Come capire se il telefono è resistente all’acqua, guida pratica per l’estate

Mister Gadget Team4 Agosto 2021

D’estate, ma non solo, può capitare di vedere il proprio telefono finire in acqua, oggi vi aiutiamo a capire come scoprire se il vostro smartphone è WaterProof e può sopportare quel tipo di maltrattamento.

In realtà, il telefono raggiunto dall’acqua, così come lo smartphone in un dato da una caraffa di Coca-Cola, senza la certezza che siano WaterProof sono condizioni abituali anche quando ci si trova lontani dal periodo estivo.

Sapere quale tipo di protezione è presente sul nostro telefono ci aiuta a rendere la vita dello smartphone più longeva e, soprattutto, a reagire nel modo giusto quando succede qualcosa.

C’è una doverosa premessa da fare: quando il proprio telefono cade in acqua, anche se lo smartphone sembra intatto, non è il caso di tentare di barare, perché alcuni indicatori che sono posti all’interno del telefono stesso cambiano colore a contatto con i liquidi.

I centri assistenza a cui ci si rivolge per la cura del proprio telefono cellulare, riconoscono immediatamente gli smartphone che sono stati in qualche modo immersi in sostanze liquide. Tentare di raccontare una realtà diversa, diventa inutile e controproducente.

Fatta questa premessa, rimandiamo al video di oggi per capire se il vostro telefono cellulare può essere resistente all’acqua, perché non tutti gli smartphone sono protetti allo stesso modo e possono essere definiti waterproof.

Alcuni cellulari, così come alcune cuffie e auricolari, presentano una certificazione per una esposizione minima ai liquidi, in pratica offrono resistenza agli schizzi accidentali, sono quelli identificati con i codici IPX4 e IPX5.

Quando invece dopo il suffisso IP vengono riportati più codici, in particolare il 6 come primo numero e il 7 o l’8 come seconda cifra, allora significa che vi trovate di fronte ad uno smartphone con 1° di protezione più elevata, perché è capace di resistere all’esposizione alla polvere, ma anche all’immersione in acqua per un periodo di tempo e una profondità che variano a seconda dei codici.

Qui, però, bisogna fare un ulteriore distinguo: dire che il telefono è resistente all’acqua, non significa dire che lo smartphone è subacqueo, ovvero waterproof in profondità.

I test che vengono realizzati sono tutti statici, viene cioè appoggiato il telefono ad una certa profondità per un certo periodo di tempo, mentre quando noi immergiamo un prodotto e lo usiamo nell’acqua, se lo spostiamo la pressione diventa superiore e quindi i rischi aumentano.

Dire che un telefono è resistente all’acqua significa quindi che lo smartphone è in grado di resistere ad alcuni schizzi, o all’immersione accidentale, ma per un uso in modalità subacquee va sempre acquistata una custodia che sia certificata per tale scopo.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover