Pre Recensione HUAWEI P50 Pro, fotocamera al top | Video

Luca Viscardi28 Gennaio 2022

Quando ormai avevamo quasi perso le speranze, ecco che viene finalmente distribuito anche in Italia il nuovo HUAWEI P50 Pro, protagonista del nostro video di oggi in cui vi mostriamo le sue caratteristiche principali.

Inutile nascondere che questo è un dispositivo con luci e ombre, in particolare per la mancanza di servizi di Google, che non sono ancora stati completamente soppiantati del nuovo sistema operativo di Huawei, perché questo smartphone si trova nel guado tra Android e HarmonyOS.

Bisogna però riconoscere anche i suoi pregi, in particolare quelli della sua straordinaria fotocamera, dotata di funzionalità incredibilmente avanzate, capaci di scatti di qualità eccelsa.

HUAWEI P50 Pro viene classificato dagli esperti di DxOmark come il miglior smartphone per la qualità della fotocamera, non possiamo che confermare questa lusinghiera valutazione, che tiene conto di tutti gli aspetti peculiari di questo cellulare, a partire dal sensore monocromatico, in grado di catturare immagini e video con un sapore davvero speciale.

C’è qualche limitazione imposta dall’embargo americano, come la mancanza del 5G: questo smartphone ha un processore che potenzialmente potrebbe funzionare con le reti di nuova generazione, ma a causa della diatriba con gli americani, l’accesso alla funzione è inibito.

Segnaliamo uscire un posizionamento di prezzo molto ambizioso, perché con la percezione attuale di cui Huawei gode sul mercato, scegliere di vendere HUAWEI P50 Pro a 1.199 è sicuramente una sfida coraggiosa. Attendiamo la risposta del mercato.

Trascrizione automatica del video

Una delle prime grandi novità del 2022 dunque è il ritorno di Huawei che presenta in un colpo solo P50 pro, P50 Pocket e anche il nuovo Watch GT runner che tra l’altro è al mio polso che è lo smartwatch pensato per coloro che amano la corsa. Di come sono fatti questi smartwatch e P50 Pocket parleremo più avanti oggi ci concentriamo su P50 Pro.

Il linguaggio del design è quello che conosciamo che abbiamo già visto con Nòva 9 e quindi con questi oblò che incorporano le fotocamere in questo caso sono mille mila fotocamere perché c’è il sensore principale da 50 megapixel grandangolo da 13.

Lo zoom da 64 e poi c’è il blocco monocromatico da 40 Megapixel zoom tra l’altro che è in grado con la combinazione di tutti di ibrido e ottico digitale ottico di arrivare ad uno zoom 200. Non lo userete mai ma avere uno smartphone in grado di esercitare uno zoom di questo genere vi dalla prova che quando lo usate in condizioni normali farà delle foto eccezionali.

La qualità della fotocamera è uno degli elementi fondamentali di Huawei dice Tru Chroma. Quindi una fotocamera in cui la qualità dei colori la riproduzione perfetta dei colori sono uno degli elementi fondamentali e questo è un passaggio importante rispetto al passato quando invece eravamo abituati a foto un po dopo quando molto belle da vedere così a colpo d’occhio ma sempre con dei colori poco reali.

Ora invece il realismo del colore l’attenzione a rispettare ciò che anche il nostro occhio vede è uno degli elementi fondamentali. Basterà questo per far apprezzare il PC in quanto a prove bisognerà vederlo perché purtroppo c’è qualche mancanza che dobbiamo comunque sottolineare. Se la fotocamera ha dei sensori molto avanzati in grado di combinare le immagini tra loro di elaborare con la vera e propria fotografia computazionale a bordo del dispositivo bisogna però segnalare qualche mancanza qui c’è lo Snapdragon 888 perché questo prodotto è stato presentato da tempo in Cina però c’è da dire che manca il 5G questo per effetto dell’embargo americano oggi potrebbe cominciare a essere un limite.

Ovviamente mancano i servizi di Google quella non è una cosa che scopriamo oggi qualche difficoltà c’è. Huawei ha compensato con molti servizi nuovi organizzati in quello che sarà poi il sistema completo Harmony 2.0.

Qualche difficoltà potreste incontrarla dipende molto dal vostro uso del telefono. C’è la certificazione IP68 c’è un display da 6,6 pollici OLED con una caratteristica particolare quella di poter riprodurre più di un miliardo di colori come i migliori smartphone oggi in circolazione con una frequenza di aggiornamento molto elevata 120 Hertz il che vuol dire che le immagini si vedono con una fluidità assoluta.

Batteria da 4360 mAh: non è grossissima ma dovrebbe bastare perché dovrebbe compensare il fatto che senza il 5G il processore dovrebbe consumare abbastanza poco.

A proposito di batteria bisogna sottolineare che c’è una ricarica da 66 Watt che è in linea con molti altri prodotti oggi in circolazione ma addirittura la ricarica wireless da 50 watt. Questa è molto interessante. Sapete che tendo a non travolgere i dati tecnici. Non stiamo qui un quarto d’ora a vedere il dettaglio e a spaccare il capello perché non è ciò che ci interessa fare a noi interessa trasferire una sensazione d’uso rispetto a questo nuovo smartphone e bisogna dire che il prodotto è completo mancano come abbiamo già detto i servizi di Google questo non è poco.

Forse per questo genere di mancanza e il posizionamento a 1199 euro è un po azzardato vedremo quello che dirà il mercato per il resto poi certificazione IP68 c’è il sensore ad infrarossi ci sono gli altoparlanti stereo insomma ci sono tutte le dotazioni che i migliori smartphone oggi in circolazione hanno la sfida più grande oltre. Di Google è quella del prezzo. Vedremo insomma come rispondere voi. Ci vediamo prestissimo su mister gadget tech.



I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.