Recensione LG Puricare 360 Air, il gigante dell’aria pulita

Mister Gadget Team24 Maggio 2021

Per realizzare la recensione di LG Puricare 360 Air, abbiamo potuto verificare di persona quanto l’aria che respiriamo dentro casa possa essere un’insidia, a volte più di quella che troviamo per la strada.

Il purificatore d’aria LG Puricare 360 Air fa parte di una più ampia gamma di dispositivi, le cui caratteristiche cambiano per la propria capacità di copertura delle superfici, per la sofisticazione della loro gestione e, in ultima analisi, per il prezzo.

I purificatori di LG: dal nanetto al gigante

Tutta la linea LG PuriCare rientra nella più ampia proposta LG ThinQ dedicata alla casa, con l’uso delle tecnologie più avanzate.

Non serve probabilmente dirlo, ma LG Puricare 360 Air si connette anche alla rete sfruttando il wifi e può essere governata anche a distanza. Il processo di configurazione non è al 100% lineare, abbiamo dovuto lottare un po’ con la procedura per arrivare al risultato, ma alla fine ci siamo riusciti.

Bisogna però tenere conto che LG Puricare usa solo la rete a 2.4 ghz, che alcuni router moderni preferiscono non sfruttare. Non è un problema, ma bisogna tenerne conto quando si configura il proprio modem.

La prima caratteristica di LG Puricare 360 Air è la sua capacità di “coprire” un’area di 91 metri quadri, mentre molti concorrenti si fermano a meno della metà, ma bisogna però considerare che per farlo occupa uno spazio notevole, con circa 40 cm di diametro e un metro di altezza.

Anche il peso è di quelli importanti, siamo a ben 19 kg, quasi un record per questa categoria di prodotto.

Recensione LG Puricare 360 Air

Come si configura e come si usa LG Puricare 360 Air

Per il primo aspetto, non ci vuole molto. Per configurare il purificatore d’aria LG, basta collegare il cavo di alimentazione ad una presa di corrente e il gioco è fatto.

Se lo si vuole, ma non è indispensabile, basta scaricare la app LG ThinQ per collegare il dispositivo alla rete e governarlo anche in remoto.

Una volta premuto il pulsante di accensione, LG Puricare 360 Air fa tutto il resto da solo.

E’ dotato di doppio livello di filtraggio, ciascuno dei quali si attiva a seconda della qualità dell’aria.

Nella parte superiore ci sono tutti i comandi a sfioramento e vengono presentate anche le informazioni fondamentali relative alla qualità dell’aria, ma anche a quella dell’odore.

Con un colpo d’occhio si vedono i dati relativi a PM 10, PM 2.5 e PM 1.0, i colori aiutano a capire immediatamente quale sia la qualità dell’aria nello spazio che viene “purificato”.

Attraverso i comandi si possono sfruttare le modalità singola, duale, booster e smart. Non serve probabilmente spiegare che la prima attiva solo un livello di filtraggio, la seconda li attiva entrambi, mentre con il booster viene usata la massima potenza (e la massima rumorosità).

Se non volete pensare a nulla, attivate la modalità smart e il sistema con l’uso sapiente di alcuni sensori, gestirà tutte le attività in modo autonomo.

A secondo della qualità dell’aria, cambierà il tipo di funzione usata e la relativa rumorosità.

Se si vuole il pieno controllo della situazione, basta usare i comandi posti sul pannello superiore del dispositivo.

Interessante notare come basti aprire una finestra per peggiorare sensibilmente la qualità dell’aria, di conseguenza attivare il filtraggio più potente, con l’aumento della velocità delle ventole.

Sulla parte centrale è presente un indicatore LED che mostra il colore con una valutazione spiccia della qualità dell’aria.

Eccezionale la funzione relativa agli odori, che abbiamo sperimentato mangiando in redazione. E’ bastato scaldare un piatto nel forno micro-onde, che conteneva del pesce, perché il rilevatore si tingesse di giallo.

Nel giro di pochi minuti il cattivo odore è stato eliminato come per magia.

Nonostante tutte queste funzionalità e lo spazio così grande da presidiare, il consumo complessivo viene contenuto in 75 watt.

Recensione LG Puricare 360 Air, disponibilità, prezzi e conclusioni

La linea LG Puricare si compone di diversi prodotti, che sono progettati per rispondere ad esigenze diverse, a seconda degli spazi che vanno “ripuliti”.

Il modello LG Puricare 360 Air è il più voluminoso in assoluto, con l’ingombro di cui abbiamo parlato, con funzioni molto avanzate e un prezzo che arriva a 999 euro.

E’ evidente che non ci siano dubbi sulla qualità del prodotto, ma siamo consapevoli che il prezzo a cui viene proposto possa rappresentare comunque un ostacolo non da poco.

E’ importante sapere che la linea LG Puricare offre anche modelli diversi, con una versione di dimensione più contenuta a circa 300 euro.

Quello che sappiamo con certezza è che il purificatore d’aria è un dispositivo oggi indispensabile, per la qualità dell’aria, per combattere le allergie e migliorare gli standard delle nostre case.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover