Microsoft Lumia 950: quattro mesi dopo

Mister Gadget Team26 Aprile 2016
windows 10 mobile

Sono tornato ad usare Microsoft Lumia 950: quattro mesi dopo appare ancora più evidente che questo prodotto, pur essendo molto interessante per alcuni suoi aspetti, non potesse competere con i top di gamma attualmente in circolazione del mondo Android, pur avendo un prezzo molto simile.

Ho rimesso la mia sim nel telefono, ho fatto gli ultimi aggiornamenti del software usando l’applicazione Windows Insider e poi ho cominciato ad usarlo nel corso del weekend. Bisogna dire che Microsoft ha cominciato a premere sull’acceleratore con gli updates, perché ne sta uscendo uno ogni due giorni, anche se quelli attuali del fast ring sono un po’ acerbi.

Microsoft lumia 950 - 10

L’ultimo in particolare, build 10.0.14328.1000, ha migliorato leggermente la situazione, perché il penultimo fast-update aveva trasformato il telefono in una sorta di ibrido tra italiano e inglese, con molte parti senza traduzioni.  Quello stesso aggiornamento aveva diversi problemi di stabilità con il wifi, dava esattamente la percezione di prodotto beta; per questa ragione, vi consiglio fortemente di usare gli aggiornamenti slow che sono più affidabili e vi danno un software che funziona meglio.

Se poi devo proprio dare un parere spassionato, io vi consiglierei di mantenere il software definitivo, evitando le beta, perché il bello di Windows 10 Mobile sta tutto nella velocità ed affidabilità del sistema operativo. Non so quanto senso abbia privarsi della caratteristica principale degli smartphone Windows, l’affidabilità,  per lanciarsi in prove temerarie.

Microsoft lumia 950 - 6

Ma mi concentro sul Lumia 950 e sul “ritorno di fiamma” dopo qualche mese. A me il telefono piace, l’ho scritto nei primissimi giorni,  lo faccio anche  oggi, perché trovo che la semplicità spesso paghi. I materiali (plastici) sono resistenti e hanno reagito benissimo ad un paio di urti che per altri prodotti sarebbero stati fatali, la fotocamera è ottima, per non dire superlativa, la batteria adesso che il software è maturo garantisce una giornata di utilizzo senza grossi stress. In più, c’è la comodità della batteria rimovibile, avete l’espansione microSD e il vantaggio di usare la memoria esterna come memoria principale.

Se volete utilizzare il telefono per le attività base, potete fare affidamento su un prodotto “quadrato”. Il problema è dato sempre e solo dall’ecosistema, dalle app, dalla completezza dei servizi e non penso ai servizi in senso lato, ma al trasporto di quelli che già uso.

Il 96.3% del mercato mobile è dato dall’insieme Android/iOS: per attirare utenti verso Windows 10 Mobile, non posso far altro che pensare a ciò che già usano sui loro telefoni e farlo ritrovare anche nel sistema operativo di Microsoft.

Microsoft lumia 950 - 8

 Ma non servizi simili, proprio gli stessi servizi in ambiente diverso, altrimenti la partita è persa prima ancora di cominciare. Solo dopo potrò pensare di far migrare gli utenti verso i servizi Microsoft.

Ci sono due strade: tools di migrazione sul computer che mi aiutino a convertire gli attuali servizi (Google Drive o iCloud) verso le proposte di Microsoft (OneDrive), oppure il supporto di quegli stessi servizi sullo smartphone.

Al momento, purtroppo, non c’è né l’una né l’altra soluzione. Però c’è il dato positivo che potete acquistare un Lumia 950 a poco più di 400 euro ed è un buon affare. Certo, se fossimo negli Stati Uniti l’affare sarebbe ancora migliore perché per ogni Lumia 950XL ve ne regalo uno di dimensione piccola.

Microsoft lumia 950 - 4

A distanza di quattro mesi dalla sua uscita, torno ad usare Lumia  mentre arrivano sul mercato i top di gamma di Android e, purtroppo, bisogna essere sinceri sul fatto che non ci sia partita. Se prendiamo in considerazione Huawei P9, HTC 10, LG G5, Samsung Galaxy S7 Edge, la sfida finisce 4 a 0.

Cosa farà Microsoft nella divisione hardware con i suoi telefoni? Questo è un anno di calma prima della riscossa, o l’anticamera della resa? Credo sia una delle domande più interessanti per l’anno in corso.

Difficile però capire quando e se avremo risposte certe.