Il pagamento digitale non è più un tabu: i dati del Politecnico di Milano
Mister Gadget Stories

Il pagamento digitale non è più un tabu: i dati del Politecnico di Milano

Con Ivano Asaro dell’osservatorio Mobile payments del politecnico di Milano, approfondiamo oggi i dati dell’ultima ricerca pubblicata dal gruppo di studio di una delle più prestigiose università milanesi.

A quanto pare non c’è più il tabù dell’utilizzo del pagamento digitale, ma in particolare sembra stia crescendo in modo vertiginoso l’utilizzo dello smartphone e anche dello smartWatch per i pagamenti elettronici.

In un mercato che fa fatica e tende ad avere segno meno davanti a quasi tutti i dati statistici, i pagamenti in mobilità crescono in modo sensibile.

Dai dati che sono stati presentati, emerge anche che la famosa frase “scusi, non ho il pos” pare ormai essere un retaggio del passato in tutta Italia.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.