Windows 10 Mobile: la lista prodotti è definitiva

Mister Gadget Team21 Marzo 2016
windows 10 mobile

Brutta notizia dal mondo Windows 10 Mobile: la lista prodotti è definitiva e non ci sarà seconda ondata aggiornamenti, per cui se il vostro smartphone con Windows 8.1 non è nell’elenco diffuso nei giorni scorsi, non aspettatevi novità in futuro.

La conferma arriva direttamente da Microsoft in USA, dove è stato scandito in modo molto chiaro che non ci sarà una seconda serie di prodotti che avrà accesso al magico mondo di Windows 10 Mobile.

Questo argomento vale anche per gli utenti di prodotti realizzati da terze parti: se non erano nell’elenco diffuso nei giorni scorsi, non c’è nulla da fare, non ci sarà un passaggio al nuovo sistema operativo.

Ricordiamo quali sono i prodotti ammessi: Lumia 1520, Lumia 930, Lumia 830, Lumia 730, Lumia 735, Lumia 640, Lumia 640XL, Lumia 635 1GB, Lumia 636 1GB, Lumia 638 1GB, Lumia 540, Lumia 535, Lumia 532, Lumia 435 and Lumia 430.

Importante sottolineare che di alcuni prodotto molto popolari (ad esempio il 635) la dotazione minima di Ram taglierà drasticamente il numero di prodotti aggiornabili a Windows 10 Mobile, perché come spesso accade con i prodotto diffusi soprattutto con la grande disposizione, c’è in circolazione un grande numero di apparati con caratteristiche minime.

Ma chi rimane escluso, tra i prodotti che hanno una diffusione significativa? Il Lumia 920  e il Lumia 1020, ma tutto sommato fatico a capire lo spasmo di chi vuole aggiornare a tutti i costi. Quando compriamo uno smartphone, acquistiamo il “diritto” di un oggetto funzionante secondo le caratteristiche dichiarate al momento del “contratto”. Non c’è scritto da nessuna parte che si comprano anche le versioni future del software o i servizi che al momento del “negoziato” non esistono, in questo caso Windows 10 Mobile.

Ecco perché non comprendo fino in fondo la smania di aggiornare, magari a discapito della funzionalità dell’oggetto che possediamo.  Chi più del produttore può valutare se valga la pena o meno aggiornare il software?

Certo, è un peccato avere un prodotto senza gli ultimi servizi pensati da chi lo realizza, ma forse è meglio avere per le mani un oggetto pienamente funzionante.