e sicure, ma con meno densità di energia e quindi autonomia inferiore. Tesla assicura comunque che con queste batterie è possibile raggiungere i 430 km di autonomia, comunque interessante.

Ford vuole superare Tesla nelle vendite di auto elettriche

Non è solo Volkswagen ad essere convinta di potere presto superare Tesla per leadership mondiale nella vendita di auto elettriche. Il sorpasso è anche nei piani del gruppo Ford e potrebbe avvenire nel 2026, quando l’azienda supererà i 2 milioni di elettriche prodotte. Anche se per quell’epoca Tesla, che già quest’anno supererà quota un milione, potrebbe essere su livelli ben più elevati. Ford, intanto, ha lanciato il pick-up elettrico F-150 Lightning. Chissà se più mezzi e concorrenza vorrà dire anche prezzi più bassi.

Anche per questa puntata di Mister Gadget e-Wheels è tutto, io vi ricordo di seguirci su MisterGadget.tech e sui nostri canali social. Da Luca Talotta un caro saluto, ovviamente elettrico. Ciao!


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.