Anonymous viola la sicurezza di VKontakte, social network russo

Luca Viscardi22 Marzo 2022
VKontakte
Listen to my podcast

A quasi un mese di distanza dall’inizio della guerra in Ucraina, il collettivo di hacker Anonymous ieri ha violato il social network più popolare in Russia.

  • Anonymous ha hackerato VKontakte, il social più forte in Russia
  • Come cancellare gli ultimi 15 minuti di navigazione
  • In Russia si consiglia di non aggiornare i dispositivi per evitare il protestare
  • Un film di Apple TV+ potrebbe vincere l’oscar
  • Apple TV+ “downgraded” su Android TV
  • Nothing ha fissato un evento per domani
  • Sony Interactive compra Haven Studios, di Jade Raymond, mitica sviluppatrice canadese di Assassin Creed
  • Clamoroso blackout ai servizi di Apple in tutto il mondo
  • LOL Chi ride è fuori avrà una terza stagione
  • Whatsapp finalmente è multidispositivo
  • CD Project ha annunciato nuovo capitolo The Witcher
  • La mancanza di chip ha ridotto di un terzo le consegne di prodotti.

Trascrizione automatica del podcast

Ben ritrovati dunque al nostro notiziario quotidiano dedicato al mondo della tecnologia. Grazie, se avete scelto di ascoltarlo anche oggi, benvenuti. Io sono Luca Viscardi, abbiamo detto si comincia da Anonymous perché si continua a parlare di guerra cibernetica, che non è così roboante come quella che si fa fisicamente sul terreno, ma è comunque per alcuni versi molto efficace.

Anonymous aveva dichiarato guerra cibernetica alla Russia. Avrebbe hackerato anche VKontakte, che è il social network più utilizzato in Russia per diffondere notizie su ciò che sta accadendo in Russia. Tra l’altro, molti istituti bancari e molte istituzioni in generale hanno invitato i cittadini a non aggiornare i loro sistemi operativi e le applicazioni per il timore di quello che viene chiamato protests wear, ovvero l’attacco cibernetico proprio per protestare contro la guerra.

In tutto questo Google, come detto nei giorni scorsi, ha rilasciato la possibilità che arriva anche su iOS e su Android di cancellare i propri ultimi 15 minuti di navigazione. Nel caso aprite l’applicazione Google, cliccate sulla vostra fotografia e a quel punto troverete tra le diverse voci del menu il comando cancella gli ultimi 15 minuti.

Due novità che riguardano Apple TV+. La prima è che, secondo alcuni esperti potrebbe addirittura portare un proprio titolo a vincere l’Oscar. Sarebbe qualcosa di assolutamente storico. E proprio contestualmente a questo, cioè una buona notizia per il futuro dei ponti virtuali, arriva quella che il servizio è stato invece declassato su Android TV, dove non sarà più possibile acquistare i film di iTunes. Non sappiamo quale sia la ragione per cui tutto questo è fatto.

A proposito di Apple, ieri grosse difficoltà per moltissimi dei servizi che per un lungo periodo intorno all’ora sono stati bloccati online i servizi di iCloud, il placet di lei e addirittura il sistema di gestione dei negozi sarebbe andato in crash. Non sappiamo cosa sia successo.

Nothing, la società di Carl Pei che ha già lanciato degli auricolari tempo fa, ha invitato la stampa e anche gli appassionati ad un evento che si terrà domani nel pomeriggio. Non sappiamo che cosa verrà presentato nel tesser di lancio c’è il marchio di Snapdragon di Qualcomm.

Sony Interactive ha comprato Haven Studios, ovvero la nuova società di Jade Raymond, che è una mitica sviluppatrice canadese al centro anche dello sviluppo di Assassin’s Creed.

Lo studio Raven Studios era comunque frutto di un investimento di Sony, quindi probabilmente questo passaggio era già preventivato. Siamo curiosi di capire quello che succederà poi.

WhatsApp finalmente entro la fine di questo mese su iOS e entro aprile anche su Android arriverà con il sistema multi dispositivo. Se ne è parlato tantissimo, è rimasto per un sacco di tempo in beta, ma finalmente si potrà usare WhatsApp sul computer anche quando il telefono non è nelle vicinanze.

CD Project, la società polacca che ha realizzato Cyberpunk 2077, ha annunciato un nuovo capitolo di The Witcher, il titolo che ha reso questo studio veramente famoso nel mondo dei videogiochi.

Infine, un’ultima curiosità che riguarda le difficoltà di reperimento per i microchip questa mancanza avrebbe fatto ridurre di 1/3 la spedizione di qualunque genere di tecnologia o di prodotto tecnologico nel corso del 2021. Speriamo che la situazione migliori nel corso del 2022. Noi senza timore di non trovare un microchip ci ritroviamo se volete, domani.


Registrati gratuitamente per ascoltare il nostro podcast su | Apple Music | Google Podcast | Spotify | Spreaker | Amazon Music | TuneIn |


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.