Recensioni Smart Home Reviews

Recensione HomePod Mini, quando in Italia?

Ho messo le mani su un dispositivo francese, ora posso presentare la recensione HomePod Mini, lo smart speaker “low cost” di Apple per la casa intelligente.

In realtà, non c’è molto da raccontare su questo prodotto, definire “recensione” un prova di uno speaker connesso forse è un po’ eccessivo, ma vale la pena capire quali siano i tratti essenziali di un oggetto che nasce per presidiare un segmento in cui Apple stava perdendo terreno.

Il funzionamento è uguale a quello di molti altri prodotti della stessa categoria e in tutta onestà non ci sono elementi distintivi superlativi che possano fare le differenza, rispetto alle proposte di Amazon o di Google.

Di certo, però, ci sono alcune soluzioni tipiche del mondo della Mela, che rendono tutte le operazioni incredibilmente semplici.

Recensione HomePod Mini

La configurazione

Apple HomePod Mini si collega alla rete elettrica e appena il processo di avviamento è completato, sullo schermo di iPhone arriva il suggerimento di cominciare l’installazione.

La configurazione è semplice, secondo i parametri a cui Apple ci ha sempre abituati. C’è un unico vincolo, per chi vuole acquistare questo prodotto dall’estero: la lingua italiana non è ancora disponibile e si è obbligati a scegliere tra quelle dei paesi in cui HomePod Mini è già in vendita, vicini a noi il tedesco, l’inglese o il francese.

Come si usa

Con la voce è possibile impartire comandi che sono relativi all’uso di contenuti multimediali, oppure la gestione della casa intelligente.

HomePod Mini ha un’audio sorprendente per le sue dimensioni: ha un diametro di 8.5 cm, eppure la qualità del suono è elevatissima, così come il volume massimo: ciò che sorprende è come possa sostenere anche volumi alti senza soffrire distorsioni.

Grazie a HomePod mini è possibile ascoltare la collezione di Apple Music, i Podcast, le emittenti radio che sono agganciate a TuneIn Radio, ma anche quella che è conservata su iPhone, di cui HomePod può diventare uno speaker esterno.

In più, è possibile rispondere alle telefonate in vivavoce, ma anche raccogliere l’audio di Apple TV. Due HomePod Mini possono essere abbinati per riprodurre il suono in stereo, dettaglio che si aggiunge alla possibilità di riprodurre la musica con lo standard 360 audio.

Se si vuole uscire di casa mentre sta suonando un brano, basta avvicinare iPhone allo smart speaker per trasferire l’ascolto sul proprio smartphone.

Siri, quando interloquisce con una persona, ne riconosce la voce: riesce ad identificare fino a sei membri diversi della famiglia, a cui risponde con esperienza personalizzata.

In più, dall’esterno è possibile anche sfruttare HomePod Mini come “intercom”, ovvero come sistema di comunicazione con cui fare vere e proprie “chiamate” senza bisogno di usare un numero telefonico.

Recensione HomePod Mini

Il suono

La qualità audio è quasi sorprendente: pur con una dimensione ridotta, come già accennato, HomePod offre un’ottima definizione di alti e bassi, in particolare questi ultimi sono molto presenti, senza però essere eccessivi.

Il volume arriva a livelli piuttosto alti anche se non esagerati, è comunque più alto di quello di Amazon Echo Dot, per fare un paragone. Le dimensioni, invece, sono davvero molto simili, mentre per quanto riguarda l’aspetto, HomePod Mini si distingue per il display sulla parte superiore che si colora quando Siri risponde o ascolta la nostra voce.

Il prezzo

HomePod Mini si compra per 99 euro, non è disponibile in Italia ma si reperisce facilmente in Francia, Germania e in Inghilterra. Questo non è periodo di spostamenti o viaggi, ma nel mio caso ho chiesta ad amici di fare l’acquisto e poi ho speso circa 12 euro per il trasporto dal paese transalpino fino al Nord Italia, tempo di viaggio 48 ore.

Recensione HomePod Mini

Recensione HomePod Mini, le conclusioni

La recensione di HomePod Mini non richiede considerazioni molto complesse: ha un buon audio, un aspetto molto gradevole e la disponibilità di Siri, che funziona alla grande.

Per quel prezzo, direi che è davvero un ottimo acquisto, se siete utenti dell’ecosistema di Apple.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.

Questo sito usa dei cookie per la navigazione. Se entri, diamo per scontato che tu voglia accettare! Accetto Scopri di più