Wind e Tre sanzionate dal garante per tariffe roaming

Luca Viscardi2 Febbraio 2017
Wind e Tre sanzionate dal garante per tariffe roaming

Wind e Tre sanzionate dal garante per tariffe roaming, ma che senso ha punire chi viola le regole con multe da 258.000 euro, l’equivalente di una mancia al bar rispetto ai fatturati degli operatori?

Questa è la domanda che circola oggi on line, dopo la decisione del garante, che sanziona il comportamento  degli operatori per l’adozione delle opzioni Tre Power Europe e Wind Offerta Unione Europea, che sarebbero in violazione delle normative europee, cioè del regime transitorio, in attesa dell’abolizione definitiva del roaming fissato ieri per il 15 giugno.

La multa comminata è la più alta possibile con gli attuali regolamenti e con i mezzi a disposizione del garante; proprio per inasprire la pena, lo stesso  garante ha disposto che gli operatori rimborsino i loro clienti immediatamente, anche coloro che non hanno fatto richiesta in tal senso.

Nel frattempo, l’ufficio del Garante ha chiesto al governo una legge che inasprisca le sanzioni e che permetta di calcolarne in percentuale sui fatturati, perché siano davvero efficace nel tamponare pratiche che non rispettino le normative vigenti.

In questo caso al centro dell’attenzione ci sono Wind e Tre, per altro ora fuse in un’unica società, ma il numero di soggetti coinvolti in istruttorie dell’organo di garanzia è molto più ampio, segno che il tema è importante e l’attenzione sulla materia è fondamentale per la tutela degli utenti.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover