Videogiochi

Xbox Live Down per diverse ore, cosa è successo?

Negli ultimi giorni abbiamo sperimentato molto spesso blocchi dei servizi online, ieri è esploso l’hashtag Xbox Live Down, ma cosa è successo esattamente?

I servizi Xbox Live, che permettono di giocare online con altri utenti, sono “andati giù” per più di cinque ore, nell’orario che negli Stati Uniti è di prime time assoluto, quello a ridosso dell’ora di cena.

Sono i dati raccolti dai produttori quello è l’orario in cui il maggior numero di utenti sceglie di giocare online, per questa ragione ieri sera sono immediatamente esplose le segnalazioni di coloro che non riuscivano ad accedere alla piattaforma.

Xbox Live Down

Il team di Xbox ha immediatamente riconosciuto il problema, pubblicando un post sull’account ufficiale di Twitter, ma prima che i servizi tornassero online sono passate molte ore.

Durante quelle lunghissime ore, nessuno ha avuto la possibilità di giocare online, mentre i servizi nel corso della notte sono tornati tutti nuovamente disponibili, con l’eccezione di alcuni produttori, che erogavano ancora servizi ad intermittenza.

Xbox Live Down: cosa non funzionava?

In realtà, è molto più facile dirvi cosa funzionava, perché la risposta è niente. Durante il periodo di black out erano infatti fuori servizio l’accesso al proprio profilo Xbox, allo Store, al gioco in cloud e alle piattaforme multi player, per condividere il proprio gioco con altri amici.

Anche Xbox Game Pass è stato completamente fuori uso per tutto il periodo del Down dei servizi.

Tentare di rispondere alla domanda originale, ovvero le ragioni di cosa è successo, purtroppo bisogna rimanere ancora molto nel vago, perché non esistono informazioni certe rilasciate da Microsoft sulle motivazioni di tale black out e soprattutto per una così lunga durata.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.